Come Staccare Le Stampe Dai Vecchi Supporti

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Qualche tempo fa era molto diffusa l'abitudine di incollare le stampe su diversi supporti come: la tela, il cartone, il cartoncino, il legno, il vetro. Era un modo per dare più protezione alle opere delicate e per consentire la loro consultazione. Però, i materiali che venivano utilizzati arrecavano danni; infatti, le stampe si deterioravano, si ingiallivano e si facevano delle stropicciature. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette informazioni su come è possibile staccare le stampe da vecchi supporti, senza recare danno all'immagine.

26

Occorrente

  • 1 bisturi
  • 1 soluzione di Metilcellulosa
  • acqua e aceto
  • nebulizzatore
36

Un primo metodo che si può utilizzare è del distacco filo per filo. Si deve cercare di staccare la tela in un punto marginale; se il distacco è netto e preciso si può girare la stampa. In questo caso l'illustrazione deve stare verso il piano di lavoro, poi si afferra e si tira la stoffa tenendo ferma la stampa. La forza dello strappo deve essere uniforme, cioè non bisogna fare movimenti improvvisi. Dopo che è stato ultimato questo procedimento, il retro della stampa rivela antichi rattoppi che sono stati realizzati con carta grossa. Per fare un lavoro preciso e duraturo nel tempo, bisogna togliere i rattoppi utilizzando una soluzione di metilcellulosa e poi sostituirli con quelli nuovi.

46

Un altro metodo è quello di sfoderare la stampa a secco. Questo procedimento consiste nell’asportare il supporto con un bisturi; bisogna assottigliarlo fino a quando non si arriva allo strato della colla. Questa metodologia è utilizzata raramente; infatti, è consigliabile il procedimento filo per filo. Se si nota che il supporto è abbastanza delicato è opportuno optare per i metodi semi-umidi: l’umidificazione a freddo e l’uso degli enzimi

Continua la lettura
56

L’umidificazione a freddo avviene con nebulizzazione, utilizzando gli ultrasuoni nel verso dell’opera. Se la colla è sensibile al calore si può usare l’umidificazione a caldo. L’utilizzo degli enzimi, invece, avviene tramite lo spargimento di un gel di metilcellulosa; esso consente di staccare il supporto molto lentamente. Se si sceglie questo metodo bisogna prestare molta attenzione; infatti, alla fine del procedimento si deve sciacquare la stampa oppure fare impacchi di acqua e aceto. Se il risciacquo non è fatto correttamente gli enzimi possono rovinare l’oggetto. Dopo il risciacquo si deve spianare la stampa per evitare la formazione di onde o grinze e poi farla asciugare. Adesso la stampa è pronta per essere inserita in un nuovo supporto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come Pulire Stampe E Xerigrafie

Le stampe che molte volte decorano le pareti della nostra casa, purtroppo tendono ad attirare polvere e sporco in generale, che si viene così ad accumulare negli anni. In particolar modo se abbiamo un camino in casa, i quadri possono tendere ancor di...
Bricolage

Come pulire Vecchie Stampe Ingiallite

Può capitarti anche di voler leggere un libro che hai ricevuto da bambino ma ti ritrovi le pagine gialle e/o macchiate. Se l'ingiallimento è eccessivo o la carta è segnata da quelle caratteristiche macchie brune a forma di stella (che gli specialisti...
Bricolage

Come fare delle stampe fai da te sulle magliette

Un'idea regalo per Natale, il personaggio dei cartoni animati preferito da vostro figlio, uno scherzo per un addio al celibato / nubilato, vedere la vostra passione per il disegno indossata da qualcuno, semplice voglia di provarci . .. Molti sono i motivi...
Bricolage

Come staccare figurine da un album

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori, a capire come poter staccare, senza doverle necessariamente rovinare, le figurine da un semplice album. Gli album delle figurine sono molto diffusi sia tra i grandi che tra i bambini, in particolar...
Bricolage

Come staccare i francobolli dalle buste

Quello di collezionare i francobolli è un hobby che da tantissimi anni appassiona milioni di persone in tutto il mondo, di qualsiasi età. Il modo più semplice ed economico per ampliare una collezione filatelica, è sicuramente quello di reperire nelle...
Bricolage

Come conferire un effetto antico alle stampe

Molti professionisti amano appendere alle pareti molte vecchie stampe; capita spesso, infatti, di vederle abbellire gli studi professionali e, grazie al loro effetto, di creare un ambiente d'altri tempi. Particolarmente adatte ad essere rappresentate...
Bricolage

Come montare e fissare un bastone da tende con i relativi supporti

Tende o tendine hanno bisogno di un bastone per essere fissate alla finestra; mentre le tendine vanno applicate al vetro con semplici bacchette che si incastrano nell'intelaiatura dell'infisso, le tende vanno fissate a bastoni che possono essere a vista...
Bricolage

Come Staccare i Francobolli Usati dalla Busta

Se tra i nostri hobby amiamo collezionare dei francobolli, è importante sapere che se riusciamo accuratamente a staccare quelli delle affrancature postali, non perdiamo il loro valore filatelico, e possiamo dunque aggiungerli nel nostro speciale libro-custodia....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.