Come tappezzare un divano con penisola

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I divani sono elementi fondamentali per l'arredamento di un'abitazione. Il più delle volte sono sempre presenti nelle nostre case e ci permettono di rilassarci all'interno delle mura della nostra abitazione. Inevitabilmente col passare del tempo, qualsiasi sia il materiale di cui si compongono, essi si rovineranno. I segni dell'usura ci possono portare alla sostituzione degli stessi. Comunque si potrebbe prendere in considerazione l'idea di non gettare via il nostro divano vecchio. Un modo per rinnovare la vita del divano potrebbe essere quello di sostituire la fodera. Purtroppo però esistono alcuni modelli di divano per i quali questa lavorazione potrebbe rivelarsi piuttosto complessa. In questa guida vedremo come tappezzare un divano con penisola.

26

Occorrente

  • Carta velina
  • Righello e forbici
  • Stoffa
  • Colla vinilica e spillatrice
36

Prima di tutto dobbiamo scegliere il materiale della fodera da utilizzare. La scelta deve essere determinata da due considerazioni, ovvero: misure del divano e abbinamento del colore con gli ambienti della casa. Per vedere se la scelta effettuata è quella più giusta e azzeccata, possiamo collocare tutti pezzi scelti sul divano, e qualora esso fosse abbondantemente coperto, allora possiamo proseguire con la lavorazione successiva. Quindi prendiamo una carta velina e iniziamo la realizzazione delle sagome della struttura. Prima però dobbiamo accentrarli sulla spalliera, sulla base, sullo schienale e sui braccioli. Chiaramente, nel fare questo, dobbiamo togliere eventuali cuscini.

46

Le sagome ottenute dovranno possedere un margine di 4 cm, per realizzare i bordi quando lavoreremo direttamente il materiale della fodera. Quest'ultima la dovremo tagliare in base alla forma delle sagome e quindi incollata sulle aree corrispondenti con della colla. Attendiamo circa sessanta minuti per effettuare le rifiniture. Ogni pezzo lo dovremo sistemare sui margini e attaccare con spillette per fissarlo, onde evitare possibili slittamenti del tessuto.

Continua la lettura
56

I cuscini dovremo rifoderarli con lo stesso tessuto utilizzato per rifoderare il nostro divano. Per farlo dobbiamo prendere le misure dei cucini, magari abbondando poiché è sempre comodo avere del tessuto in più durante la fase di cucitura. Qualora ci fossero dei cuscini delle stesse dimensioni, possiamo ovviamente fare dei tagli unici. Un'attenzione particolare dobbiamo porla alla zona della penisola del nostro divano. Questo lavoro richiede molto calma e soprattutto pazienza, poiché la precisione è fondamentale. Ad ogni modo non serve essere dei tappezzieri professionisti per ottenere dei risultati soddisfacenti ed eleganti.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Scegliamo il materiale della fodera adatto al nostro tipo di divano e in base all'arredamento
  • Prendiamo bene le misure

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come tappezzare uno schienale in eco pelle

Tappezzare sedie, poltrone, divani, testiere è un lavoro riservato ad artigiani qualificati capaci di riportare in vita qualsiasi mobile datato. Sebbene questa nobile arte sia quindi appannaggio di pochi eletti, molti sono i lavoretti di restauro che...
Casa

Come tappezzare la testata del letto

La camera da letto è uno degli ambienti più importanti dell'abitazione, in quanto è il posto in cui converge il nostro sonno. Vanno però scelti per questa stanza dei mobili adatti, i tendaggi giusti e di certo non si riservano meno attenzioni per...
Casa

Come preparare il muro per la carta da parati

La casa rappresenta il luogo dove ritrovare la pace. Infatti decidiamo noi come arredarla, e predisporre i mobili adeguati. In casa si effettuano anche dei lavori per definire al meglio le stanze. Inoltre si inserisce, a coloro che piace, la carta da...
Casa

Come creare una penisola rustica in cucina con € 2,50

La cucina è il cuore della casa. Che sia spaziosa o che le dimensioni siano ridotte lo spazio in cucina non basta mai. Molti sono infatti gli elettrodomestici che devono essere appoggiati sui ripiani della cucina per renderli disponibili velocemente...
Altri Hobby

Idee creative per usare le foglie autunnali

L'autunno è una stagione magica. Colori e profumi si uniscono per risvegliare i nostri sensi ed offrire uno spettacolo per gli occhi e per l'olfatto. Le foglie degli alberi dai riflessi tendenti ad un rosso intenso, regalano anche numerose idee creative....
Giardinaggio

Come coltivare l'aubretia

Proveniente dall'Asia Minore e e dall'Europa mediterranea, il genere aubrietia comprende 15 specie, delle quali solo una viene coltivata, l'aubrietia deltoidea. Pianta non molto alta (raggiunge al massimo i 25 cm), è particolarmente adatta a tappezzare...
Giardinaggio

Come tenere un balcone ben curato

Se siamo degli amanti del verde e dei fiore e vorremmo provare a mantenere il balcone della nostra abitazione sempre pieno di belle piante rigogliose, ma siamo alle prime armi con questo mondo, tutto quello che dovremo sarà cercare su internet fra le...
Casa

Come rivestire una sedia di carta colorata

Tappezzare è un'arte che va quasi scomparendo ormai, con sommo dispiacere da parte di tutti. Le bellissime realizzazioni che i maestri tappezzieri creavano con il loro ingegno e con le loro abili mani sono state quasi del tutto soppiantate dagli articoli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.