Come sturare la mascherina della doccia

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La mascherina dell'erogatore della doccia (denominato anche "soffione") rappresenta un elemento indispensabile per godere di uno degli istanti maggiormente rilassanti della giornata: generalmente, essa è traforata in modo fine, affinché l'acqua possa essere suddivisa in numerosi zampilli che si allargano e realizzano l'effettivo getto della doccia.
Abbastanza spesso, però, sarà possibile trovarsi di fronte a dei zampilli non regolari (ciascuno dei quali va per la propria strada) oppure occorrerà fronteggiare addirittura dei fori otturati (a causa delle incrostazioni calcaree inevitabilmente presenti nelle tubazioni dell'acqua): nella presente dettagliata e completa guida esposta nei passaggi successivi, quindi, vi fornirò qualche consiglio su come bisogna sturare efficacemente la mascherina della doccia, risolvendo cosi questo fastidioso problema.

26

Occorrente

  • Anticalcare o aceto di vino bianco
  • Contenitore non alimentare
  • Cacciavite
  • Spugnetta metallica o di plastica
  • Acqua
  • Ago da cucito
36

Innanzitutto, quando vi accorgete di avere dei problemi di calcare con la doccia del vostro bagno, bisognerà smontare la mascherina del "soffione", svitando la vite presente centralmente al disco con un adeguato cacciavite: se quest'ultima non dovesse esserci, basterà controllare il manuale di manutenzione della doccia, per comprendere rapidamente quali operazioni eseguire, senza rischiare di creare danneggiamenti.
Terminato questo smontaggio iniziale, la mascherina dovrà essere aperta e pulita dal calcare accumulatosi internamente, adoperando alcuni prodotti anticalcare (acquistabili presso qualsiasi supermercato/ipermercato o realizzabili personalmente): dopo averli versati all'interno del "soffione" e lasciati agire per almeno 10 minuti, occorrerà rimuovere le incrostazioni più resistenti con una spugnetta metallica o di plastica.

46

Dopo che il calcare sarà stato disciolto, bisognerà risciacquare la mascherina con l'acqua corrente, in modo da eliminare gli eventuali residui: adesso, prendete soltanto il "soffione" (disco provvisto di fori), collocatelo all'interno di un contenitore non alimentare e aggiungete l'anticalcare acquistato nel supermercato in precedenza o l'aceto di vino bianco (ottimo ingrediente naturale contro il problema dei buchi otturati dal calcare).
Generalmente, il prodotto anticalcare dovrà essere lasciato agire per circa 10 minuti, mentre l’aceto di vino bianco per almeno 20 minuti o anche mezz'ora: comunque, il tempo potrà essere incrementato o diminuito in funzione della quantità delle incrostazioni calcaree presenti.

Continua la lettura
56

Per essere assolutamente certi di ottenere il risultato desiderato (un "soffione" totalmente libero dalle incrostazioni calcaree), dopo aver sciolto il calcare come indicato precedentemente, si potrà anche provvedere al ripristino dei piccoli buchi di fuoriuscita dell'acqua (eliminazione dei residui che il prodotto anticalcare non sarà riuscito a togliere), facendoci passare un ago da cucito.
Infine, sarà necessario risciacquare il tutto con dell'abbondante acqua, riposizionare il "soffione" nel proprio alloggio e montarlo nella cabina doccia (ricordandovi di avvitare la vite di bloccaggio rimossa inizialmente): adesso, potrete finalmente godervi una meravigliosa doccia rilassante.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come sturare uno scarico intasato

Con il comune uso quotidiano, per quanto possa essere improbabile, gli scarichi di casa tendono ad intasarsi. Questi intasamenti possono essere causati non solo da oggetti gettati accidentalmente negli scarichi ma anche da prodotti per l'igiene quotidiana,...
Casa

Come sturare il lavandino con metodi naturali

Vi sarà sicuramente capitato, una o più volte, di ritrovarvi con lo scarico del lavandino intasato.Si tratta di un problema molto comune, che si verifica in tutte le case.  Ed ecco che vi sarete ritrovati alle prese con mille metodi per risolvere la...
Casa

Come sturare un lavandino

Un lavandino intasato è una situazione abbastanza comune che può divenire problematica se non risolta in tempo. Con l'uso quotidiano, i detriti lentamente si accumulano nei tubi di scarico del lavello arrivando ad intasare il lavandino. La prima cosa...
Casa

Come sturare un lavandino, una vasca da bagno ed un bidet

Impariamo insieme come sturare un lavandino otturato, oppure un bidet o ancora una vasca da bagno. Si tratta di un procedimento davvero semplice, alla portata di tutti. Nessun bisogno quindi, di contattare un costoso idraulico. Si tratta inoltre di una...
Casa

Come sturare il lavandino o il lavello

Sentite un odore molto sgradevole in bagno o in cucina e non ne conoscete esattamente la causa? Dovete sapere che i depositi di grasso, sapone o sporcizia sono capaci di bloccare il drenaggio, andando così a provocare un intasamento a livello dei tubi...
Casa

Come rimuovere una colonna doccia

Se nella nostra stanza da bagno abbiamo installato una colonna doccia, ed intendiamo rimuoverla per eliminarla definitivamente oppure sostituirla con una ex novo, è importante eseguire il lavoro con accortezza per evitare di danneggiare le piastrelle...
Casa

Come sturare il lavandino

Ad intasare lo scarico del lavandino possono essere: residui di cibo, pezzetti di verdure, grassi vari, capelli, cellule morte e tanto altro ancora. Prima di chiamare l'idraulico e spendere un sacco di soldi, possiamo provare noi stessi a sturare le tubature,...
Casa

Come installare una doccia solare da giardino

La doccia da esterno è un must quando a casa si ha una piscina: è utile per lavarsi prima di entrare in acqua e dopo essere usciti, soprattutto per togliere i residui di cloro sulla pelle. Al giorno d'oggi il progresso tecnologico consente di scegliere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.