Come scegliere lo stagno per le saldature

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quante volte ci ritroviamo a fare lavori fai da te e bricolage senza incorrere a specialisti del settore? Molti lavori, grazie ai giusti attrezzi, son possibili anche se non siamo grandi esperti. Scopriremo in questa guida come scegliere lo stagno giusto per le saldature, a seconda delle operazioni da eseguire. Ponendo attenzione infatti a ciò che dovremo fare, i risultati saranno ottimali ed eviteremo di sprecare una grande quantità di stagno. Ricordiamo che l'operazione di saldatura consiste nell'unire due materiali solidi grazie alla fusione. Il risultato sarà duraturo nel tempo. È un procedimento utilizzato in moltissimi campi dell'ingegneria, da quella meccanica a quella chimica e può essere effettuato sia su componenti piccoli (ad esempio quelli elettronici) che su strutture molto grandi (come le strutture metalliche a supporto dei ponti). Ricordiamoci sempre, se lo facciamo in modo "casalingo", di proteggerci sempre.

26

Occorrente

  • saldatore
  • stagno
  • pezzo da lavorare
36

Decidere quale dei due tipi di stagno

Innanzi tutto troviamo lo stagno facilmente reperibile in qualsiasi negozio di ferramenta, fai da te e bricolage. Sono solitamente in vendita due tipi di stagno: quello costituito da fili puri di stagno, ed un secondo che ha anche un flussante al centro. Il flussante è un prodotto chimico che permette di preparare la superficie alla procedura di saldatura. Se possiamo decidere noi, cerchiamo di scegliere sempre il secondo poiché anche il primo tipo, con i fili puri di stagno, potrebbe richiedere l'uso di un flussante da prendere successivamente a parte.

46

Scegliere lo stagno giusto!

Attenzione, come premettevo, a seconda del lavoro che dovrete eseguire, sceglierete lo stagno giusto. Infatti, il lavoro di saldatura effettuato su componenti elettrici, richiede un diverso genere di stagno che non si trova in un classico negozio di ferramenta o fai da te, ma in negozi direttamente di componenti elettronici. Infatti si tratterebbe di un diverso genere di stagno risultante più costoso dovuto alla lega che ha il 40% di piombo ed il 60% di stagno mentre nell'anima è presente una sostanza che serve a disossidare.

Continua la lettura
56

Definire il diametro di filo di stagno

Quando iniziate l'operazione di saldatura, verificate che la temperatura del saldatore sia quella definita e consigliata per il tipo di flussante per evitare ogni tipo di "malinteso" che possa compromettere l'operazione stessa. A questo proposito: esistono 5 tipologie di flussante. Il diametro del filo di stagno deve avere un valore fra 0,4 mm e 1 mm. Se siamo alle prime armi, meglio chiedere consiglio all'addetto della ferramenta oppure del negozio elettronico. In modo da essere certi di eseguire il lavoro indicato nel miglior modo possibile a seconda del risultato e della durata nel tempo.

66

Punta saldatore massimo 380°

Dobbiamo fare attenzione a non rovinare il materiale di rinforzo che si trova sulla superficie e dobbiamo evitare il più possibile di grattare la punta del saldatore. Questo genere di stagno deve essere lavorato tenendo la punta del saldatore ad una temperatura non superiore ai 380° tenendo conto anche lo spesso dei componenti. Infatti possibile che su componenti particolarmente grossi dobbiate tenere una più elevata temperatura e comunque evitate sempre di tenere a lungo una temperatura elevata poiché potrebbe rovinarsi la punta del saldatore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come fondere stagno o piombo in stampi

Imparare a fondere lo stagno oppure il piombo potrebbe rivelarsi abbastanza utile non soltanto per realizzare dei lavori in casa, ma anche per formare degli oggetti di arredamento o degli accessori per la persona. Per dare vita alla propria fantasia,...
Materiali e Attrezzi

Come costruire una saldatrice a stagno fai da te

È possibile notare come oggi sia sempre più diffuso il mondo del fai da te, che vede impegnate milioni di persone ogni giorno nella realizzazione di particolari oggetti. Le persone sono diventate così tanto abili da realizzare autonomamente addirittura...
Materiali e Attrezzi

Come riparare l'asta degli occhiali

Quando gli occhiali si danneggiano nella zona della lente, è opportuno farli riparare da un professionista, possibilmente un ottico specializzato. Se a rompersi, invece, è l'asta che li sorregge, potete adoperare un tentativo di riparazione d'emergenza,...
Materiali e Attrezzi

Come usare una trecciola dissaldante

Una volta saldato un componente utilizzando la giusta lega, è molto difficile che questo possa venir dissaldato. Infatti se pensate di dover saldare qualcosa in modo non definitivo, il consiglio è quello di utilizzare una lega leggera e abbastanza fragile....
Materiali e Attrezzi

Lavorazione del bronzo: fusione e laminatura

L'uso di bronzo risale a più di 5000 anni fa. Questo importante metallo è una lega composta da rame e stagno in proporzione che varia leggermente, ma può essere normalmente considerata in nove parti di rame e una di stagno. Altri ingredienti che si...
Materiali e Attrezzi

Come saldare le lamiere

Le saldature servono per unire tra loro i diversi pezzi di un metallo. Nel fai da te, si è soliti unire piccoli pezzi o dimensioni di metallo. Tuttavia, con le opportune indicazioni e seguendo la giusta strategia, è possibile unire anche pezzi di metallo...
Materiali e Attrezzi

Come saldare i cavi audio

Quante volte vi è capitato di non utilizzare più un un dispositivo audio per alcune problematiche dovute al sonoro? Talvolta la problematica è lieve, ma non sempre si ha la prontezza di ingegnarsi e porre rimedio da sé. Per chi ha un minimo di dimestichezza...
Materiali e Attrezzi

Come pulire le punte del saldatore

Se utilizzate un saldatore a stagno, sappiate che le punte possono ossidarsi. In tal caso avrete un cattivo funzionamento dello strumento. Per ovviare a questo inconveniente, dopo ogni uso, pulite le punte. Così eviterete a priori di imbattervi in tale...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.