Come sostituire uno scarico nella doccia in cemento

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Diciamoci la verità, ogni volta che lo guardiamo pensiamo: "Questo scarico devo sostituirlo prima o poi", perché perde, o semplicemente si mostra usurato, ma proprio perché si tratta di un vecchio scarico, ormai sedimentato nel suo (altrettanto vecchio) piatto doccia in cemento, continuiamo a rimandare un'impresa che temiamo ci porterà via tanto tempo, denaro e forse pure la doccia e continuiamo a chiederci come si fa.
Buone Notizie! Rimuovere e sostituire lo scarico della doccia in cemento è un'operazione rapida e piuttosto semplice, che riusciremo a fare da soli con pochi strumenti e un po' di pazienza.

27

Occorrente

  • martello, scalpello, cacciavite, cazzuola, spatola piana, secchio per impastare, tubo di scarico e piletta per doccia, nastro adesivo
37

Prima di cominciare, assicuriamoci di avere a portata si mano tutti gli attrezzi necessari.
Come prima cosa, dotiamoci di martello e scalpello, per poter aprire un canale che ci faccia accedere allo scarico e poterlo rimuovere, una chiave inglese e cacciavite per smontare eventuali bulloni, un panno vecchio, primer, malta di cemento, cazzuola o una spatola piana e secchio.

47


La prima operazione consiste nel rimuovere col martello e scalpello la calce attorno lo scarico per poter arrivare alla "flangia", cioè al raccordo del tubo esterno che lo tiene avvitato al tubo interno di scarico.
Una volta individuata la flangia, estrarla per svitarla, allentando i bulloni che uniscono il tubo esterno da quello più interno con una chiave dalla misura adeguata. Adesso possiamo rimuovere il tubo dal suo alloggio. Questa operazione richiede una discreta attenzione e forza per la cementificazione pregressa fortemente solidificata .

Continua la lettura
57

Ripulire l'alloggio della tubatura (stack) con un vecchio panno e prepararlo al nuovo tubo. Applicare il primer nello stack e una volta asciugato, inserire il nuovo scolo facendo attenzione a seguire le giuste direzioni di collegamento con la piletta esterna (maschio-femmina).
Una volta posizionato lo scolo interno, collegare la flangia del sifone esterno (piletta), ruotandolo fino a fargli raggiungere la corretta posizione e serrando i bulloni con la chiave che abbiamo usato in principio.

67

Ora che il nuovo scarico è posizionato, non ci resta che isolarlo per bene avvolgendone la parte superiore con il nastro adesivo e preparare una miscela di calcestruzzo per richiudere il varco dove abbiamo operato.
Miscelare la calce fino ad ottenere un composto morbido e pastoso che useremo per riempire tutto lo spazio aperto. Con una spatola metallica piatta, livellare l'impasto applicato rendendolo omogeneo e allineato con la lastra di cemento, e solo quando sarà asciutto, rimuovere il nastro adesivo.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Rimuovere il tubo dal suo alloggio facendo molta attenzione a non modificare il percorso tracciato nel cemento.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come installare dei tubi scarico per i lavelli del bagno

Anche se potrebbe sembrare un'impresa da idraulico, installare dei tubi da scarico (denominati "sifoni") per i lavelli della stanza da bagno non è assolutamente complicato.Essi possono essere estensibili o rigidi e ne esistono di svariate tipologie e...
Casa

Come installare un piatto doccia

In casa il luogo più utilizzato da tutti è proprio il bagno dove vi prendete cura del vostro corpo. E proprio uno dei sanitari più utilizzati ogni giorno da centinaia di migliaia di persone è proprio la doccia che rispetto al passato ha preso quasi...
Bricolage

Come Installare Un Tritarifiuti Nel Lavandino

Il tritarifiuti è uno degli apparecchi poco presenti nelle case degli italiani. In commercio ne esistono di diversi modelli, che si distinguono in base alla potenza. Si tratta di apparecchi altamente efficienti, silenziosi, provvisti di sistemi anti-corrosione;...
Casa

Come sostituire il bocchettone di scarico

È risaputo che gli scarichi sono spesso sottoposti a naturali sollecitazioni. Questi, soprattutto se vecchi, possono a lungo andare mostrare dei segni di deterioramento anche piuttosto evidenti. È normale dunque che dopo un certo periodo di tempo, è...
Casa

Come Rivestire Un Canale Di Gronda Con Lo Zinco

Il compito di raccogliere l'acqua piovana che scende sulle coperture degli edifici, spetta ai canali di gronda, al fine di limitare gli effetti di dilavamento sulle pareti esterne, proteggendole e conservandole. Se non ci fosse questo sistema di raccolta,...
Casa

Come Installare Un Sifone Salvaspazio

Il sifone è un dispositivo che viene normalmente installato al di sotto di ogni lavandino, in quanto il suo compito è esattamente quello di raccogliere eventuali detriti o oggetti finiti nello scarico onde evitare che questi possano finire nelle tubature...
Casa

Come fissare il bidet al pavimento

Il fissaggio di un bidet richiede l'installazione delle tubature per l'acqua calda e fredda e di uno scarico, proprio come un lavandino. Il posizionamento di un bidet avviene tradizionalmente vicino al water, e questo rende più facile determinare la...
Bricolage

Come installare un sifone a bottiglia

Quando c'è da eseguire qualche piccolo grande lavoretto domestico, non sempre è necessario ricorrere ad un esperto. La semplice chiamata ad un fabbro, un idraulico o un elettricista, può arrivare a costare anche 30 o 40 euro, senza contare il costo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.