Come spurgare una caldaia combinata

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se in casa avete una caldaia di tipo combinato ovvero che funziona sia a legna che a pellet, è importante periodicamente effettuare lo spurgo, affinché il calore si diffonda in modo uniforme nelle condotte distribuite lungo il perimetro delle pareti di ogni singola stanza. Per eseguire il lavoro, occorrono soltanto alcuni attrezzi ed un minimo di accortezza in fase di smontaggio dei vari elementi. In riferimento a ciò, ecco una guida su come spurgare una caldaia combinata.

25

Occorrente

  • Chiave inglese
  • Pinza
  • Compressore
  • Acido citrico
35

Pulire tutti i termosifoni collegati alla caldaia

Prima di procedere allo smontaggio di alcuni elementi della caldaia combinata, è necessario pulire tutti i termosifoni ad essa collegati, posizionando sotto l'apposita valvola di ognuno un recipiente di plastica. Al termine dell'operazione una volta sicuri che tutti gli elementi posizionati nella casa siano completamente privi di acqua ed aria, potete recarvi nella zona dove è ubicata la suddetta caldaia combinata, ed agire come descritto nei passi successivi.

45

Smontare il pannello frontale della caldaia

Le caldaie di tipo combinato sono dotate di uno scambiatore di calore, e di un apposito involucro a forma di boccia che serve a raccogliere l'acqua e a tenerla sotto pressione affinché venga poi erogata attraverso i vari ugelli nelle rispettive condotte. In caso di intasamento, dopo aver smontato il pannello frontale di cui la caldaia si compone, noterete subito che all'estremità delle suddette condotte si è formato del calcare, che è indice proprio di un'ostruzione che ne impedisce il corretto funzionamento. Detto ciò, prendete una pinza e svitate il dado di collegamento del tubo con la suddetta boccia di pressione dell'acqua, dopodiché nell'ugello corrispondente inserite il beccuccio del compressore e iniziate ad iniettare aria. A questo punto rimontate di nuovo il tubicino, e aprite i rubinetti per fare in modo che l'acqua rientri nella giusta dose nella suddetta boccia. Adesso attendete che la caldaia raggiunga la sua giusta percentuale di calore, e verificate se il lavoro di spurgo è andato a buon fine.

Continua la lettura
55

Usare dell'acido citrico

Se nonostante lo spurgo la caldaia combinata dovesse ripresentare lo stesso problema, allora il consiglio è di usare un decalcificante adeguato. Per evitare prodotti chimici nocivi alla salute, il consiglio è di acquistare in una farmacia dell'acido citrico e spruzzarlo con il compressore all'interno della boccia di pressione della caldaia, lasciandolo in posa per almeno un giorno. Trascorso tale lasso di tempo, provvedete ad un nuovo spurgo e ad inserire tramite gli appositi rubinetti di nuovo l'acqua, e fate poi la verifica. Questo intervento a base di acido citrico serve ad eliminare alcune pietre di calcare che sono rimaste intatte, in occasione della prima tipologia di intervento andata a vuoto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come fare uscire l'aria dal radiatore della caldaia

Sono davvero in tanti coloro i quali, grazie al metodo classico del fai-da-te, sono in grado di porre rimedio ai problemi casalinghi, che spesso sono soliti presentarsi, proprio quando non dovevano. Ecco perché abbiamo pensato di creare questa guida,...
Casa

Come installare una caldaia a gas

Con l'avvicinarsi dell'inverno, avere a disposizione una caldaia a gas che possa sia riscaldare l'acqua che portare calore nei vari ambienti è essenziale. Oltre a scegliere la caldaia in base alla metratura, per garantire una temperatura ideale in ogni...
Casa

Come cambiare una caldaia

La caldaia rappresenta uno strumento necessario all'interno di qualsiasi casa. Essa infatti serve a riscaldare l'abitazione durante i periodi freddi ma è utilizzata anche per produrre acqua calda. Tuttavia spesso può capitare un danneggiamento della...
Casa

Come riparare perdite d'acqua dalla caldaia

Tutte le caldaie sono dotate di un tubo di uscita speciale della pressione; è un piccolo punto di collegamento nel lato della caldaia che non presenta accessori aggiuntivi e che occasionalmente gocciola (ciò consente la fuoriuscita della pressione all'interno...
Casa

Come effettuare la pulizia della caldaia

Ormai in una abitazione la caldaia è un elemento indispensabile. L'uso del gas sia in cucina che per il riscaldamento viene utilizzato grazie ad essa. Viene istallata principalmente su balconi e terrazze per evitare l'esalazione di gas tossici. Ogni...
Casa

Come fare la manutenzione della caldaia

La caldaia è un apparecchio che consente di convertire l'energia proveniente dai combustibili in calore. Tramite un circuito ad acqua o ad aria, il calore viene poi distribuito nei vari ambienti ed anche nell'acqua dell'impianto sanitario. Esistono tre...
Casa

Come aumentare la pressione della caldaia

Per mantenere la la caldaia perfettamente efficiente è bene farla controllare periodicamente, solitamente lo si fa una volta all'anno. Verranno scongiurati malfunzionamenti e sarà garantito, nel contempo, il massimo livello di efficienza. Nel corso...
Casa

Come aumentare la temperatura della caldaia

Tutte le abitazioni generalmente dispongono di una caldaia che serve a riscaldare la casa e a rendere l'acqua calda. Tuttavia a volte essa può danneggiarsi e diminuire la temperatura. Prima di rivolgersi ad un tecnico specializzato bisogna però sapere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.