Come stringere il dado del premistoppa

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Può capitare che il tempo e l'usura, portino ad un deterioramento della rubinetteria presente sui sanitari di casa nostra. A questo punto è necessario prendere una decisione, chiamare un professionista e lasciare a lui l'incombenza di risolvere il problema, oppure provare a cimentarci noi stessi nella riparazione. Si tratta di una procedura abbastanza semplice, quello che occorre è essere in possesso di un pochino di manualità e naturalmente di tutta l'attrezzatura del caso. Se scegliamo la seconda opzione, andiamo a vedere alcuni consigli su come stringere il dado del premistoppa.

25

Occorrente

  • pinze a pappagallo
  • cacciavite a taglio
  • straccio
35

Vi sono riparazioni idrauliche che devono, per via della loro complessità, essere eseguite solo ed esclusivamente da personale specializzato, ma nel caso di una modesta perdita del rubinetto, la procedura è semplice e quindi alla portata di tutti. Se notiamo che dalla testa del nostro rubinetto fuoriesce un piccolissimo rivolo di acqua, significa che il dado premistoppa situato all'interno della testa stessa, si è leggermente allentato. Il consiglio è quello di non sottovalutare mai tale perdita in quanto, nel giro di pochissimo tempo, potrebbe peggiore apportando danni a volte irreparabili. Il primo passo da fare è quindi quello di procurarci tutto il materiale necessario e naturalmente la relativa attrezzatura del caso.

45

Per operare in tutta sicurezza, la prima cosa da fare è quella di interrompere il flusso dell'acqua, per farlo andiamo a chiudere il contatore generale. Se dobbiamo riparare il rubinetto del lavandino, apriamo il rubinetto dell'acqua fredda situato sul bidet. In questo modo l'acqua ancora presente nelle tubature fuoriesce permettendoci così di lavorare senza correre il rischio di una doccia improvvisa ed indesiderata. Al contrario, se l'intervento idraulico da effettuare è sul rubinetto del bidet, allora andiamo ad aprire quello dell'acqua fredda sistemato sul lavandino. Adesso possiamo procedere con la riparazione vera e propria.

Continua la lettura
55

Con un cacciavite andiamo a far leva sul piccolo coperchiotto sistemato sulla testa del rubinetto. Esercitando una piccola pressione solleviamolo e rimuoviamolo dalla sua sede. Andiamo ora a svitare la vite che fissa la testa del rubinetto al resto del corpo. Con una chiave a pappagallo stringiamo il premistoppa, facendo però molta attenzione a non esagerare con la forza che andiamo ad applicare. Con uno straccio puliamo la base del premistoppa in modo da togliere sia l'acqua che l'umidità che si è formata. Riposizioniamo la testa del rubinetto, posizioniamo nuovamente la vite che la collega al corpo avvitandola in senso orario. La riparazione è ultimata, quindi possiamo chiudere il rubinetto del bidet, e riaprire il contatore generale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come sostituire un rubinetto a manopola

Nella guida che segue la nostra intenzione è aiutare tutti i nostri lettori a capire come sostituire un rubinetto a manopola, cosi da evitare di dover perdere tempo tra l'attesa di personale specializzato ecc. Nonostante ormai è sempre più diffuso...
Casa

Come sostituire un rubinetto a vite

Nonostante il largo utilizzo del miscelatore per quanto riguarda la rubinetteria, c'è da dire che spesso ci si può imbattere in un rubinetto, forse più datato, a vite, ovvero caratterizzato da una o due manopole. Sebbene per molti questo tipo di rubinetto...
Casa

Come sostituire la vecchia guarnizione di un rubinetto

I rubinetti di casa vengono utilizzati molto di frequente. Per questo motivo a lungo andare potrebbero non funzionare più in modo corretto. Capita, nel silenzio della notte, di sentire il rumore delle gocce che cadono di volta in volta dal rubinetto,...
Bricolage

5 trucchi veloci se il rubinetto d'arresto perde acqua

All'interno e all'esterno delle abitazioni, può capitare che la rubinetteria sia soggetta a guasti di varia entità. Qualora si rompa la valvola di chiusura interna in maniera completa, sarà necessario intervenire con una sostituzione, utilizzando...
Casa

Come sostituire un rubinetto danneggiato

Molto spesso la nostra abitazione nel corso del tempo necessita di piccoli lavoretti di manutenzione. Esistono svariati ambiti nei quali agire per rinnovare o aggiustare alcuni elementi fondamentali della nostra casa. In questa guida ci focalizzeremo...
Casa

Come riparare la valvola di un rubinetto

Riparare la valvola di un rubinetto è un'operazione abbastanza semplice e che non comporta grandi competenze in campo idraulico. La sua riparazione (o sostituzione) in maniera autonoma vi permetterà di risparmiare sull'intervento di un professionista....
Casa

Come riparare le perdite d'acqua

Quando nella nostra casa si verificano delle perdite d'acqua, è possibile intervenire con delle tecniche di bricolage e del fai da te, senza necessariamente chiamare un tecnico specializzato, e quindi spendere pochissimi soldi. In riferimento a ciò...
Bricolage

Come montare un miscelatore al lavello da cucina

Se avete minimo di praticità nei lavori manuali ed in particolare di idraulica, potete eseguirli da soli senza necessariamente ricorrere ad un tecnico specializzato. L'importante è aver a portata di mano materiali ed attrezzi che sono indispensabili...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.