Come scegliere un galleggiante da pesca

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La pesca sportiva è una passione che unisce milioni di italiani. Si tratta di un passatempo rilassante, che mantiene a stretto contatto con la natura. Destreggiarsi in questa disciplina può sembrare difficoltoso, sulle prime. Ma con pazienza e dedizione chiunque può diventare un ottimo pescatore. La prima cosa fondamentale da conoscere sono gli attrezzi del "mestiere". Canne, esche e, in particolare, galleggianti sono essenziali per questo sport. Ma come possiamo scegliere il giusto galleggiante da pesca? Non ne esiste uno universalmente perfetto. La scelta dipenderà, infatti, da diversi fattori. Ma scopriamo più nel dettaglio di che si tratta.

25

Le forme

Prima di scegliere un galleggiante da pesca dobbiamo porci alcuni quesiti. Quale sarà la nostra preda? Che pesca intendiamo effettuare? Il primo elemento da considerare è la forma del galleggiante. Questa può essere più tondeggiante o allungata. Ne esistono a pera, a forma di carota e alcuni più lunghi, come piccoli pastelli a cera. Tali forme si adattano a diverse correnti e profondità. Il galleggiante a carota, per esempio, è la scelta ideale per forti correnti. Nonostante la forza dell'acqua, queste linee ci permettono di tenerlo più agevolmente. Nel galleggiante a carota, la parte più sottile è quella inferiore.

35

Il comportamento

È meglio scegliere il galleggiante a pera per una pesca in acque più calme. Contrariamente al precedente, in questo caso la parte affusolata è quella superiore. In acque tranquille, il galleggiante a pera assicura la giusta stabilità, che invece perderebbe in forti correnti. Da queste prime analisi, possiamo capire che le forme allungate non sono stabili in acque correnti. E infatti il galleggiante a pastello, o a sigaretta, si usa in acque ferme. È un galleggiante il cui comportamento in acqua è facile da leggere. All'attacco di un pesce, il galleggiante tende a sollevarsi o addirittura stendersi quasi in orizzontale.

Continua la lettura
45

Le antenne

Ogni galleggiante possiede un'antenna sulla parte superiore. Solitamente i suoi colori sono vistosi e sgargianti. In questo modo è ancora più semplice capire cosa accade alle esche, anche a distanza. Il loro diametro può variare, da 1 mm a 4 mm. Le antenne più sensibili sono anche le più sottili. In tal caso scegliamo materiali robusti (come la fibra di vetro). Le antenne più spesse possono essere in materiali più poveri, come la plastica. Esistono antenne miste, di plastica e fibra, che le rendono più robuste ma anche più visibili.

55

Le derive

Le asticelle sottostanti, dette derive, contribuiscono anch'esse alla stabilità del galleggiante. Possono essere di diverso materiale, come l'acciaio o il carbonio. Quest'ultima è un buon compromesso, poiché è robusta ma anche leggera. Permette quindi un'ottima stabilità e un'eccellente capacità di lettura del comportamento dell'esca. Con queste linee guida saremo in grado di fare una scelta più appropriata per il nostro nuovo galleggiante.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come montare una canna da pesca

Tra le diverse attività che è possibile praticare nel tempo libero, la pesca è sicuramente una delle più rilassanti; inoltre, viene praticata all'aria aperta a diretto contatto con la natura e richiede pazienza e grande calma, aiutando la concentrazione....
Altri Hobby

Come attrezzare una barca da pesca

La pesca è senza dubbio un'attività che vanta una tradizione millenaria nonché una grandissima schiera di appassionati. Le persone che si appassionano a questo sport sono in netto aumento, proprio per la capacità di tale attività di coniugare il...
Altri Hobby

Natale: come realizzare un portacandele galleggiante

Quando Novembre volge al termine, tutti noi sentiamo avvicinarsi lo spirito del Natale. E, come ogni anno, parte la corsa ai regali, agli addobbi e ai preparativi per le feste. C'è chi non perde tempo e si rivolge alle grandi catene di distribuzione...
Altri Hobby

Come creare una canna da pesca di bamboo

Se tra i vostri hobby preferiti c'è quello della pesca, potete approfittarne per creare una canna di bamboo. Il lavoro non è affatto difficile, e richiede soltanto un minimo di accortezza nel maneggiare questo materiale e ovviamente il necessario per...
Altri Hobby

Come smontare una canna da pesca

Se abbiamo deciso di dedicarci ad un hobby rilassante come la pesca con la canna, prima di acquistare quest'ultima, è importante sapere che alcuni modelli vanno smontati totalmente dopo l'uso, per cui l'operazione deve essere eseguita ogni volta che...
Altri Hobby

Come costruire una lenza leggera da pesca sportiva

Costruire una buona lenza leggera da pesca è il punto di partenza per la pesca sportiva, oltre a una buona pasturazione. I pesci nei laghetti sportivi sono in genere molto sospettosi; dobbiamo quindi costruire una lenza che sia efficace in termini di...
Altri Hobby

Come riparare una canna da pesca in vetroresina

La pesca è una passione che coinvolge persone di ogni età, padri e figli, ma anche amici. Usando molto frequentemente la canna da pesca, anche la più resistente, può capitare che qualcosa vada storto. Ecco che torna utile, in questi casi, avere la...
Altri Hobby

Come costruire una rastrelliera per canne da pesca

Molte persone amano praticare lo sport della pesca. Per pescare è necessario acquistare diversi accessori e componenti per riuscire a prendere i pesci più facilmente. Mentre le esche e i retini possono essere facilmente inseriti in alcune apposite valigette...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.