Come stagnare il vetro

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Se intendete realizzare delle vetrate artistiche, tipiche dei rosoni che si trovano nelle chiese, è necessario usare delle asticelle di rame che poi dopo averle opportunamente assemblate tra loro, vi consentono di creare un disegno a forma di griglia su cui poi dovete stagnare il vetro. In riferimento a quest'ultima operazione, ecco come precedere per ottimizzare il risultato.

26

Occorrente

  • Asticelle di rame
  • Disossidante in pasta
  • Saldatore a stagno
  • Pezzi di vetro
  • Stagno per saldare
  • Lime e carte abrasive
36

Prima di descrivere come stagnare il vetro, è importante sottolineare che la saldatura con il rame si articola su fasi ben precise, al che vi consigliamo di sperimentare su dei pezzi di vetro di scarto, prima di cimentarvi in un progetto vetro e proprio. Innanzitutto bisogna bagnare con il disossidante la superficie ramata da saldare, e dopo aver effettuato tale procedimento, applicate il disossidante un poco per volta perché evapora in fretta.

46

A questo punto per evitare che i pezzi di rame durante l'operazione di stagnatura si muovano, occorre fissarli alla meglio nei vari punti di ancoraggio, quindi facendo a macchia di leopardo delle saldature provvisorie, ovviamente dopo aver applicato il suddetto disossidante. A riguardo di quest'ultimo, il consiglio è di usare della tela abrasiva che serve a rendere lucido e del suo tipico colore rosa il rame che se si presenta annerito, significa che è eccessivamente ossidato e quindi la stagnatura potrebbe non attecchire. Assicuratevi inoltre che tutti i contorni bordati con il nastro di rame siano ben saldati, e nel caso bagnate una per una le linee di giunzione con il disossidante, e distribuire un ulteriore sottile filo di stagno sciolto con il saldatore, in modo da unire definitivamente tutti i pezzi nei punti in cui vengono a contatto.

Continua la lettura
56

A questo punto è sufficiente aspettare che trascorrono un paio di ore, in modo che tutte le parti stagnate si induriscano e quindi si può procedere con il lavoro di finitura. Quest'ultimo in particolare prevede l'utilizzo di piccole lime per eliminare sbavature e porosità rilasciate dallo stagno, dopodichè con dell'alcool si puliscono i pezzi di vetro e le varie giunture, ed infine si provvede alla lucidatura delle parti in rame, all'eventuale colorazione usando della vernice dorata o argentata, oppure un pennarello indelebile di una tonalità nerastra. Ovviamente prima di intervenire con queste operazioni di finitura, è opportuno dare un ulteriore controllo ai vari punti saldati, e nel caso procedere con l'aggiunta di altro stagno qualora qualche parte si presentasse non perfettamente ancorata al vetro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come dipingere il vetro colorato

Il vetro ha origini molto antiche, se pensiamo che nelle prime cattedrali le finestre di vetro colorato sorsero per adornare e raffigurare scene religiose. La pittura su vetro è una tecnica affascinante che consente di ottenere bellissimi effetti di...
Bricolage

Come fare un foro in una bottiglia di vetro

Capire come fare un foro su una bottiglia di vetro in un modo sicuro è un'abilità utile e creativa. Le bottiglie costituiscono una sfida complicata per via della loro forma: il vetro è fragile e si rompe in breve tempo se manipolato nella forma scorretta....
Bricolage

Come forare il vetro senza romperlo

Il vetro può essere sia tagliato che forato ed in entrambi i casi, l’operazione va fatta utilizzando degli strumenti appropriati. Mentre il taglio avviene con uno squadro di metallo e una rotella diamantata, i fori invece sono molto più difficili...
Bricolage

Come tagliare il vetro

Ai primi tentativi, quello di tagliare il vetro, può sembrare un'operazione non proprio semplice, e allo stesso tempo anche un po' pericolosa e rischiosa. Tuttavia, basterà comunque seguire i procedimenti giusti per cambiare idea e agire nel modo più...
Bricolage

Come effettuare l'incisione sul vetro

Se in casa avete una bottiglia o un soprammobile di vetro ed intendete decorarli, potete optare per la personalizzazione adottando la tecnica dell'incisione. Si tratta infatti di una procedura molto antica, piuttosto semplice che richiede poco tempo a...
Bricolage

Come riparare un tavolo di vetro

Se tra gli oggetti d'arredo della nostra casa abbiamo un tavolo di vetro che sfortunatamente si è incrinato, oppure presenta problemi di stabilità e fragilità, possiamo intervenire con delle riparazioni appropriate usando alcuni materiali ed attrezzi....
Bricolage

Come sostituire un vetro rotto nella porta o finestra

Quando si rompe una lastra di vetro di una porta o una finestra, si pensa di dover chiamare un artigiano per procedere con la sostituzione. Eppure spesso è necessaria una certa fretta per l'uso dell'infisso o del mobile che ha ricevuto il danno. Allora...
Bricolage

Come riparare le crepe della fibra di vetro

Nella nostra abitazione sono sicuramente presenti moltissimi oggetti realizzati in fibre di vetro come ad esempio una vasca, questo particolare materiale è realizzato utilizzano del vetro filato a diametri molto piccoli immersi in una matrice epossidica....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.