Come sverniciare il metallo

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Quando si ha a che fare con dei materiali in metallo precedentemente verniciati e si ha intenzione di cambiare il loro colore, prima di procedere è opportuno sverniciarli. La rimozione della vernice è fondamentale sia per evitare antiestetici spessori causati dal precedente strato di vernice, sia per evitare che la nuova vernice non dia al metallo la corretta tonalità.
Vediamo dunque, con questa guida, come sverniciare il metallo.

27

Occorrente

  • Sverniciatore termico e chimico
  • Spatola
  • Pennello
  • Tela abrasiva (diverse grane)
  • Cannello a gas
37

Prima di capire come sverniciare il metallo è importante sapere che l'operazione non consiste sempre nell'eliminare tutto il prodotto. A volte, infatti, è sufficiente rimuovere uno strato piuttosto sottile, e ciò è possibile con un metodo tradizionale, anche se abbastanza faticoso, che richiede l'utilizzo di una spazzola in metallo e di un raschietto. Eliminata la vernice in eccesso, la superficie va levigata con una tela abrasiva o con un trapano a spazzola rotante, così che la parte trattata diventi perfettamente liscia.

47

Un metodo sicuramente più veloce per sverniciare il metallo è sicuramente quello che vede protagonista lo sverniciatore termico. Per questo intervento occorre colpire la vernice con un getto di aria calda. Così facendo il prodotto tende ad arricciarsi e gonfiarsi, diventando facile da rimuovere con un raschietto. Bisogna tuttavia stare attenti a non riscaldare troppo il metallo, per evitare che questo possa deformarsi, specie se di tipo sottile.

Continua la lettura
57

Se invece la vernice da rimuovere è abbastanza superficiale, si può ricorrere allo sverniciatore chimico. Dopo aver indossato le opportune protezioni, bisogna applicare una buona quantità del prodotto su un pennello e cospargerlo sulla zona interessata, lasciandolo poi agire per almeno un'ora. Trascorso tale tempo, la vernice inizierà a screpolarsi e pian piano a gonfiarsi. Sarà dunque possibile rimuoverla definitivamente con una spatola, ed infine pulire il tutto con uno straccio imbevuto di alcool.

67

Un altro metodo molto diffuso per sverniciare il metallo richiede un cannello a gas, così da bruciare la vernice che, diventando molle, risulterà facilmente asportabile con una spatola. A lavoro ultimato, è sufficiente agire sulla superficie con della tela abrasiva a grana doppia per eliminare eventuali residui ed infine con una a grana sottile per levigarla e prepararla ad una nuova tinteggiatura.
Infine, se dobbiamo tinteggiare nuovamente il metallo, è consigliabile cospargerlo con dell'antiruggine, in modo da renderlo più resistente agli agenti atmosferici e all'usura del tempo.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La guida è solo a scopo informativo.
  • Indossate sempre tutte le protezioni: potreste farvi molto male.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come sverniciare il ferro battuto

Il ferro battuto è un materiale plastico che dopo un po' di tempo può subire dei cambiamenti. Questo accade poiché tende a corrodersi facilmente. Infatti, quando viene usato per le costruzioni viene sempre verniciato. Dal momento in cui si deve sverniciare...
Bricolage

Come sverniciare il legno con la soda caustica

Sverniciare il legno significa togliere le vernici chimiche, come smalti o coloranti per riportare il materiale alla liscia e naturale superficie originaria. Per non rovinare il legno, bisogna compiere questo lavoro al meglio, scegliendo il giusto metodo...
Bricolage

Come sverniciare il legno

Capita spesso di voler dare un nuovo aspetto ad un mobile, quando magari non si intona più al nuovo arredamento, si è rovinato con l'usura oppure semplicemente quando siamo stanchi di vederlo così e vogliamo dargli un nuovo colore! La sverniciatura...
Bricolage

Come sverniciare il ferro

Quest'oggi vi illustrerò la procedura per sverniciare il ferro. Il ferro è un elemento che ritroviamo in oggetti utilizzati quotidianamente (posate od utensili vari, o ancora, cancelli, ringhiere, passamani per le scale, alcuni manufatti come portachiavi...
Bricolage

Come realizzare il decoupage su metallo

Il decoupage su metallo rappresenta una tipologia di composizione abbastanza suggestiva e il cui effetto a livello estetico non è meno affascinante di quello su carta, ceramica o legno: infatti, sarà possibile affermare con certezza che il risultato...
Bricolage

Come riciclare le grucce di metallo

Se avete molte grucce in metallo non gettatele, poiché è possibile riciclarle. Creando così degli oggetti utili e insoliti per la casa. Oppure trasformarle in comode lanterne per il vostro terrazzo o giardino. La costruzione di questi accessori non...
Bricolage

Come sverniciare una ringhiera di ferro

Con l'avvicinarsi della Primavera, l'attenzione degli appassionati del fai da te si sposta verso l'esterno della casa. Infatti le belle giornate sono favorevoli per l'esecuzioni di alcuni lavori che vanno svolti all'aperto e che necessitano di un clima...
Bricolage

Come verniciare il metallo

Il passare del tempo è un forte agente usurante per molti materiali, tanto più se si trovano all'esterno, esposti alle intemperie. In questo, non fanno eccezione neanche i metalli, che pur sembrando più duraturi e resistenti, per conservare il loro...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.