Come smaltare la creta

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se amiamo lavorare la creta e poi intendiamo smaltarla è importante sapere che è un procedimento necessario per abbellire il materiale, per ridurne le porosità, far risaltare il colore, ed inoltre lo rafforza e lo rende impermeabile. Lo smalto è uno strato di rivestimento, che viene fuso su un oggetto di creta attraverso un processo di cottura. In riferimento a ciò, ecco una guida con alcuni consigli su come smaltare correttamente la creta.

26

Occorrente

  • Creta
  • Smalti
  • Forno
36

Procedere con la spolveratura a secco

Un primo metodo per smaltare la creta è quello di procedere con la spolveratura a secco, che va direttamente applicata sulla superficie dell'oggetto. La miscela è composta da sale o soda e deve essere messa in forno ad alte temperature, in modo tale da creare un'atmosfera ricca di vapori di sodio capace di interagire con l'alluminio e gli ossidi di silice presenti nel corpo della creta. Con il calore formano un vetro di deposito e danno vita alla smaltatura. Quelli di sospensione, costituiti da svariati minerali in polvere e dagli ossidi metallici, sono applicati per immersione direttamente nello smalto.

46

Usare un aerografo

Un'altra tecnica per smaltare la creta, consiste nel versare la glassa sopra l'oggetto, usando poi un aerografo per spruzzarla, oppure un altro strumento che abbia le sue stesse caratteristiche tecniche. Per impedire che la vostra creazione si attacchi al forno durante la cottura, lasciate una piccola parte del materiale senza smalto. In alternativa, realizzate dei supporti che possano essere facilmente rimossi dopo la cottura, utilizzando del materiale refrattario. Lasciate, quindi, raffreddare la creta ed applicate le decorazioni che desiderate. Per lucidare l'oggetto, utilizzate uno smalto trasparente lucido. Un esempio di decorazione sotto-smalto è il ben noto bianco e blu, prodotto in Inghilterra, in Olanda, in Cina ed in Giappone.

Continua la lettura
56

Applicare lo smalto a strati

Infine il terzo metodo utile per smaltare efficacemente la creta consiste nell'applicare lo smalto a stati sulla superficie dell'oggetto realizzato. Gli smalti impiegati in questa tecnica, vengono fusi a basse temperature e rendono l'aspetto dell'oggetto più decorativo. Una volta che il pezzo viene generato ed esce dal forno, la sua consistenza risulterà molto più liscia ed omogenea. Infine è importante sottolineare che in commercio ci sono due tipologie di smalti ovvero quello piano e il bombato, il che significa poterli usare rispettivamente per superfici piane come ad esempio una cornice, oppure per smaltare quelle circolari tipo una statuetta oppure una sfera.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Smaltate sempre gli oggetti che create in creta per renderli più luminosi e rifiniti
  • Scegliere tra lo smalto piano e quello bombato

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come costruire un albero di creta

La creta si sa è IL materiale per eccellenza, utilizzato dall'alba dei tempi per realizzare gli oggetti più disparati, da utensili per la casa, a oggetti di arte. Anche nota come argilla, la creta è un materiale molto malleabile e duttile, facilmente...
Altri Hobby

Come smaltare un vaso di terracotta

Ogni abitazione è ricca di decori che ornano ogni piccolo angolo e fanno la loro figura sul mobilio. Se avete la passione per l'arte del fai da te, potete modificare, creare e abbellire ogni piccolo oggetto con dei pratici e semplici gesti. Seguiamo...
Altri Hobby

Come costruire una pista per biglie in creta

Se avete a disposizione uno spazio aperto come un giardino e desiderate costruire una pista per le biglie per i vostri bambini, questa guida fa al caso vostro. Vi presentiamo un progetto che prevede la sua realizzazione in creta. Si tratta di un materiale...
Altri Hobby

Come creare delle montagne in un plastico

In questo articolo, si vuole proporre il modo per imparare come poter creare, con le proprie mani e grazie alla propria fantasia, delle bellissime montagne in un plastico, in modo tale da poterlo riproporre e farlo vedere ai proprii amici e parenti, ma...
Altri Hobby

Come essiccare il das

Il DAS (dal nome del suo inventore, Dario Sala) è una pasta polimerica ampiamente usata nel modellismo. Brevettata nel 1962, e oggi prodotta dalla FILA, ha delle qualità molto simili alla creta. Con la guida di oggi otterrete utilissimi consigli su...
Altri Hobby

7 modi per realizzare un piattino portaoggetti

Siete disordinati? Siete pieni di piccoli oggetti che perdete per la casa? Allora avete assolutamente bisogno di realizzare un piattino portaoggetti! Sono degli arredi semplici da realizzare. Per farli potete usare anche materiali di riciclo! Ma vediamo...
Altri Hobby

Come modellare il cernit

Il cernit fa parte della categoria di pasta modellabile insieme al fimo, alla plastilina, al das, alla creta e via dicendo. La caratteristica che la distingue dalle altre e l'avvicina maggiormente al fimo e alla creta è la possibilità di cuocere al...
Altri Hobby

Come realizzare una calamita per il frigo

Ci sarà sicuramente capitato di voler decorare il nostro frigorifero attaccandoci delle coloratissime calamite, ma spesso preferiamo acquistarle già pronte per essere posizionate sul nostro frigorifero, recandoci in appositi negozi. Tuttavia non sempre...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.