Come seminare e coltivare le lenticchie

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Le lenticchie sono delle piante annuali che producono semi a forma di lente in miniatura. La lenticchia appartiene alla famiglia delle leguminose, ovvero quelle piante i cui semi crescono all'interno dei baccelli. Questi piccoli ma preziosissimi legumi sono molto ricchi di ferro e hanno i più alti livelli di proteine ​​rispetto a qualsiasi altro tipo di verdura. Una volta che si conoscono le giuste condizioni pedo-climatiche si possono coltivare e seminare le lenticchie in maniera autonoma. Vediamo come procedere.

25

Mettere i semi a dimora

Le piantine di lenticchia non richiedono un particolare tipo di terreno poiché resistono anche in quelli più grassi e argillosi, oltre a quelli sciolti e senza ristagni di acqua, ricchi di fosfati e potassio. Le stagioni per preparare il terreno sono l'autunno per le regioni italiane del Sud, fine inverno nelle regioni del Centro-Nord. Questa pratica consiste in una leggera aratura di circa 15 cm di terreno con concimatura preferibilmente di letame. I semi vengono messi a dimora lungo delle file parallele distanti tra di loro circa 35-40 cm, a un passo di 8-10 cm gli uni dagli altri e ad una profondità di 2 cm. Le piccole buche dovranno poi essere ricoperte con il terreno lasciato ai margini della fila e leggermente sarchiate.

35

Innaffiare costantemente i semi

La seconda fase per auspicare che le lenticchie germoglino consiste nell'irrigazione. I semi, infatti, richiedono un costante apporto d'acqua soprattutto durante il periodo che va dalla fioritura all'ingrossamento del baccello. Le innaffiature possono essere fatte con piccoli impianti di irrigazione, di cui magari si può non aver bisogno nel caso di precipitazioni piovose invernali e primaverili. Durante la coltivazione che terminerà a giugno-luglio con la raccolta della lenticchia, la dovuta attenzione dovrà essere mirata all'eventuale presenza di parassiti o malattie fungine che potranno essere combattuti con l'ausilio del solfato di rame, che non è nocivo alla salute in quanto non viene assorbito dalla pianta bensì si deposita lasciando uno strato di protezione.

Continua la lettura
45

Raccogliere i baccelli e sradicare la pianta

Le piantine che raggiungono 30-40 cm di altezza, dopo la fioritura producono i baccelli, i quali sono pronti ad essere raccolti non appena ingialliscono. Dopo la raccolta, la pianta viene sradicata per lasciare il terreno libero e pulito. I baccelli invece vengono fatti essiccare per poi estrarne i semi e separare le lenticchie dal rivestimento, eliminando così residui, sassolini o semi diversi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come seminare e coltivare le zucchine

La zucchina è una pianta originaria delle regioni calde dell'America del sud, affine alla zucca. Le foglie delle zucchine sono grandi, pelose, di forma pressoché triangolare e con il margine seghettato. I fiori delle zucchine, maschili e femminili,...
Giardinaggio

Come seminare e coltivare i meloni

Il melone è un frutto molto apprezzato da adulti e bambini; esso nel periodo estivo viene utilizzato per antipasti insieme al prosciutto e come dessert. Il melone oltre ad avere un gusto caratteristico è importante per le sue proprietà nutritive. Leggendo...
Giardinaggio

Come seminare e coltivare i piselli

Da alcuni anni prende sempre più piede l'usanza di allestire un orto in casa. Chiunque possieda un piccolo appezzamento di terreno può iniziare quest'attività interessante. Coltivare ortaggi, e il giardinaggio in generale, può essere un hobby rilassante....
Giardinaggio

Come seminare e coltivare la brassica juncea

Riuscire a coltivare e a mantener viva la propria pianta preferita è uno degli obiettivi maggiormente ambiti dalle persone. La soddisfazione di poter vedere il proprio balcone, giardino fiorito è sicuramente qualcosa di molto appagante: purtroppo, non...
Giardinaggio

Come seminare e coltivare i pomodori

La pianta di pomodoro generalmente si sviluppa lungo un unico fusto principale, su cui si trovano le foglie: nella parte più bassa, cresce una gemma che dà origine ad un'altra piantina, ma purtroppo dev'essere eliminata perché sottrae linfa e nutrienti...
Giardinaggio

Come seminare e coltivare i carciofi

Abbiamo deciso di offrire ai nostri lettori, che sono amanti degli ortaggi sani, privi di concimi e del tutto naturali, una valida guida, attraverso cui, poter imparare veramente tanto ed in particolar modo come poter coltivare tutto ciò che si desidera,...
Giardinaggio

Come seminare e coltivare i peperoni

Il peperone (Capsicum annum) è una pianta appartenente alla famiglia delle Solanacee, famiglia alla quale sono riconducibili anche altre piante come il pomodoro, la melanzana o la patata. Esistono diverse varietà di peperone che principalmente vengono...
Giardinaggio

Come seminare e coltivare i cetrioli

Esistono molte piante adatte ad essere coltivate, per poi essere mangiate perché contenenti delle proprietà benefiche per l'organismo. Il cetriolo è una di queste. Il cetriolo è una pianta originaria delle regioni himalayane, coltivata per i suoi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.