Come smontare una sedia a dondolo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quanti ricordi ci ritornano alla mente guardando una sedia a dondolo. La nonna seduta sulla sedia che lavorava all'uncinetto, in un angolo della cucina o il nonno che leggeva il giornale, rilassandosi con l'altalenare del dondolio, nella sedia posta nel salotto di casa. Oggi le sedie a dondolo, oltre che per la loro funzionalità, vengono riproposte come elementi d'arredo. In commercio se ne trovano in diversi stili e materiali. Le classiche hanno generalmente uno schienale e la base della sedia, curve, che possono essere in faggio o in metallo. Le sedie a dondolo in rattan o in vimini sono quelle più richieste in quanto molto adatte per il giardino, completate con cuscinoni per renderle più comode. Se per un qualsiasi motivo, anche per conservarla in cantina, dobbiamo smontare la sedia a dondolo, allora non ci rimane che seguire i passi di questa guida che ci spiegheranno come fare.

26

Queste sedie si differenziano per la loro particolare struttura. Sono formate da uno schienale che accarezza tutta la schiena, una base (o seduta) ampia e, al posto delle gambe, il sistema di assi che permette l'oscillazione. Dopo aver constatato la struttura, non si differenzia molto dalle sedie "normali", quindi non sarà difficile procedere allo smontaggio. Può essere d' aiuto fotografare ogni momento della lavorazione, partendo dalla sedia montata, per ricordarne l'aspetto iniziale e crearsi un "manuale di istruzioni" personale, utile quando andremo a riassemblare ogni pezzo.

36

Partite dallo smontare le parti in legno curve che permettono alla sedia di dondolare, facendo attenzione alle diagonali, svitando le viti da legno che le fissano. Ora la sedia, si presenterà come una comune sedia e come tale procederete. Procedete togliendo le viti che fissano le gambe e scollando le giunture. Per fare ciò, servitevi di un seghetto per rimuovere la colla dalle spine. Attenti a non limare troppo per non assottigliare le spine e non creare un inutile gioco tra traverse e distanziatori.

Continua la lettura
46

Picchiate sulla seduta, all'altezza della giuntura con lo schienale e i manici. Ciò vi aiuterà ad allentare l'incastro e sfilare con più facilità il pezzo. È il momento di passare allo schienale e ai braccioli che si slegheranno con l'aiuto del seghetto, che raschierà leggermente le spine che li legano. Attenti a non danneggiare i montanti dello schienale e a procedere con delicatezza. La sedia è così smontata in ogni sua parte ed è pronta per un restauro ed una nuova vita. Potrebbe essere utile, fare un gioco di oscillazioni quando smontate i legamenti delle parti più sottili, come le gambe e i manici. Attenti a non fare, però, troppa pressione per non spezzare parti e compromettere la struttura della sedia. Chi non avesse in casa il raschietto può scollare la colla con del vapore, o un asciugacapelli.

56

Guarda il video

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come riparare i giunti di una sedia

Le sedie traballanti mettono veramente a dura prova la pazienza di chiunque, scomode per ovvie ragioni, entrano a far parte in pieno di quei lavoretti che ci si ripropone quotidianamente di fare ma che, puntualmente, si rimandano all'infinito. Perciò...
Casa

Come fare una sedia di macramé

La realizzazione di una sedia in macramè è un progetto abbastanza facile da mettere in pratica e il risultato sarà un oggetto unico, originale e personalizzato. Questo materiale è particolarmente adatto per creare una sedia da giardino, poiché è...
Casa

Come imbottire lo schienale di una sedia

L'imbottitura dello schienale di una sedia è un intervento che col tempo bisogna eseguire, in quanto il tessuto o il materiale di rivestimento inevitabilmente si assottiglierà e, in alcuni casi si bucherà pure, donando alla sedia un aspetto trascurato....
Casa

Come aggiustare una sedia traballante

Sicuramente anche voi a casa avrete come me almeno una sedia traballante che non ne vuole saperne di star ferma. È una cosa molto fastidiosa ma, come a tutto, c'è un rimedio anche per questo! Se volete risolvere il problema senza l'aiuto di qualche...
Casa

Come foderare una sedia da ufficio

Come foderare una sedia da ufficio. Questo è un lavoro che richiede abbastanza tempo e molta pazienza. Per prima cosa rimuovete il rivestimento della sedia con un cacciavite e delle pinze. Svitate le viti sul fondo della sedia, che mantengono il sedile...
Casa

Come Decorare Una Sedia Con Effetto Lapislazzuli

Il fai da te da vita ad opere, ristrutturazioni, creazioni ed oggetti di ogni genere e tipologia. Attraverso il riciclo e la ristrutturazione di mobili ed complementi d'arredo si riesce a ridare nuova vita a molte cose ormai obsolete o rovinate. Anche...
Casa

Come Trasformare Una Vecchia Sedia Con La Tecnica Del Decoupage

Se siamo degli appassionati di decoupage, possiamo mettere a disposizione la nostra creatività per rimodernare e rivitalizzare degli oggetti che magari non utilizziamo più o si ritrovano in un cattivo stato. Se possediamo una vecchia sedia ormai in...
Casa

Come riparare il sedile di una sedia

Spesso, con il trascorrere del tempo, i sedili delle sedie si potrebbero spezzare oppure potrebbe strapparsi la copertura in stoffa. In questi casi non bisogna necessariamente buttare via la sedia, in quanto è possibile procedere alla riparazione della...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.