Come si effettua la potatura

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I tagli e le potature sono fondamentali, se volete che le vostre piante crescano e si presentino al meglio, senza invadere lo spazio non destinato a loro. La potatura della maggior parte delle piante ornamentali legnose si effettua nella stagione di quiescenza, oppure nel periodo di fioritura primaverile, appena i fiori cominciano a svanire. Le piante erbacee invece possono essere potate al termine della stagione vegetativa oppure dopo la fioritura. Vediamo insieme, a tal proposito, come fare.

26

Occorrente

  • Un paio di cesoie
  • Un paio di cesoie con l'impugnatura lunga (opzionale)
36

Dove i boccioli sono ben visibili, effettuate un taglio secco appena sopra di loro, avendo cura di non lasciare staminali libere che potrebbero incoraggiare il disseccamento o il deperimento. Tagliate tre o quattro millimetri sopra la gemma, in modo da non danneggiarla. Assicuratevi di utilizzare sempre cesoie molto taglienti quando potate. Se risultano essere vecchie, possono causare alla pianta gravi danni ed esporla più facilmente alle malattie. Se la pianta ha coppie di gemme una di fronte all'altra, effettuate un taglio dritto se volete che entrambe le gemme si sviluppino.

46

In alternativa tagliate trasversalmente per salvare una sola delle gemme in un unico stelo. Se ci sono già troppe gemme, è meglio utilizzare quest'ultimo metodo, in modo da concentrare la crescita al centro della pianta e non sovraccaricarla di germogli. In questa operazione cercate ovviamente di privilegiare le gemme disposte ordinatamente, rispetto a quelle spuntate un po' a caso. Tagliate tutto il legno vecchio o morto che si trova alla base della pianta, per favorire la crescita di nuovi e più forti germogli alla base. Potrebbe rivelarsi necessario l'utilizzo di cesoie ad impugnatura lunga e fare leva se il legno è spesso e resistente.

Continua la lettura
56

Per ringiovanire gli arbusti cedui o i vecchi cespugli, che vengono coltivati principalmente per il colore dei loro steli, potate tutti i gambi fino a dieci o quindici centimetri sopra la loro base durante il periodo di riposo vegetativo. Non preoccupatevi se non ci sono germogli visibili. Rimuovete rami spessi e fusti con l'aiuto di una sega per potatura. Per i grossi rami lasciate uno o due centimetri dal punto in cui si uniscono al fusto principale, in modo che l'albero o l'arbusto riesca velocemente a rimarginare la ferita. Qualora ci siano steli che crescono vicini o che si incrociano, tagliatene uno per impedire lo sfregamento che a lungo andare può danneggiare la corteccia, e provocare alla pianta una maggiore esposizione alle malattie. Buon lavoro!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se la pianta ha coppie di gemme una di fronte all'altra, effettuate un taglio dritto se volete che entrambe le gemme si sviluppino.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Tecniche e consigli di potatura

Avete degli alberi nel vostro giardino? Questi necessitano della periodica potatura e non volete spendere denaro superfluo affidando questo lavoro a un tecnico specializzato? Niente paura! Questa guida verrà in vostro soccorso! Nei passi seguenti infatti...
Giardinaggio

Come fare la potatura di risanamento

La potatura è un elemento molto importante della cura delle nostre piante. Non è solo una questione estetica, ma anche soprattutto una questione di salute. La cosa è ben evidente, ad esempio, nelle piante da frutto. Infatti, una buona potatura permette...
Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura dell'arancio

L'arancio è uno degli alberi più belli da tenere in un terreno o in un grande giardino. La sua potatura è semplice da effettuare, ma per fare in modo che l'arancio sia sempre sano e produca dei frutti succosi e genuini bisogna prestare attenzione ai...
Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura del mandorlo

La Potatura è un operazione che viene fatta agli alberi e alle piante per migliorare le fioriture successive. Per tutto il periodo invernale le piante si trovano in uno stato vegetativo, ma con l'arrivo della primavera inizia la fase del risveglio....
Giardinaggio

Come realizzare diversi tipi di potatura

La potatura varia a seconda del periodo dell'anno in cui ci si trova e a seconda delle piante. Nella guida che segue, vengono illustrate tre principali tipi di potature da realizzare sulle vostre piante, ovviamente in base all'albero e al periodo nel...
Giardinaggio

Albicocche: come fare la potatura e la raccolta

Gli alberi da frutto, come ben si sa, hanno bisogno di particolari attenzioni. Anche l'albicocco, come gli altri frutti, necessita della potatura se si vuole fare un'ottima raccolta. La potatura di formazione, detta anche di allevamento, è abbastanza...
Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura del susino

Gli alberi di susino, regalano dei meravigliosi frutti davvero dolci e gustosi, ma spesso sono difficili da curare se non si rispettano delle basilari regole di potatura.La potatura migliora la salute dell'albero, ne favorisce lo sviluppo e la crescita...
Giardinaggio

Come fare la potatura del pesco

Ogni tipo di pianta ha bisogno di rinnovarsi. Esistono alberi da frutto che fin dall'impianto servono attenzioni continue. Queste vanno eseguite in modo preciso e ripetute ogni volta che serve. Fa parte di questa categoria l'albero di pesco che appartiene...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.