Come scegliere le viti per il legno

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Cominciamo col dire che lo scopo della vite è quello di fissare tra loro due o più parti. Generalmente le viti si avvitano in senso orario e la parte metallica con cui è costituita la vite è filettata per aderire meglio al tipo di materiale che andremo ad usare. Tuttavia ci sono alcune viti che, prima di essere avvitate hanno bisogno di un preforo, eseguito col trapano, mentre altre che, essendo autofilettanti si utilizzano per materiali teneri come: il legno e il cartongesso. Per lavorare in maniera ottimale, è utile sapere come scegliere le viti per il legno. Se si utilizza una vite sbagliata, il progetto potrebbe letteralmente cadere a pezzi. Per sapere come scegliere le viti per il legno seguite i passi di questa guida.

26

Occorrente

  • tante tipologie di viti per il legno
36

Scegliere il materiale giusto

È molto importante far corrispondere il tipo di testa alla finitura desiderata. Generalmente, le viti presentano tre tipologie principali di testa: piatta, rotonda ed ovale. Il primo modello è costituito da una testina liscia, perfetta per le lavorazioni a filo e di quelle di precisione. Quelle rotonde sono invece formate da una testa arrotondata, che rimane leggermente sollevata sopra il legno. Le ovali sono simili a quelle piatte per quanto riguarda la forma strutturale, ma a differenza delle tonde, non sporgono dalla superficie. Le viti vengono ricavate da metalli quali l'ottone oppure da leghe metalliche: se la presa dell'attrezzo è troppo debole o, al contrario, eccessivamente dura, si rischia di spezzare la testa della vite o di rovinarla, allargando di conseguenza il foro nel legno. Assicuratevi di scegliere la vite giusta anche in rapporto alla qualità del legno stesso: i materiali molto pregiati e duri come l'ebano richiedono elementi in ottone zincato, mentre un legno più tenero o i truciolati si adattano molto bene a viti in acciaio inox.

46

Valutare la lunghezza

La lunghezza della vite deve corrispondere alla profondità del legno. Perché tenga insieme due pezzi di legno in maniera ottimale, deve penetrare completamente nel primo elemento e raggiungere almeno 3/4 di quello adiacente. Le viti troppo brevi potrebbero non saldare correttamente i pezzi, mentre quelle eccessivamente lunghe rischierebbero di sporgere da una delle due componenti legnose.

Continua la lettura
56

Far corrispondere il diametro della vite alla profondità del legno

Fate poi corrispondere il diametro della vite alla profondità del legno. Le viti presentano una lunghezza compresa tra 1 cm e 20 cm. Per darvi un'idea delle proporzioni, tenete presente che una vite da 1 cm misura 0,06 cm di diametro, mentre una da 20 cm 0,38 cm di diametro. Se il legno è di medio spessore, potrebbero essere adatte viti da 4 o 6 cm. In base al tipo di testa, dovrete utilizzare lo strumento più idoneo. Le teste con tacca a forma di croce possono essere avvitate con un trapano elettrico, mentre quelle con unica scanalatura, con un cacciavite piatto.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come realizzare un appendiabiti riciclando dei vecchi bicchieri

Anche le mani meno capaci possono cimentarsi nell’arte del riciclo creativo. Prendere un oggetto comune e trasformarlo in qualcosa di utile e bello nonché originale, oggi, può essere davvero alla portata di tutti. Ognuno di voi ha la possibilità...
Bricolage

Come Costruire Un Astrolabio

L'astrolabio è un oggetto davvero particolare. La sua invenzione risale ad epoche molto lontane, intorno al I secolo a. C.. Inizialmente, gli astrologi e gli studiosi utilizzavano tale strumento con una certa frequenza. Col passare del tempo, la sua...
Casa

Come ricostruire il fondo di un cassetto

A volte può capitare che i fondi dei cassetti possono rompersi o addirittura sfondarsi a causa del peso. Sia che si tratti di un cassetto moderno della vostra cucina, oppure quello di un cassettone o di un mobile antico. In questa guida imparerete in...
Bricolage

Come montare una stampa senza cornice

Un arredamento ricco di dettagli studiati a regola d'arte conferisce maggiore personalità a qualsiasi tipo di ambiente. Oltre alla coloratissima ed elegante carta da parati, esiste un complemento di arredo capace di ravvivare le pareti di qualunque stanza,...
Cucito

Come cucire un paralume di pizzo

A volte può capitare di trovare in soffitta oppure in una vecchia casa, una lampada datata con il 'cappello' ormai fuori moda, logoro e ingiallito, o magari irrimediabilmente ammaccato, macchiato o bruciato: ne avete reperito una e state pensando di...
Materiali e Attrezzi

Come fare un crogiolo di grafite

Abbiamo tutti sentito parlare della grafite, specialmente quale componente essenziale delle matite. Ma spesso anche in qualità di elemento atto alla produzione di lubrificanti, coloranti, refrattari o elettrodi. Si tratta di un minerale allotropo del...
Bricolage

Come invertire da destra a sinistra gli attacchi di un termosifone

Può accadere di dover spostare un termosifone, anche di pochi centimetri, per fare spazio ad una cassettiera o qualsiasi altro mobile a parete. Quando non è possibile spostare le tubazioni, per evitare eccessivi lavori di muratura, è necessario invertire...
Cucito

Come Trasformare La Tela In Un Elegante Drappeggio Decorativo Per Finestre

Tante volte ci si ritrovano per casa oggetti che hanno avuto un processo di degradazione per colpa del tempo o non vanno più bene con l'arredamento presente. Talvolta avrete l'opportunità di evitare di buttarli nella spazzatura e cercare di sistemarli,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.