Come sostituire il telo di una sedia a sdraio

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La sedia a sdraio è un elemento che ispira comodità e relax, essendo normalmente utilizzata in spiaggia ed in giardino durante l'estate. Tuttavia, dopo l'uso estivo e il rimessaggio invernale in luoghi spesso umidi, il telo può subire dei danni dovuti il più delle volte alla muffa e il lavaggio non è sufficiente a risolvere il problema. Fortunatamente, con alcuni semplici strumenti è possibile cambiarlo e riportare la sdraio al suo stato originale. Vediamo allora come sostituire il telo di una sedia a sdraio.

27

Occorrente

  • telo per sdraio a metraggio o già confezionato, macchina da cucire,
  • metro e gessetto da sarti, forbici, cacciavite o pinze.
37

Una sedia a sdraio danneggiata non sempre deve essere buttata, infatti spesso si può recuperare dedicandovi la giusta attenzione. Però, mentre il telaio in legno o in metallo può tornare quasi nuovo con una leggera carteggiatura, smalto colorato o vernice trasparente, per il telo rovinato dalle intemperie e dal sole non si può fare molto: spesso appare sbiadito, sfilacciato e danneggiato, quindi va inevitabilmente sostituito. Innanzitutto provvedete a rimuovere il rivestimento vecchio sfilando i due tubicini di metallo posti alle due stremità della seggiola. Per togliere i chiodini che fissano la stoffa alla struttura portante, usate pinze o cacciavite a punta piatta, se invece vi sono cuciture, tagliatele con un paio di forbici appuntite.

47

Se decidete di cercare una copertura di ricambio già pronta recatevi nei nei grossi Centri per il bricolage, se invece non la trovate, potete crearla con le vostre mani: prendete le necessarie misure dalla vostra 'sdraio' e acquistate un taglio di resistente cotone, scegliendo il colore e il disegno preferito. Recuperate il rivestimento logoro e sul piano di lavoro stendete la nuova stoffa; appoggiatevi il vecchio telo usandolo come modello e segnate i contorni con un gessetto, ma non dimenticate di lasciare 4/5 centimetri in più su ogni lato per gli orlare i margini e per ottenere i 'binari' in cui infilare i due tubicini di metallo precedentemente sfilati.

Continua la lettura
57

Cucite poi le varie parti a macchina e controllate il telaio della seggiola e se deve essere carteggiato e smaltato fatelo subito, per non sporcare successivamente la nuovissima copertura. Ora ripetete il medesimo procedimento svolto all'inizio, ma ovviamente agendo al contrario: se prima avete smontato un danneggiato, ora ne dovete montare un altro. Se dovete invece lasciare la vostra sdraio all'aperto, spruzzate le parti metalliche con un apposito spray lubrificante per evitare la ruggine.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per facilitarvi il compito di posizionamenteo del nuovo telo, chiedete ad un familiare o a un amico di effettuare una ripresa video con cellulare metre smontate quello vecchio: non dovrete fare altro che procedere nella maniera inversa
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come costruire una sedia a sdraio

L'arte del fai da te richiede molta pazienza e molto allenamento nella manualità. Ma una volta realizzato il vostro oggetto, la soddisfazione sarà grandissima. La soddisfazione può essere ancora maggiore se questo oggetto può essere utilizzato per...
Bricolage

Come sostituire il telo del gazebo

I teli da gazebo è facile che con il tempo vanno usurandosi e quindi iniziano a diventare gialli, a quel punto è chiaro che si debba provvedere alla sostituzione. Essa va fatta seguendo le linee guida che vanno ad evitare così errori che ne contrastano...
Bricolage

Idee per realizzare una sedia con i bancali

I bancali, dal nome anche di "pallets" o di "pedane", sono delle strutture leggermente sopraelevate da terra con degli appositi piedini. Dalla forma piana e rettangolare, si compongono solitamente in legno. Servono per il sostegno ed il trasporto delle...
Bricolage

Come dipingere una vecchia sedia

Nell'epoca dell'economia circolare il solo pensiero di gettare via un vecchio oggetto trovato nella soffitta (o molto più probabilmente nel garage) ci può far sentire in colpa.Se vi piace lo stile un po' vintage, che ormai va anche tanto di moda, e...
Bricolage

Come riparare l'impagliatura di una sedia

Tutte le sedie sono delicate e quando sono rotte, vengono buttate nella spazzatura comune e ne vengono acquistate delle nuove invece di riparate. Ormai di sedie antiche non esistono più, se non nei musei etnologici, oppure nei soggiorni impolverati dei...
Bricolage

Come preparare una sedia imbottita

In questa guida vedremo come preparare una sedia imbottita, come fare la base della seduta e come fare la base dello schienale. In realtà non realizzeremo una sedia imbottita di sana pianta, ma partiremo da una base ben solida, ovvero da una vecchia...
Bricolage

Come imbottire una sedia

Le sedie rappresentano uno degli elementi principali all'interno di una casa, in modo particolare esse sono molto utili in cucina. Tuttavia, affinché una sedia possa essere comoda e confortevole, necessita di una buona imbottitura. Quest'ultima con il...
Bricolage

Come decorare una vecchia sedia

Il recupero creativo permette di dare nuova vita ai mobili obsoleti. Con tecniche diverse, come la pittura o il decoupage, una vecchia sedia torna come appena uscita dal mobilificio. Il risparmio economico è considerevole, così come il rispetto dell'ambiente....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.