Come seminare l'erba con la carta straccia

Tramite: O2O 22/02/2015
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Se siamo appassionati di giardinaggio o desideriamo prenderci cura del nostro prato o del nostro giardino, ci servirà sapere come riuscire a seminare bene l'erba e quali metodi utilizzare.
In questo settore possiamo provare mille tecniche, anche molto economiche ed ecologiche. Una di queste ci richiederà di utilizzare della semplice carta straccia.

Mescolare i semi dell'erba da giardino con carta straccia ed altri ingredienti ne stimola, infatti, una crescita rigogliosa per lungo tempo. Questo è generalmente un metodo simile all'idrosemina, che contempla miscugli di sementi, concimi minerali ed organici e materiale pacciamante. La viscositá della mistura ne rende molto piú agevole la distribuzione rispetto ai soli semi, soprattutto in zone impervie tipo declivi o terreni non uniformi. Vediamo allora come fare per riuscire a seminare l'erba con la carta straccia.

27

Occorrente

  • Semi per erba
  • vecchi giornali e carta
  • farina
  • acqua
  • secchio
  • fertilizzante organico
  • tazza per misurare
37

A volte bastano pochi strumenti per prenderci cura del nostro giardino. In questo caso dovremmo semplicemente utilizzare della carta straccia, che possiamo trovare facilmente, e seguire delle semplici procedure.

Per quanto riguarda la carta, possiamo utilizzare dei vecchi quotidiani, fogli avanzati dall'ufficio, qualsiasi cosa purché non sia colorata o patinata. Per prima cosa bisognerà stracciarla: assicurandoci di romperla bene, verificando accuratamente che non ci siano adesivi, graffette o qualsiasi altro elemento inorganico.

47

Passiamo poi a mescolare 3 tazze di acqua con 2 tazze di farina in un contenitore e rivoltiamo il tutto per bene, fino ad ottenere un liquido spesso ed omogeneo.

Versiamo adesso l'impasto ottenuto in un secchio capiente e aggiungiamo piano piano la carta straccia. Quindi mescoliamo il contenuto bene mano a mano, ricoprendo la carta con la mistura di acqua e farina fino a creare una massa appiccicosa. Aggiungiamo quindi un cucchiaio di fertilizzante organico ed un cucchiaio di semi di erba e mescoliamo ancora per bene, in modo che i semi risultino uniformemente sparsi nell'impasto quando lo applicheremo.

Continua la lettura
57

Adesso siamo pronti per la semina: versiamo la mescola ottenuta sulla zona dove vogliamo che cresca l'erba. Teniamo presente che ne occorrerà uno strato spesso circa 1 cm, potremmo aiutarci con una vanga per distribuire uniformemente l'impasto e vedremo che, se della consistenza giusta, aderirá bene anche su terreni in discesa. Qualora non fosse sufficiente a coprire tutta l'area, moltiplichiamo le quantità indicate proporzionalmente o ripetiamo il procedimento varie volte.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come rinverdire le aree prive di erba

Prendersi cura del prato del proprio giardino è un'operazione che richiede una certa costanza. Infatti trascurare l'erba del prato per qualche tempo può determinare una serie di problematiche. Una delle più comuni è senza ombra di dubbio la formazione...
Giardinaggio

Come seminare le verdure primaverili

Nel mondo dei vegetali esistono delle piante essenziale per la nostra alimentazione: le verdure. Si tratta di micronutrienti che contengono vitamine e tanti minerali. Esse sono presenti tutto l'anno, ma ogni varietà cresce nel periodo specifico. Questo...
Giardinaggio

Come Seminare I Fagiolini

I fagiolini sono piante rustiche, come tutte le leguminose. Si possono seminare e coltivare con facilità. Non necessitano di concime e crescono rigogliosi in terreni umidi e in luoghi temperati. Hanno bisogno di esposizione diretta alla luce del sole....
Giardinaggio

Come far crescere l'erba in un terreno argilloso

Per ottenere i migliori risultati, sia nell'orto sia i giardino, è necessario conoscere la situazione fisico-chimica del terreno. Vi sono, in natura, terreni più o meno spiccatamente acidi, neutri, alcalini; possono anche essere argillosi, sabbiosi,...
Giardinaggio

Il calendario dell'agricoltore: quando seminare

Seminare è il primo passaggio obbligato per ogni agricoltore e per chiunque desideri cimentarsi con la coltivazione. L'interazione tra la pianta e l'ambiente esterno determina il successo della semina e la buona salute della pianta, che restituirà il...
Giardinaggio

Orto sul balcone: cosa seminare a Maggio

Con l'arrivo delle belle stagioni primaverili ed estive viene sempre più voglia di dedicarsi completamente al giardinaggio, specialmente per tutti quelli che hanno il pollice verde. Ci sono infatti tantissime persone che hanno come hobby principale quello...
Giardinaggio

Come seminare il kiwano

Quando si possiede un giardino, con un piccolo angolo di terra da destinare alle piccole coltivazioni, sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Magari si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare e piantare una pianta esotica, che offra...
Giardinaggio

Come seminare fiordalisi e margherite

I fiori, splendido dono della natura, rallegrano e colorano ogni ambiente. Nella stagione primaverile specialmente, il loro profumo e la loro vista attraggono ognuno di noi. Se amiamo i fiori, anche se il giardinaggio non è esattamente il nostro forte,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.