Come tagliare e cucire un collo di ecopelliccia

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Siamo quasi nel pieno dell'inverno e il freddo si fa sentire. Se volete stare al caldo vi conviene riparare bene anche la testa e il collo. Sono tanti gli accessori che svolgono questa funzione come cappelli di lana, paraorecchi, scaldacollo e sciarpe. In questa guida imparerete a fare uno scaldacollo, accessorio mai fuori moda e immancabile per l'inverno.
Di seguito come tagliare e cucire un collo di ecopelliccia.

27

Occorrente

  • collo di ecopelliccia
  • coperta di pile
  • bottoni gioiello
  • piedino H
  • macchina per cucire
37

Tagliate i materiali

Per iniziare, prendete l'ecopelliccia e il pile e ricavate da entrambe due rettangoli di pari misura. Potete aiutarvi con un righello per tracciare con precisione la linea di taglio. Ora potete sorfilare i tessuti in modo da non farli sfilacciare e bloccare l'uscita di peli dall'ecopelliccia.

47

Spillate il collo

Prendete i lati più lunghi di entrambe le stoffe e cucite dritto per dritto, facendo attenzione a lasciare aperti i lati più corti. A questo punto avrete una specie di cilindro un po' allungato, preparatevi a spillarlo ricordando che il materiale che userete per l'esterno sarà l'ecopelliccia, mentre l'interno lo rivestirete con il pile.

Continua la lettura
57

Cucite con piedino con soletta scorrevole

Ora avrete bisogno di un piedino di tipo H con soletta scorrevole per fare la vera e propria cucitura. Questo piedino serve per far scorrere il tessuto senza inceppamenti con la massima aderenza. Effettuate la saldina del punto sia quando iniziate che quando terminate la cucitura. Fate attenzione a lasciare dai 4 ai 6 cm di apertura nella cucitura per poi risvoltare lo scaldacollo.

67

Estraete l'ecopelliccia

Cominciate a estrarre delicatamente l'ecopelliccia dall'apertura che avete precedentemente lasciato nella cucitura, facendo attenzione a non rompere le cuciture di salda. Una volta finito il tutto, spillate per bene l'apertura e ripiegate il margine di cucitura in modo da chiuderla con dei punti a mano. Il sottopunto invece non risulterà visibile dato che verrà situato all'interno dello scaldacollo. Se avrete seguito attentamente tutti i passi, avrete già lo scaldacollo pronto.

77

Decorate lo scaldacollo

Infine non vi resta che decorare e abbellire il vostro scaldacollo fai-da-te.
Potete attaccare alcuni bottoni gioiello in modo da illuminare lo scaldacollo, cucendoli semplicemente con ago e filo o anche cucire tutte le toppe che più vi piacciono.
Decorazioni o no, alla fine penserete ad un solo risultato: ripararvi dal freddo. Infatti grazie al pile con cui è costituito internamente il vostro scaldacollo avrete calore garantito oltre anche a una bella elasticità. All'esterno invece avrete una morbida pelliccia bella da toccare e da vedere.
Potete prepararvi a indossare il vostro nuovo accessorio !!!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come tagliare e cucire una gonna pantalone

La gonna pantalone è un capo d'abbigliamento che difficilmente passerà di moda. Facile da abbinare, è perfetta per la stagione estiva come per quella invernale. Se ami cucire ti proponiamo un modello piuttosto ampio. La gonna pantalone scivolerà sulla...
Cucito

Come realizzare una stola di ecopelliccia

Quando il freddo si avvicina, è sempre piacevole oltre che salutare farsi avvolgere da una calda e morbida stola in ecopelliccia. Una scelta di abbigliamento decisamente elegante, nel pieno rispetto della natura e anche della specie animale. Se non volete...
Cucito

Come creare una borsa con l'ecopelliccia

Fa sempre comodo avere una borsa in pelliccia, questo perché molto spesso in inverno veniamo invitati senza molto preavviso ad eventi importanti e che richiedono l'uso di un abbigliamento consono ad un determinato stile, ma non tutti sono pro pelliccia....
Cucito

Come si applica un collo montante su tessuti leggeri o di medio peso

Quando create un collo montante, vi dovrete preoccupare di come metterlo su un vostro abito. La tecnica cambia, in base al tipo di tessuto dove state lavorando. Se i tessuti sono di medio peso oppure leggeri, dovrete cucire sia la parte inferiore che...
Cucito

Come applicare un bordo elastico doppio al collo di un indumento

A volte si buttano via dei vestiti anche molto belli soltanto perché c'è una scollatura troppo profonda non adatta a tutte le circostanze o semplicemente perché vorremmo creare un'aggrappatura proprio sul collo ma non sappiamo come rimediare. Cercare...
Cucito

Come montare il collo della camicia

Nel confezionare una camicia, uno degli strumenti più utili è il cartamodello. Tuttavia, nella fase di realizzazione di una camicia, dovrete fare attenzione nell'assemblare le varie parti. L'operazione più difficile è il montare il collo della camicia....
Cucito

Come realizzare un collo montante in un pezzo unico su un abito

I colli subiscono molto l'influenza della moda e bastano spesso da soli a dare quel tocco in più ad un abito. Il loro scopo è quello di rifinire e decorare un corpetto. Il collo è sempre realizzato in tessuto doppio, lo strato che va sopra costituisce...
Cucito

Come confezionare un collo di camicia da uomo

Con le sue forme più svariate il collo, sia rotondo, a punta, a scialle, a sciarpa, forma un importante guarnizione, la cui maggiore o minore riuscita può dare un'aria disinvolta o un aspetto goffo. Anche per le camicie da uomo, la forma del collo è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.