Come svuotare le uova senza rompere i gusci

Tramite: O2O 18/07/2016
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Cosa sarebbe la Pasqua senza le uova? Che siano di cioccolato, comprate o fatte in casa, anche la casa ha bisogno delle sue decorazioni. Tra striscioni e cestini, tornano protagoniste le uova, quelle vere questa volta, e a meno che queste non le si vogliano cucinare per inserirle in dolci come la colomba di pane fatta in casa, il loro guscio può essere utilizzato per creare creazioni originali e decorative. A tal riguardo, nella seguente guida, vi illustrerò come svuotare le uova senza rompere i gusci, un procedimento semplice che allo stesso tempo richiede precisione e delicatezza. Vediamo quindi come procedere.

27

Occorrente

  • coltello appuntito o spiedino di metallo
  • ciotola o casseruola
  • uova
  • stuzzicadenti
  • siringa monouso
37

Come prima cosa, prendete una confezione di uova (meglio se grandi) e lavatele in maniera accurata e allo stesso tempo delicata, poiché ricordate che sono molto fragili. In seguito, munitevi di un coltello appuntito o di uno spiedino di metallo, dopodiché tenendo ben saldo l'uovo tra le mani (attenzione a non stringere troppo) e servendovi degli utensili sopra elencati, praticate due fori in corrispondenza del culmine del guscio d'uovo. In caso i fori risultassero non abbastanza definiti, fate passare lo stuzzicadenti nei buchi in modo che il tuorlo andando a rompersi, uscirà più facilmente.

47

Successivamente, procuratevi una ciotola o una piccola casseruola dove andrete a versare il contenuto delle uova, quindi appoggiate le labbra su uno dei due fori e iniziate a soffiare energicamente, per permettere la fuoriuscita del tuorlo e dell'albume. Se avete paura di sporcarvi, utilizzando una siringa monouso collocata all'interno di un foro, effettuate lo stesso procedimento: vedrete come l'aria della siringa vi aiuterà a svuotare l'uovo del suo contenuto. Una volta vuoto, continuate con il lavare l'interno del guscio scuotendolo per bene.

Continua la lettura
57

Inoltre, vi consiglio di ripetere questa operazione più volte, in modo da eliminare ogni traccia di sporco, soffiando ancora via l'acqua. Adesso, non vi resta che fare asciugare i gusci prima di poterli decorare. Per fare ciò, posizionate le uova vicino una fonte di calore per qualche ora, come ad esempio il termosifone, oppure se volete far prima, potete inserire i gusci all'interno del forno per una decina di minuti a 160 gradi, ne favorirete il processo di asciugatura. A questo punto, le vostre uova sono pronte per essere decorate: non vi resta che munirvi di pennelli, colori acrilici o a tempera, glitter e scatenare la vostra fantasia e creatività. Buon divertimento!

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come creare delle barchette con i gusci di noce

Creare giochi per i bambini riciclando oggetti quotidiani è un'esperienza formativa e divertente; i bimbi infatti usano la loro fantasia e creatività, oltre a sviluppare manualità e capacità di impiegare il proprio tempo in modo ingegnoso ed attivo....
Bricolage

Come appendere un quadro senza rompere l'intonaco

Quante volte ci siamo trovati a dover appendere un quadro nella nostra casa, nel nostro ufficio o in una qualsiasi altra stanza? I quadri sono delle decorazioni molto belle e personali che non possono assolutamente mancare. Di per se è abbastanza semplice...
Bricolage

Come dipingere le uova di struzzo

Se vi capita di consumare delle uova di struzzo e riuscite a non far rompere il guscio, le potete sfruttare per decorarle in un modo raffinato, ed esporle sia in una bacheca oppure in un cestino in occasione della Pasqua. In tutti i casi per procedere...
Bricolage

Come decorare le uova con la carta crespa colorata

Se si decide di decorare le uova con la carta crespa colorata il procedimento non è affatto difficile; occorrono pochi materiali e tanta fantasia. Esse possono essere appoggiate tra i fiori di primula oppure si possono appendere alla finestra ad altezze...
Bricolage

Come costruire un'incubatrice per uova di gallina

Quelle persone che hanno una passione particolare per la natura spesso si dedicano a piccole produzioni alimentari in proprio. Alcune persone amano persino tenere e mantenere un piccolo allevamento di animali, come nel caso di un allevamento di galline,...
Bricolage

Come riutilizzare i contenitori per le uova

Ci sono alcuni oggetti che, inevitabilmente dopo il loro utilizzo principale, finiscono nella spazzatura, come ad esempio accade per i contenitori in cui vengono vendute le uova. Essi possono essere di due tipi: di cartone o di plastica. È possibile...
Bricolage

Come riciclare i cartoni delle uova

In questo articolo vogliamo dare una mano concreta a tutti i nostri lettori, per imparare come e cosa fare per riciclare nella maniera più semplice e veloce possibile, i famosi cartoni delle uova, invece di gettarli nella pattumiera. Mettendo in pratica...
Bricolage

Come realizzare un nido con uova come decorazione di pasqua

Alcune volte ci capita di perdere molto tempo girando per i vari negozi alla ricerca di un regalo unico e particolare per i nostri amici o parenti e spesso dopo tanta fatica per la ricerca il suo costo risulta anche molto elevato. Potremo quindi provare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.