Come seccare e conservare i semi

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La crescita di una piante viene determinata sempre da un seme. Questo è un piccolo elemento, che una volta piantato germoglia e sviluppa piano piano le sue radici. Una volta, che si espande completamente genera il fusto, le foglie, fiori e frutti. Per poi, sviluppare i propri semi. Questi vanno tolti dalla pianta e conservati per avere nuove piante. La procedura nello specifico, è quella di seccare e conservarli in modo adeguato. Prima di tutto è fondamentale che il seme va raccolto quando a maturazione completa del frutto. Quindi, dovete fare attenzione, in quanto le tracce di polpa potranno dar vita a muffe e anche l'insetto più insignificante potrebbe prolificarsi dentro la nostra speciale confezione. Quindi per trattarli occorre lavarli sotto acqua corrente o coprirli con del latte. Per poi, farli fermentare qualche giorno, ripulirli e iniziare la fase di essiccazione. Nella seguente guida vi spiego come seccare e conservare i semi.

27

Occorrente

  • Latte
  • Contenitori di vetro o latta
  • Semi
  • Sacchetti di carta
37

Scegliere l'essiccazione giusta

Seccare i semi è essenziale e risulta molto importante. In quanto aiuta a conservarli a lungo e liberarli dall'eventuale umidità. D'estate basta metterli su un piatto al sole. Per farlo, basta che utilizzate della carta oleata. Invece in inverno, potete conservarli in delle buste di carta se si tratta di semi di piccole dimensioni. Oppure, in sacchetti di canapa se invece sono dei semi grandi. Il tempo di essiccazione viene determinato da vari fattori; la grandezza dei semi e le condizioni atmosferiche. Per semi di una circonferenza fino a 3 mm basteranno 2 settimane, per quelli molto grandi può essere utile provare a masticarli.

47

Scegliere i contenitori adatti

La scelta dei contenitori adatti è fondamentale. Poiché, i semi anche se non vengono utilizzati non significa che non siano attivi. Quindi, i contenitori devono risultare consoni alla conservazione e non devono rovinare i semi. Per questo motivo bisogna scegliere materiali come il vetro e le latte. Questi devono avere un coperchio, che servirà da protezione. In questo modo non penetrerà la luce e i semi resteranno sani. Oltretutto, tengono lontani gli insetti e piccoli animali. Dopo che avete preso il contenitore, prendete un sacchetto di carta e mettete dentro i semi. Successivamente, riponeteli nel contenitore e chiudete con il tappo.

Continua la lettura
57

Scegliere il luogo

Scegliere il luogo dove conservare e seccare i semi è essenziale. Questi vanno sistemati al buio e un posto poco umido. In questo modo eviterete di far prolificare delle muffe. Uno dei metodi migliori è quelli di conservarli in frigorifero. Ma, se vi serviranno presto vi suggerisco di conservarli in una stanza fresca e con una temperatura bassa e costante. Ecco come seccare e conservare i semi.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Utile è etichettare i nostri recipienti con nome della varietà e la data dell'inizio della conservazione
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come conservare i semi

Per la conservazione dei semi occorre molta pazienza. Solo cosí è possibile ottenere dei buoni risultati. Per conservare i semi, il metodo più veloce è la loro conservazione con buste e sementi. Per chi vuole mangiare del cibo biologico, la soluzione...
Giardinaggio

5 consigli per seccare le ortensie

Le ortensie sono una tra le piante più decorative che esistano. I loro fiori, infatti, presentano quasi una disposizione a grappolo e possiedono dei colori particolari e molto intensi, che vanno dal bianco al rosa al giallo, dal lilla al viola scuro,...
Giardinaggio

Come Estrarre E Mettere Da Parte I Semi Di Cetriolo, Melenzane E Zucchine

Il nome melanzana, in particolare, veniva popolarmente interpretato come mela non sana, proprio perché non è commestibile da cruda. Il cetriolo ha forma allungata, simile a quella dello zucchino, buccia spessa, ancorché edule, leggermente bitorzoluta...
Giardinaggio

Come coltivare la passiflora da semi

La passiflora da semi è una pianta molto particolare e viene comunemente chiamata "Fiore della Passione". Appartiene alla famiglia della Passifloraceae ed è una pianta perenne. Esistono due tipi di passiflora: rampicanti o a foglia caduca. Predilige...
Giardinaggio

Come far germogliare presto i semi

Per preparare i semi per la semina occorre farli germogliare. Per fare questa operazione non è necessario essere esperti del settore: si devono, infatti, seguire dei semplici passaggi e avere un po' di pazienza. Prima di avviare tale procediento è opportuno...
Giardinaggio

Come creare le bombe di semi

Volete un metodo facile e veloce per far germogliare il vostro giardino? Siete nel posto giusto, è semplice da fare: basta buttare nel vostro terreno delle bombe... Di semi. Seguite questo articolo per scoprire come crearle e divertitevi a spargerle...
Giardinaggio

Come far germogliare i semi di glicine secchi

Il glicine, altrimenti conosciuto sotto il nome di "Wisteria", è una pianta dal bel colorito violaceo, che risulta perfetta per pergolati robusti a cui farla aggrappare, è adornare così il vostro balcone, terrazzo o il giardino. Ovviamente, è possibile...
Giardinaggio

Come coltivare i semi del mango e dell'avocado

Mango, avocado ed altri frutti esotici sono sempre più apprezzati nelle cucine occidentali, perché si prestano alla sperimentazione di piatti freschi e gustosi. Reperibili nei supermercati come primizie invernali, sono piuttosto costosi. Gli accaniti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.