Come scegliere lo stucco per mobili

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Qualora i vostri mobili avessero i segni classici prodotti dai tarli, oppure il vostro gatto avesse graffiato il vostro armadio, allora dovrete correre ai ripari, utilizzando dello stucco per mobili, al fine di sistemare i danni prodotti. La procedura è veloce, è passa da una scelta dello stucco per mobili. In questa guida, vi spiegheremo come scegliere lo stucco per mobili.

26

Occorrente

  • PER BUCHI DI TARLI E PICCOLI FORI: stick di cera a stucco, statola di ferro flessibile, paglietta fine
  • PER FORI MEDI O SPIGOLI: stucco alla francese, pennello,spatola e riga di ferro,carta vetrata media e fine
  • PER ZAMPE O CIPOLLE: stucco a due componenti,tavoletta di legno verniciata,spatolina, carta vetrata
36

Lo stucco alla francese

Qualora doveste andare a porre riparo a un foro di medie dimensioni oppure a dei danni creati nella zona dello spigolo del mobile, allora dovrete optare sicuramente per uno stucco che faccia diventare, dopo l'applicazione, la zona interessata più dura di prima. Questo compito è svolto benissimo dal cosiddetto "stucco alla francese", facilmente acquistabile presso i ferramento o i colorifici, con diverse tinte, che vanno dal bianco, fino ad arrivare al color noce. Quando lo comprate, scegliete una tonalità leggermente più scura rispetto al mobilio che dovete sistemare perché mentre asciuga, questo si schiarisce. Pulite innanzitutto la superficie dalla polvere con l'aiuto di un pennello e togliete gli eventuali residui di precedenti restauri, poi stendete lo stucco, con una spatola e non toccatelo per tre ore. Quando sarà passato il tempo di riposo asportate lo stucco in eccesso e levigate la zona con della carta vetrata a grana media e spolvera la parte interessata. Lo stucco secco si andrà sicuramente a ritirare, quindi dovrete ristuccare per riempire i buchi che si saranno creati ed infine levigate con della carta vetrata fine. Qualora doveste ricostruire un spigolo, usate una riga di metallo appoggiata su di un lato e dall'altro riempite con lo stucco.

46

Lo stucco con due componenti

Qualora, al contrario, doveste andare a restaurare altre zone del mobile come, per esempio le cipolle dei mobili rustici o le zampe, dovrete optare per uno stucco che abbia due differenti componenti, in modo che possa garantire una robustezza e una durevolezza maggiore. Questo è il caso dello stucco con due componenti, l'elemento base con l'aggiunta del catalizzatore. Su una tavoletta, mettete l'impasto base ed aggiungete un piccola quantità di catalizzatore. Successivamente, mischiate velocemente con una spatolina ed applicate il vostro composto sulla parte interessata, lasciate asciugare ed infine carteggiate la zona con della carta vetrata fine.

Continua la lettura
56

Lo stick di cera a stucco

Qualora la vostra problematica fosse l'otturazione dei buchi prodotti nel mobile da parte dei tarli, in un mobile dove avete già in passato svolto un trattamento in tal senso, il consiglio principale è quello di optare per lo stick di cera a stucco, che potrete comprare molto facilmente nei ferramenta o nei negozi per il fai da te. Esso si presenta come un bastoncino e ne esistono di diverse tonalità, tra cui potrete scegliere. Ovviamente dovrete acquistarne uno, il cui colore è uguale o simile a quello del vostro oggetto. Ora, con una spatola di ferro flessibile, tagliate dallo stick un pezzo e mettetelo nel vostro palmo, manipolatelo in modo da ammorbidirlo con il vostro calore. Una volta che sarà pronto, con le dita staccate delle piccole palline e inseritele nei fori premendo. Poi con la spatola di ferro flessibile eliminate il prodotto in eccedenza, e levigate il tutto con una paglietta a grana fine. Questo trattamento è immediato e pratico in quanto la cera a stucco non si ritira, ma non è adatto se dovete riparare degli spigoli.
Eccovi un approfondimento: http://www.benecasa.it/faidate/tipi-di-stucco.html.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se il tuo lavoro è fatto bene, passando il dito sulla parte trattata non si sentono scanalature o dislivelli tra legno e stucco
  • pulisci subito le spatoline perchè lo stucco duro è difficile da rimuovere
  • Per prendere la pasta base e il catalizzatore usa attrezzi diversi per non contaminarli
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come utilizzare lo stucco per il legno

L'applicazione dello stucco è un ottimo modo per rendere una parete perfettamente liscia ed esaltare la bellezza di ogni casa. Infatti, questo materiale è presente sia all'interno che all'esterno della maggior parte delle case. Esistono diversi tipi...
Materiali e Attrezzi

Come preparare lo stucco in polvere

Di tanto in tanto capita di dover eseguire dei lavoretti di manutenzione all'interno della propria abitazione, come stuccare dei buchi nel muro, o qualcos'altro del genere. Se dovete restaurare pareti interne o esterne, mobili in legno, o del ferro potrete...
Materiali e Attrezzi

Come preparare dello stucco per legna

Tutti noi abbiamo dei mobili tramandatici dai nostri parenti per più e più generazioni. Li teniamo con cura in quanto in essi vivono molti ricordi. Ma spesso dopo decine di anni, per non parlare dei mobili vecchi centinaia di anni, tendono a rovinarsi....
Materiali e Attrezzi

Come realizzare uno stucco fatto in casa

Fare dei lavoretti nella propria casa a volte è un piacere, ed altre volte una necessità. Aggiustare un tubo rotto, riverniciare un cancello, ridipingere un muro e tante altre piccole operazioni simili, possono essere un ottimo passatempo oltre che...
Materiali e Attrezzi

5 modi per simulare lo stucco veneziano

Lo stucco veneziano è una particolare tecnica di decorazione che permette di abbellire ed arricchire le pareti di un ambiente. Questa tecnica pittorica proviene dal Medio Oriente ed è stata adottata prevalentemente a Venezia dove sussiste il problema...
Materiali e Attrezzi

5 errori da evitare nell'utilizzo dello stucco

Se l'estetica delle pareti è compromessa da crepe e fessure e volete provvedere voi stessi alla sua riparazione e verniciatura il prodotto di cui non potrete fare a meno è sicuramente lo stucco. Ampiamente utilizzato nell'edilizia per coprire fessure,...
Materiali e Attrezzi

Come usare mastice da vetri o stucco

Il mastice da vetri chiamato anche stucco, è una sorta di collante molto forte che può essere usato per vetri, finestre o anche parabrezza. Ha molte caratteristiche comuni con i collanti comuni, sia per la composizione chimica, che per la funzione che...
Materiali e Attrezzi

Come impastare lo stucco per parquet

Le pavimentazioni in parquet hanno ben pochi rivali in quanto a eleganza in una casa. Con il loro odore, colori, e il disegno che viene creato unendo i listelli tra di loro, sono più che sufficienti per rendere accogliente una stanza.Sfortunatamente,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.