Come smontare il sifone dello scarico

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Con il passare degli anni, alcuni elementi presenti nelle nostre case, tendono inevitabilmente ad usurarsi e per fare in modo che tutto possa sempre funzionare alla perfezione, sarà necessario eseguire alcuni interventi di manutenzione. Per eseguire queste operazioni, potremo richiedere l'intervento di tecnici specializzati, in questo modo saremo sicuri che l'intervengo vengo eseguito perfettamente. Tuttavia il costo dell'intervento potrebbe risultare troppo alto, per questo motivo, potremo evitare di chiamare un tecnico e provare ad eseguire le varie operazioni desiderato, con le nostre mani. Se non abbiamo mai eseguito questo tipo di lavori, non dovremo preoccuparci perché su internet potremo trovare tutte le istruzioni che ci permetteranno di riuscirci nella maniera più corretta possibile. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire a smontare il sifone dello scarico.

26

Occorrente

  • fogli di giornale
  • scotch carta
  • fil di ferro
  • chiave regolabile
  • soluzione per sturare i lavandini
  • lampadina tascabile
  • panno di cotone
36

Per prima cosa, prepariamo l'ambiente in cui dovremo svolgere l'operazione, poiché è inevitabile che cada un po' di acqua per terra e, per evitare di sporcare o di scivolare, è bene ricoprire il pavimento con dei fogli di giornale, da fissare con un po' di scotch carta. Si tratta di una precauzione, utile per evitare incidenti.

46

Per smontare il sifone, dovremo mettere un secchio direttamente sotto il tubo, per raccogliere così l'acqua contenuta. Dopo aver fatto questo, con la chiave regolabile o con le pinze, dovremo far fare mezzo giro al dado in senso antiorario, in modo da allentarlo. Quando il dado sarà libero, mettiamo da parte le pinze e continuiamo ad allentarlo con le mani, svitandolo del tutto.

Continua la lettura
56

Una volta svitato il dado, afferriamo saldamente il sifone e tiriamolo verso di voi. Occorre avere mano ferma, per evitare che cada e si rompa. Se il sifone è eccessivamente pesante, facciamoci aiutare da un amico, in modo da trattenere bene il pezzo. Poggiamo il sifone sul pavimento, sopra i fogli di giornale che abbiamo sistemato.

66

Prendiamo una lampadina tascabile e illuminiamo l'interno del sifone. Se lo abbiamo smontato perché i liquidi non riuscivano a defluire bene, prendiamo del fil di ferro e cerchiamo di tirare ciò che ostruiva il passaggio dell'acqua o dei fluidi di scarico. Se notiamo che questa operazione non è sufficiente, procuriamoci una soluzione per sturare i lavandini, bagniamo un panno e, sempre con il fil di ferro, passiamola all'interno del sifone. In questo modo, potremo sciogliere lo sporco che ha otturato il sifone. Una volta ripulito il sifone, avvitiamolo nuovamente al suo posto. Fermiamo il sifone con i dadi che avevamo smontato e stringiamo bene i vari componenti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come smontare il sifone del lavabo

Durante vari utilizzi di tutti i giorni, può succedere che per moltissimi motivi, debba essere necessario smontare il sifone del lavabo. Ad esempio può capitare che dentro ci cada un oggetto per errore, come un braccialetto o anello, per non parlare...
Casa

Come sostituire un sifone sottolavello

Può capitare che qualche piccolo oggetto cada accidentalmente nello scarico del lavello: un anello, un orecchino o altro. In questi casi dobbiamo risolvere un doppio problema, recuperare l'oggetto e liberare lo scarico. In queste occasioni viene subito...
Casa

Come sbloccare un sifone

All'interno dello scarico del lavandino, malgrado le dovute attenzioni, facciamo cadere tutta una serie di materiali tra cui resti di cibo e carta. Alcune volte la forza dell’acqua riesce comunque a trascinarli via, ma altre volte questo non accade...
Casa

Come Installare Un Sifone Salvaspazio

Il sifone è un dispositivo che viene normalmente installato al di sotto di ogni lavandino, in quanto il suo compito è esattamente quello di raccogliere eventuali detriti o oggetti finiti nello scarico onde evitare che questi possano finire nelle tubature...
Casa

Come cambiare il sifone del lavello

Nel fai da te, può spesso capitare di incontrare dei lavoretti davvero molto difficili. Ma fortunatamente non tutti sono così difficili da eseguire, e quindi non è obbligatorio l'ausilio di un esperto nel settore. Tra questi semplici lavoretti fai...
Casa

Come sostituire il sifone del lavello

La sostituzione di un sifone rappresenta un'operazione abbastanza facile da compiere e non richiede necessariamente la presenza di un idraulico. Il sifone nel caso specifico ha il compito di trattenere gli eventuali detriti solidi presenti nel rubinetto;...
Casa

come recuperare qualcosa nello scarico del lavandino

Sarà capitato un po a tutti che, un oggetto sia andato a finire accidentalmente nello scarico del lavandino. Tante sono le ragioni affinché possa verificarsi questo tipo d'incidente, le più probabili: quando abbiamo troppa fretta o perché non abbiamo...
Casa

Come riparare lo scarico del lavello che perde

I problemi all'impianto idraulico in casa possono capitare anche quando si presta molta attenzione a non crearli. Purtroppo però oggi è molto difficile poter contare sull'aiuto di una persona esperta e specializzata nel settore, per una ragione in particolare:...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.