Come seminare le cipolle in vaso

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La cipolla è un vegetale molto versatile in cucina, poiché consente di preparare tantissimi tipi di pietanze, anche se è molto gustosa consumata a crudo in insalate miste di verdure, oppure impanata e fritta. Far crescere le cipolle non è difficile; infatti, anche in un contenitore su un balcone o un terrazzo è possibile ottenerne un buon quantitativo. A tale proposito, ecco una guida su come seminare le cipolle in vaso.

25

Occorrente

  • Semi di cipolla
  • Terriccio
  • Fertilizzanti
  • Vaso capiente
  • Torba sminuzzata
35

Preparare il vaso

Se dunque siete alla ricerca di un modo di mangiare alimenti biologici, e nel contempo intendete risparmiare denaro, allora potete cimentarvi nella coltivazione delle cipolle in vaso. Prima di iniziare, è doveroso sottolineare che dopo la semina occorrono almeno 3 mesi prima di ottenere i classici bulbi pronti da usare. Inoltre le cipolle per una corretta crescita, hanno bisogno di un terriccio ben concimato e moderatamente umido. Detto ciò potete preparare il vaso con il suddetto terriccio, che deve essere in grado di far sviluppare in modo sano il bulbo sottostante, per cui il diametro ottimale è di 40 centimetri mentre l’altezza deve essere intorno ai 30. Questi sono dunque i primi passi fondamentali prima di iniziare la semina.

45

Iniziare la semina

Per seminare le cipolle in vaso, basta acquistare in un qualsiasi punto vendita di prodotti per il giardinaggio i semi in bustina, dopodiché una volta inserito nel vaso il terriccio adatto, ed aver provveduto ad aggiungervi della torba sminuzzata per garantire un ottimo drenaggio, potete iniziare la semina. In tal caso praticate con una matita del formato standard, un foro per quasi tutta la sua lunghezza, e poi ne create altri tenendoli però a debita distanza l’uno dall'altro (almeno 8 cm), poiché com’è noto il bulbo di questo ortaggio è particolarmente ampio, quindi se non libero potrebbe strozzarsi. Terminata la semina, procedete poi ricoprendo i fori con lo stesso terriccio che avete asportato, e infine fate una piccola innaffiatura giusto per compattare il tutto.

Continua la lettura
55

Usare fertilizzanti adeguati

A questo punto in attesa che trascorra il tempo necessario affinché i bulbi di cipolla diventino commestibili, ci sono da fare piccole ma funzionali concimazioni, usando dei fertilizzanti adeguati. Uno a base di azoto, deve infatti essere somministrato circa tre settimane dopo la semina, e poi l’operazione deve continuare con applicazioni ogni 2 o 3 settimane. Una volta che dal terriccio del vaso spunta il caratteristico stelo verde, allora la concimazione a base di azoto si può interrompere. Questo condizione in genere avviene circa 4 settimane prima del raccolto. In questo lasso di tempo, sono necessarie soltanto delle regolari innaffiature, ma senza eccessi d'acqua.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Il calendario dell'agricoltore: quando seminare

Seminare è il primo passaggio obbligato per ogni agricoltore e per chiunque desideri cimentarsi con la coltivazione. L'interazione tra la pianta e l'ambiente esterno determina il successo della semina e la buona salute della pianta, che restituirà il...
Giardinaggio

Come seminare le viole del pensiero

Le viole del pensiero sono tra i fiori più amati; esse danno la possibilità di realizzare splendide e variopinte aiuole e bordure. Questi deliziosi capolavori della botanica vantano inoltre proprietà depurative, lassative e diuretiche. Le viole del...
Giardinaggio

Come seminare un orto

Il giardinaggio oggi giorno interessa molte persone. In particolar modo quello di coltivare un orto è diventato un fenomeno di ritorno. Infatti, recentemente la maggior parte degli orticoltori spende il suo tempo cercando di ottenere risultati visibili...
Giardinaggio

Come seminare fiordalisi e margherite

I fiori, splendido dono della natura, rallegrano e colorano ogni ambiente. Nella stagione primaverile specialmente, il loro profumo e la loro vista attraggono ognuno di noi. Se amiamo i fiori, anche se il giardinaggio non è esattamente il nostro forte,...
Giardinaggio

Orto in autunno: 5 cose da seminare

Chiunque sogna di avere un orto durante tutto l'anno per poter coltivare quello che preferisce in modo tale da non andare incontro a problemi salutari e assumere cibi nutrienti e sicuri. Ottenere un orto è una cosa molto semplice anche se curarlo richiede...
Giardinaggio

Orto in autunno: cosa seminare e trapiantare

Arriva l'autunno e il vostro orto necessita di una ripulita. In estate vi ha dato tante soddisfazioni con zucchine, pomodori, fagioli, uva e quant'altro. Tutte cose che richiedono tanto spazio e cura. Raccolti questi meravigliosi prodotti della terra,...
Giardinaggio

Come seminare le piante annuali per la fioritura estiva

Allestire in modo alquanto adeguato il proprio balcone o il proprio giardino non è una cosa banale. Talune volte, infatti, a causa della mancanza di tempo ed, in modo particolare, a causa della mancanza di spazio, oppure, a causa delle condizioni atmosferiche,...
Giardinaggio

Come seminare nei contenitori multiforo

Nella guida che segue si desidera aiutare tutti i lettori e lettrici, che sono dei veri e propri appassionati di giardinaggio, a capire come poter seminare nei contenitori multiforo, il tutto con le vostre mani e la vostra buona volontà. Cercheremo di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.