Come scrivere sul vetro

Tramite: O2O 10/10/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'arte di per sé non è semplicemente una categoria ma un vero e proprio universo che fa dell' inventiva e della creatività di chi opera nel suo contesto, e cioè gli artisti, il metro di misura che poi permette di definire l'originalità di ogni singola opera. L'arte a volte svolge ruoli primari dovendosi conciliare con l'esigenza di non poter tralasciare importanti funzioni che la stessa opera deve avere, e quindi non solo artistiche, ma ad esempio anche architettoniche, meccaniche, funzionali in genere. Ci sono tantissimi materiali al mondo che possono essere adattati a molteplici fini in campo artistico, ma pochi sono davvero polivalenti e funzionali come il vetro. Questo elemento non solo si lascia lavorare facilmente ad alte temperature, ma garantisce esigenze artistiche a volte un po' particolari, avvicinandosi molto ad opere scultoree e simili. Il vetro è un materiale facilmente lavorabile, utilizzando però strumenti adatti; infatti, può essere colorato con vernici a olio o a tempera, "graffiato" con un punteruolo oppure con della carta abrasiva. Nei passi successivi di questa guida, vediamo dunque come scrivere sul vetro, analizzando una ad una le varie tecniche. Detto ciò non mi rimane altro che augurarvi buona lettura e buon lavoro!

26

Occorrente

  • Vernici ad olio o a tempera
  • Decalcomanie a freddo
  • Punteruolo
  • Ovatta ed inchiostro di china nero
  • Incisore elettrico
  • Inchiostri colorati
36

Scrivere sul vetro

Il metodo più semplice ma ovviamente meno duraturo, per scrivere sul vetro è l'impiego di pennarelli a vernice che si trovano comunemente in cartoleria. Si tratta di marker caricati con una vernice a base molto volatile che secca rapidamente riescono a fare presa sul vetro per un po'. Fin tanto che il vetro non subisce sfregamenti, la vernice reggerà. Purtroppo per rimuoverla basta un semplice fazzolettino a secco, perché la tinta non è entrata nel vetro, ma si è solo seccata sulla sua superficie. Vista la praticità del mezzo, potete tranquillamente scrivere in un be corsivo, oppure in stampatello, proprio come sulla carta. Potete anche riportarvi sopra delle decalcomanie ad acqua o ad alcool. Un altro metodo è quello di disegnare sul vetro usando vernici ad olio o acriliche che tendono a fare presa piuttosto bene se non vengono diluite troppo.

46

Incidere il vetro

Un altro modo sicuramente più sofisticato, è di utilizzare un punteruolo molto affilato o meglio ancora un bulino come se fosse una penna e scrivere sul vetro una frase o le iniziali di una persona. Dopo aver scavato un solco, basta inserire dell'inchiostro di china, lasciarlo asciugare per circa un minuto, dopodiché la superficie va pulita e all'interno vi rimane impresso il nero, che si evidenzia sul vetro. Se invece intendiamo utilizzare uno strumento elettrico, possiamo farlo acquistando in un negozio di bricolage una specie di penna, costituita da una punta che fuoriesce da un manico di plastica nel cui interno è posizionato un trasformatore a 12 Volt, simile ad un saldatore a stagno che ci consente di collegarlo alla rete elettrica. Questo attrezzo quando viene acceso e poggiato sul vetro, incide anziché graffiare, ed è utile per aggiungere figure di diverse dimensioni. Inoltre, l'utilità dello strumento è di poter applicare sul vetro delle decalcomanie a freddo, sia con immagini che con scritte, e poi rifinirle seguendone i naturali contorni. Prestate particolare attenzione quando impiegate questi strumenti, prima cosa perché non sono adatti a tutti i tipi di vetro, per esempio non potete usarli sul vetro cristallo e men che mai sul pirex, perché il primo si crepa ed il secondo esplode in mille pezzi alla minima variazione di temperatura. Usate occhiali e guanti e fate queste operazioni su superfici ricoperte con un panno morbido e se state lavorando un vaso, riempitelo prima di carta pressata per garantirvi un minimo di sicurezza. Pulite accuratamente la superficie che avete usato, perché sarà piena di minuscole ed insidiosissime schegge di vetro.

Continua la lettura
56

Terminare l'opera

Terminata la scrittura, su tutta la superficie va applicata con un po' di ovatta dell'inchiostro di china, anche di diverso colore come ad esempio quello oro, e poi dopo aver atteso una decina di minuti, con dell'altra ovatta pulita si asporta per intero l'inchiostro. A questo punto, come risultato abbiamo i solchi con all'interno una scrittura sottoposta alla superficie, quindi resistente ed anche elegante. Questa tecnica di scrittura sul vetro è molto antica, e viene utilizzata ancora oggi da artigiani incisori che realizzano targhe ricordo sia su materie plastiche che metalliche. Al posto dell'inchiostro di china, però potete sempre usare vernici sintetiche per vetro che sono studiate per fare presa sulla sua difficile superficie. Con queste vernici si riesce ad ottenere un effetto più robusto per il colore, molto simile a quello delle antiche vetrate.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come decorare una bottiglia di vetro con la colla a caldo

La colla a caldo è una risorsa davvero molto versatile, di facile utilizzo e utile in tantissime diverse situazioni. Può essere adoperata, infatti, sia per incollare i materiali più svariati, dal legno alla plastica al vetro, sia per creare vere e...
Bricolage

Come dipingere il vetro colorato

Il vetro ha origini molto antiche, se pensiamo che nelle prime cattedrali le finestre di vetro colorato sorsero per adornare e raffigurare scene religiose. La pittura su vetro è una tecnica affascinante che consente di ottenere bellissimi effetti di...
Bricolage

Come fare un foro in una bottiglia di vetro

Capire come fare un foro su una bottiglia di vetro in un modo sicuro è un'abilità utile e creativa. Le bottiglie costituiscono una sfida complicata per via della loro forma: il vetro è fragile e si rompe in breve tempo se manipolato nella forma scorretta....
Bricolage

Come forare il vetro senza romperlo

Il vetro può essere sia tagliato che forato ed in entrambi i casi, l’operazione va fatta utilizzando degli strumenti appropriati. Mentre il taglio avviene con uno squadro di metallo e una rotella diamantata, i fori invece sono molto più difficili...
Bricolage

Come tagliare il vetro

Ai primi tentativi, quello di tagliare il vetro, può sembrare un'operazione non proprio semplice, e allo stesso tempo anche un po' pericolosa e rischiosa. Tuttavia, basterà comunque seguire i procedimenti giusti per cambiare idea e agire nel modo più...
Bricolage

Come effettuare l'incisione sul vetro

Se in casa avete una bottiglia o un soprammobile di vetro ed intendete decorarli, potete optare per la personalizzazione adottando la tecnica dell'incisione. Si tratta infatti di una procedura molto antica, piuttosto semplice che richiede poco tempo a...
Bricolage

Come riparare un tavolo di vetro

Se tra gli oggetti d'arredo della nostra casa abbiamo un tavolo di vetro che sfortunatamente si è incrinato, oppure presenta problemi di stabilità e fragilità, possiamo intervenire con delle riparazioni appropriate usando alcuni materiali ed attrezzi....
Bricolage

Come riparare le crepe della fibra di vetro

Nella nostra abitazione sono sicuramente presenti moltissimi oggetti realizzati in fibre di vetro come ad esempio una vasca, questo particolare materiale è realizzato utilizzano del vetro filato a diametri molto piccoli immersi in una matrice epossidica....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.