Come sgorgare un lavello o un lavabo

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

L'accumulo di molte impurità (come residui di sapone, capelli, avanzi di cibo, ecc.) sono la causa principale degli ingorghi degli scarichi. I metodi per disintasarli prevedono l'uso di un prodotto chimico oppure l'adoperare metodi meccanici come lo sturalavandini a ventosa o il filo di ferro.
Vediamo insieme come sgorgare un lavello o un lavabo!

27

Occorrente

  • 150 g di sale
  • 150 g di bicarbonato
  • soda caustica
  • guanti
  • sturalavandino a ventosa
  • filo di ferro
37

Se decidete di usare un prodotto chimico (solitamente è la soda caustica), acquistabile nei supermercati, sappiate che il suo vantaggio è il non dover smontare niente: è, comunque, molto corrosivo e per tal motivo può danneggiare le guarnizioni. Nel momento in cui lo spargete, indossate un paio di guanti e badate a non provocare eventuali schizzi, svuotate come meglio potete il lavello e riempite la sua imboccatura con il prodotto; versate poi, con prudenza, dell'acqua bollente e dopo averlo lasciato agire per un po', risciacquate le tubature.

47

Nel caso in cui volete evitare l'uso del prodotto chimico, potreste adoperare un rimedio alternativo, poco costoso e non nocivo alla salute. Per la sua realizzazione vi occorre del sale, bicarbonato di sodio e acqua bollente. Prendete un contenitore ed unite il sale con il bicarbonato: non appena i due elementi risultano ben amalgamati tra loro, versate il tutto nell'ostruzione; per attivare il composto gettate un litro e mezzo di acqua bollente. Questo sistema è ottimo per mantenere lo scarico pulito e va effettuato almeno una volta al mese!

Continua la lettura
57

Qualora non abbiate risolto nulla con gli accorgimenti economici, dovete passare ai metodi meccanici: lo sturalavandini a ventosa è uno di questi e anche in questo caso non è necessario smontare nulla. Lo strumento è costituito da un corpo a forma di campana e da un manico di legno o di plastica, posto nella parte superiore. È capace di rimuovere blocchi compatti, soprattutto se vi spalmate della vasellina, sulla parte che sarà a contatto con la superficie dello scarico. Posizionate la ventosa sull'apertura di scarico ma tappate tutti i buchi del lavandino, come il troppopieno; riempite il lavandino con l'acqua, che dovrà coprire la gomma della campana, spingete con forza il manico verso il basso e sollevate il bordo della ventosa. Quando il sifone si è infine sgorgato, togliete lo straccio dal troppopieno, aprite poi il rubinetto e sciacquate le condutture per eliminare tutti i residui.

67

Se l'ostruzione è irrisolvibile dovete utilizzare il filo di ferro a mò di uncino, ciò prevede lo smontaggio e il rimontaggio del sifone. Per la complessità del lavoro, se non siete esperti, non tentate di provare con il fai da te ma affidatevi al vostro idraulico di fiducia, che con poche mosse vi risolverà l'intoppo!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come sgorgare le tubature in maniera naturale

I tubi di scarico, soprattutto quelli del lavandino del bagno e del lavello della cucina, tendono ad intasarsi a causa dei residui di cibo, capelli e piccoli oggetti che possono cadere accidentalmente nello scarico. Questo intasamento provoca un rallentamento...
Casa

Come montare un lavabo a muro

Non capita di rado di avere la necessità di sostituire o montare un lavabo a muro, questo si intende il classico lavandino che si trova in ogni bagno o lavanderia e può essere dotato o meno di una colonna che ne ricopre le tubature, anche se oggi quelli...
Casa

Come installare il tubo flessibile del lavabo

A chiunque può capitare di avere delle perdite d'acqua in casa e molto spesso sono dovute semplicemente al tubo flessibile del lavabo, sia quello del bagno che quello della cucina. In molti casi potrebbe essere l'intero bagno (o la cucina) a dover essere...
Casa

Come sostituire un lavabo

La sostituzione di alcuni sanitari presenti in casa come ad esempio un lavabo non è affatto difficile e richiede soltanto praticità, la conoscenza di alcune nozioni di idraulica e un po' d'accortezza. Per eseguire con il fai da te un lavoro del genere,...
Casa

Come montare un lavabo semincasso

Il lavabo semincasso è quel tipo di lavandino che sfrutta in parte un piano d'appoggio e permette di risparmiare spazio e aggiungere un tocco di stile moderno al bagno. Per montarlo, bisogna stare molto attenti a non rovinare il piano che potrebbe essere...
Casa

Come realizzare un mobile con lavello

Gestire adeguatamente l'arredamento del bagno e sfruttare al meglio ogni piccolo spazio, è un grande obiettivo da perseguire. Tuttavia, la moda del momento di propone delle soluzioni più o meno adeguate alle nostre esigenze. Il problema generalmente...
Casa

Come costruire un lavabo

Sicuramente il lavandino rappresenta uno di quegli accessori che non possono mancare in qualsiasi abitazione. In bagno, in cucina e in lavanderia il lavabo è indispensabile per le basilari funzioni igieniche che riveste. All'interno di questa semplice...
Casa

Come verniciare un lavabo

Se in bagno abbiamo un lavabo che si presenta particolarmente ingiallito a causa dell'usura del tempo, e non intendiamo sostituirlo è importante sapere che si può verniciare utilizzando degli appositi coloranti. A tal proposito in questa breve guida...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.