Come scegliere un ventilatore portatile

Tramite: O2O 16/09/2018
Difficoltà: media
14

Introduzione

L'arrivo della stagione primaverile fa da preludio alle prime giornate calde e afose dell'estate e ci invita a correre ai ripari e a cercare i migliori modi per combattere il clima torrido estivo. Il più tradizionale tra gli elettrodomestici utilizzati in estate è il buon vecchio ventilatore. Che sia a soffitto o mobile, il ventilatore è un buon alleato contro l'afa, ma soprattutto non incide particolarmente sulla bolletta della corrente elettrica. In questa guida vedremo come scegliere un ventilatore portatile.

24

I tipi di ventilatori portatili

Le tipologie di apparecchi portatili esistenti sono: i ventilatori a piantana, a torre, da tavolo o ad acqua. Per quanto riguarda i primi due, questi risultano particolarmente indicati per raffrescare gli ambienti più ampi poiché mettono in circolo una maggiore quantità di aria in più direzioni. I ventilatori da tavolo invece risultano molto utili se abbiamo bisogno di localizzare l'aria fresca in un determinato punto, ad esempio mentre studiamo o siamo seduti davanti al computer. Gli ultimi invece sono dei veri e propri rinfrescanti d'aria, costituiti in parte da serbatoi di acqua ed in parte da ventole, e sfruttano il naturale potere di raffreddamento dell'acqua.

34

Gli aspetti da osservare

Una volta comprese le esigenze a cui deve rispondere il ventilatore scelto, capiamo ora quali sono gli aspetti da tenere in considerazione durante l'acquisto. In primis il diametro delle pale, a cui corrisponde una determinata portata di aria espressa in m3/h: più grande è il diametro, maggiore sarà la portata. In secondo luogo la rumorosità espressa in decibel, caratteristica molto importante se la destinazione dell'apparecchio fosse una stanza da letto o uno studio. Molto importante è anche la possibilità di regolare la velocità di rotazione delle pale, in base alle proprie esigenze. Ed infine la trasportabilità: è preferibile optare per ventilatori dotati di ruote, che consentono di collocarli con facilità in qualsiasi luogo.

Continua la lettura
44

I vantaggi dei ventilatori

Aldilà delle ben note riduzioni delle spese di consumo elettrico, il vantaggio nella scelta di un ventilatore portatile, risiede anche nella mancata necessità di effettuare degli interventi di edilizia per il montaggio; basta quindi posizionarli dove meglio si desidera e collegare la spina. Inoltre, i ventilatori non hanno bisogno di particolare manutenzione e si limitano a produrre aria fresca semplicemente spostandola.
Quindi non ci resta che procedere a scegliere il ventilatore portatile più adatto alle nostre esigenze!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come realizzare un barbecue portatile

Durante la bella stagione, il desiderio di realizzare una bella grigliata all'aperto aumenta in misura esponenziale. Se avete la stessa voglia durante l'inverno, potete risolvere il tutto effettuando una semplice grigliata. Come potete, invece, arrangiarvi...
Bricolage

Come costruire una batteria portatile USB

La maggior parte delle persone dispone di dispositivi elettronici portatili, come smartphone e tablet, che necessitano costantemente di energia per poter funzionare. Il rischio maggiore che si corre è quello che il nostro apparato possa scaricarsi proprio...
Bricolage

Come costruire una ventola

La realizzazione di una ventola è uno dei progetti più facili da mettere in pratica, in quanto prevede un circuito e dei collegamenti abbastanza semplici: tutto ciò che serve è un motore elettrico e delle batterie stilo. Si tratta di un oggetto molto...
Bricolage

Come riciclare dei vecchi skateboard

Gli skateboard sono stati per molti anni il divertimento di tantissimi ragazzi, soprattutto negli anni '80 e '90; oggi, invece, pur essendo ancora in commercio vengono utilizzati molto meno rispetto al passato e talvolta sono utilizzati come oggetti da...
Bricolage

Come asciugare i modelli in pasta di sale

La pasta di sale nella sua ricetta tradizionale è un composto malleabile costituito da farina, sale e acqua. Utilizzando questo impasto si possono realizzare, come si fa con il pongo o la creta, moltissimi oggetti decorativi dalle forme più svariate....
Bricolage

Come creare un condizionatore fai da te

Con l'arrivo dell'estate, arriva anche il caldo che diciamolo pure ogni anno diventa sempre più insopportabile. Visto che con l'innalzarsi delle temperature il nostro clima è diventato tropicale e, in tutte le case, l'aria fresca diventa solo un ricordo...
Bricolage

Come realizzare una grow box per la coltivazione fai da te

Se vuoi coltivare qualcosa in casa, ti servirà quasi sicuramente una serra di qualche tipo, se vuoi ottenere un raccolto utile. Si va da quelle piccole da tenere sul balcone a quelle più grandi che si illuminano con lampade apposite, e che ci consentono...
Bricolage

Come realizzare una presa d'aria in cucina

La cucina è generalmente il luogo più frequentato della casa. Oltre a cucinare, si può guardare la tv, stirare il bucato, oppure fare le pulizie. Se non ci sono finestre in questa stanza della casa, allora bisogna trovare una soluzione. Per legge,...