Come Smaltire Il Mercurio

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il mercurio fino a poco tempo fa era un materiale utilizzato nei termometri, grazie alla sua capacità di reagire al calore e quindi di indicare la temperatura corporea. È tuttavia risaputo che tale sostanza è tossica e a causa di questo fattore progressivamente è stata eliminata dal commercio. L'introduzione nell'organismo del mercurio può avvenire ingerendolo, inalandolo o semplicemente toccandolo, poiché tale sostanza è capace di penetrare dalla pelle. Il mercurio liquido è molto pericoloso e il rischio maggiore di intossicazione acuta è legato proprio ai vapori. A causa della sua grande tensione superficiale risulta essere un liquido che non attraversa le spugnosità aperte dei comuni materiali da costruzione. Quest'ultima proprietà consente di calcolare la distribuzione della porosità aperta dei materiali tramite porisimetria ad intrusione di mercurio. All'incirca dalla seconda metà del quindicesimo secolo, il livello di nocività del mercurio e le sue conseguenze dannose che ricadono sulla salute della mente si manifestarono in particolar modo in Inghilterra, quando alcuni disordini mentali si diffusero tra i produttori di cappelli, coloro quindi che usufruivano di ingenti quantità di mercurio per lavorare il feltro. Nella seguente guida vi sarà spiegato come poter smaltire il mercurio.

26

Occorrente

  • Contenitore in plastica con chiusura
  • foglio di carta o plastica
36

Può capitare, soprattutto se si è in possesso di vecchi termometri a mercurio ancora in casa, di dover rimediare ad una perdita di mercurio da termometri o altro e di non sapere come reagire e come poterlo smaltire nel modo corretto. Prima di ogni cosa è assolutamente necessario raccogliere il mercurio caduto o disperso, facendo attenzione a non spezzarlo ulteriormente e quindi a non peggiorare la situazione.

46

Procedete raccogliendo il mercurio con l'aiuto di un foglio di plastica, in modo da tenerlo tutto unito e inseritelo all'interno di un contenitore che sia costituito da un tappo chiuso, in modo tale che non si disperda il materiale. A questo punto aprite tutte le finestre e uscite dalla stanza in cui eravate, in modo che eventuali particelle possano essere eliminate totalmente.

Continua la lettura
56

Infine, per smaltire il vostro mercurio, dovete trovare dei centri di raccolta specifici, poiché buttare il mercurio all'interno di normali cassonetti contribuisce a disperderlo nell'ambiente e quindi a ritrovarlo in seguito nella catena alimentare. Recatevi in farmacia e chiedete dove si trovano i cassonetti per la raccolta del mercurio o chiamate il vostro comune. Buon lavoro.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di ogni cosa è assolutamente necessario raccogliere il mercurio caduto o disperso, facendo attenzione a non spezzarlo ulteriormente e quindi a non peggiorare la situazione.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come smaltire l'idropittura

L’ idropittura è un prodotto molto utilizzato tra i privati. Esso è adoperato per proteggere le strutture dagli agenti atmosferici, i metalli dalla ruggine e per aggiungere colore e vivacità a pareti e mobili. Molti proprietari di casa, a lavoro...
Materiali e Attrezzi

Come leggere la pressione barometrica

Per leggere la pressione barometrica è necessario possedere un barometro, uno strumento che può essere utilizzato per la pressione atmosferica. Questo strumento può essere usato per prevedere i cambiamenti del tempo. La lettura della pressione barometrica...
Materiali e Attrezzi

Come calibrare uno sfigmomanometro aneroide

Quando si usa il termine sfigmomanometro si intende indicare quello strumento usato per la misurazione della pressione arteriosa. Nato nel 1800 da quel momento è diventato fondamentale per tutti i medici; infatti, consente di tenere sotto controllo...
Materiali e Attrezzi

Come collegare una lampada ad alogenuri metallici

Molto spesso quando dobbiamo eseguire alcuni piccoli interventi nelle nostre case, sopratutto se non siamo degli esperti con il fai da te, preferiamo rivolgerci a tecnici esperti che eseguiranno il lavoro alla perfezione ma pagando in alcuni casi cifre...
Materiali e Attrezzi

Come risolvere i problemi di un termostato

Quando il termostato ha problemi di riscaldamento o raffreddamento, di solito si opta per la soluzione più ovvia: quella di chiamare del personale specializzato per risolvere l'inconveniente. Ma se si desiderano risparmiare un bel po' di soldi e prima...
Materiali e Attrezzi

Come installare un sistema di scarico su un doppio lavello

Se in cucina avete un lavello e volete cambiarlo con uno a due vasche, il procedimento e le operazioni non saranno complicate, siccome ci sono delle tubazioni in PVC pratiche ed economiche che si possono incastrare assemblandole, perciò senza l'occorrenza...
Materiali e Attrezzi

Come lubrificare una macchina per cucire

La macchina da cucire è un'apparecchio molto utile, soprattutto per gli amanti del cucito ma è difficile ottenere un funzionamento costante nel tempo, nel caso in cui i suoi meccanismi non sono ben puliti e lubrificati periodicamente. La lubrificazione...
Materiali e Attrezzi

Come usare il fissante per eternit

L'Eternit è un fibrocemento brevettatato nel 1901 da Ludwig Hatschek, un materiale prevalentemente a base di amianto che oggi non è più in commercio, sostituito da altri materiali non cancerogeni. Il suo nome deriva dal latino "aeternitas", ovvero...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.