Come sostituire il galleggiante dei serbatoi

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Sostituire il galleggiante dei serbatoi, non risulta essere affatto difficile per chi ha manualità e conoscenza di attrezzi, per intervenire con estrema sicurezza e affidabilità. Questo pezzo risulta essere inserito precisamente nell'ambito di: recipienti, cisterne, pozzi, coppe d'olio e altri contenitori pieni di liquidi, è una protezione di totale sensibilità, quando l'acqua raggiunge un certo livello, tempestivamente aziona precisamente una valvola d'arresto, facendo automaticamente bloccare la fuoriuscita del liquido. Il suo deterioramento può causare un traboccamento dell'acqua ed un fastidioso allagamento. Dunque, proprio perché l'operazione non risulta essere estremamente difficile, potete provare voi stessi ad effettuarla, ottenendo sicuramente un ottimo risultato. In questo modo, non solo imparerete una tecnica estremamente utile, ma potrete anche risparmiare notevoli somme di denaro dal momento che non dovrete necessariamente rivolgervi ad un tecnico professionista. A questo punto, non vi rimane che continuare a leggere con attenzione le seguenti indicazioni riportate esattamente nei successivi passi di questa interessante guida per apprendere utilmente come sostituire il galleggiante dei serbatoi.

25

Occorrente

  • chiavi inglesi, pezza asciutta, galleggiante nuovo
35

Chiudere il contatore:

La prima operazione che dovrete compiere, risulta essere esattamente quella di chiudere subito il contatore oppure il rubinetto che alimenta il liquido. Prima dell'acquisto fate molta attenzione al modello, alla marca e alla grandezza, facendovi sempre consigliare da addetti alla vendita, infatti la loro esperienza vi garantirà la sicurezza alla realizzazione di un operato all'altezza di un professionista. Potete visionare più negozi di ricambi idrici, sino a quando troverete il vostro galleggiante con le sue viti e i suoi pezzi. .

45

Smontare il galleggiante:

Successivamente, preparate le chiavi inglesi di varie misure, asciugate il galleggiante con una pezza asciutta, e smontatelo (vi può aiutare una piccola piantina disegnata con i vari passaggi di smontaggio). Se vii accorgete che la sede della valvola risulta essere consumata, rivestitela esattamente con il teflon, come pure la valvola d'aspirazione difettosa, estraete la coppiglia che tiene la leva dello stantuffo e la fate fuoriuscire, operazione che vi porta a smontare il coperchio di tale contenitore e continuare più comodamente.

Continua la lettura
55

Svuotate la cisterna:

Legate bene il galleggiante, svuotate del tutto la cisterna, facendo fuoriuscire tutta l'acqua residua, svitare il dado presente alla base del tubo di scarico e del sifone, questo procedimento facilita la rimozione della leva di scarico e dello stantuffo. I passaggi che eseguite per smontarlo, dovete rifarli per il montaggio, senza perdere di vista la procedura continuate con estrema tranquillità. La pazienza e la manualità sono armi davvero molto importanti per raggiungere un risultato perfetto e sicuro, con la consapevolezza di aver dato un contributo economico alla famiglia.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come costruire un galleggiante da pesca

Il galleggiante ha il compito di segnalarci quando il pesce abbocca ed è quindi un attrezzo importante ai fini della pesca. Esso può essere di vari tipi: ma se amiamo la pesca, possiamo personalizzare la nostra attrezzatura, utilizzando vari materiali...
Bricolage

Come realizzare un galleggiante di fortuna con un paio di pantaloni

Anche per chi sa nuotare è importante avere un galleggiante che aiuti a tenere la testa fuori dall'acqua, evitando inutili dispersioni di calore attraverso il capo. Se ci troviamo in una situazione di emergenza e non disponiamo del giubbetto salvagente,...
Bricolage

Come Creare Una Tartaruga Galleggiante

Far divertire i bambini e allo stesso tempo far apprendere loro qualcosa di nuovo non è mai un compito semplice. Per farlo però ci sono dei piccoli espedienti che si possono mettere in pratica per stimolare la loro fantasia e la loro creatività. Uno...
Bricolage

Come costruire un galleggiante di sughero

Esistono differenti modi per giocare con i/le propri/e bambini/e e dedicare loro una porzione del proprio tempo libero, con molta creatività e fantasia. A tal proposito, nella seguente semplice e rapida guida, che sarà composta da vari passaggi, vi...
Bricolage

Come Costruire Un Pesce Palla Galleggiante

Il pesce palla è senza dubbio uno dei pesci più buffi e simpatici. La sua forma bombata, proprio come quella di una sfera, si presta decisamente bene ad una notevole quantità di progetti di fai da te a tema marino! Si può costruire un pesce palla...
Bricolage

Come realizzare una lanterna galleggiante

Se per il vostro giardino roccioso e precisamente per illuminare il laghetto che avete accuratamente allestito, intendete realizzare una lanterna galleggiante, potete farlo in un modo molto semplice e raffinato, e renderla ideale per illuminare il contesto...
Bricolage

Come creare una candela galleggiante

Le candele hanno sempre avuto un grande fascino, rendono l’ambiente più caldo, più intimo e inoltre danno un senso di pace. Le candele galleggianti sono le più particolari, perché oltre a donare tutte queste caratteristiche, sono anche molto decorative....
Bricolage

Come sostituire la tavola del water

Sostituire la tavola del water è un'operazione semplice, che nella maggior parte dei casi richiede davvero poco tempo. I sedili dei moderni servizi igienici sono realizzati generalmente in due formati standard e le sedi di sostituzione sono realizzate...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.