Come scegliere un buon grinder

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il termine "grinder" è quasi sconosciuto per coloro che sono appassionati di fai da te. Per quelle persone invece che sono abituate a far ogni cosa senza farsi aiutare da nessuno, tale termine suona invece molto famigliare. Che cosa è questo "grinder" quindi e a che cosa serve? Trattasi di un elettrodomestico piccolino che viene usato per ridurre o sminuzzare letteralmente in polvere i chicchi di caffè principalmente. Esistono diversi tipi di "grinder" realizzati per diversi scopi, però in tale guida andremo a spiegarvi come scegliere un buon "grinder" che possa fare bene il suo lavoro, durando per molto tempo.

25

Come scegliere il vostro "grinder"

Il "grinder" è, sostanzialmente il macinacaffè e in giro ne esistono tantissimi che ad un certo punto non si capisce più quale si dovrà scegliere. La prima scelta da fare potrà essere la marca. Affidarsi a case produttrici molto conosciute potrebbe essere importante, però vi dovrete ricordare che ciascuna marca ha un punto di forza, e perciò è specializzata per la produzione di un elettrodomestico particolare. Una volta che avrete scelto il vostro grinder, potrete chiedere consigli all'addetto del reparto. Lui vi saprà sicuramente consigliare dandovi i suggerimenti migliori.

35

Tante persone acquistano un "grinder"

Anche se il caffè è di ottima qualità e viene tostato bene e filtrato a perfezione, non ci saranno i risultati sperati se il punto di macinatura non viene azzeccato. I grandi appassionati di caffè espresso doc, sanno bene che per avere un caffè spettacolare, il punto perfetto di macinatura è un must irrinunciabile. Siccome che acquistare il caffè già macinato non risolve il dilemma affatto, sempre più persone comprano un "grinder". Potrete quindi scegliere all'inizio dalle pale che possono essere coniche o piatte. La maggior parte dei "grinder" hanno però lame, e questo non è un dettaglio positivo. Il costo è si basso, però i risultati non saranno eccellenti mai.

Continua la lettura
45

Esistono diversi tipi di "grinder"

Ci sono poi i "grinder" che hanno un dispenser apposito per stabilire la quantità di caffè che occorre usare ed anche quelli che hanno un sistema a vari livelli dove inizialmente la macinatura è maggiormente forte, in quanto il chicco è intero e poi andrà a diminuire. Inoltre il "grinder" non dovrà essere maggiormente veloce in quanto la velocità crea calore ed inficia i risultati. Sarà meglio avere un macinino che sarà lento, permettendo di controllare meglio il punto di macinatura. L'unico difetto è che i "grinder" lenti fanno molto rumore. La giusta soluzione però è un'altra. Non ci crederete però il "grinder" ideale è quello manuale che utilizzavano le persone anziani anni fa. Quelli sì che davano la possibilità di capire quando fermarsi, non sprecando nemmeno energia elettrica!

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Lasciatevi consigliare dai rivenditori

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.