Come tingere i filati con il caffè

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Esistono dei rimedi naturali davvero molto utili, che ci possono permettere di realizzare sempre qualcosa di speciale, spendendo davvero poco. In questo caso, potremmo utilizzare il caffè per tingere delle stoffe o dei tessuti. Nell'antichità, e anche tutt'oggi, vengono sempre più utilizzati dei composti a base vegetale per imprimere una particolare colorazione. In questo caso, potremmo ottenere un particolare colore al caffè, che donerà nuova vita al tessuto che andremmo a tingere. Vediamo allora come tingere dei filati con il caffè.

27

Occorrente

  • Filati
  • Pentola
  • Acqua, caffè
37

Lavare la stoffa

Per cominciare la nostra particolare tintura biologica, dovremmo andare a lavare la stoffa, tendenzialmente bianca, che ci servirà per la nostra creazione. Così andiamo a rimuovere qualsiasi tipo di macchia, sporco, polvere ed altri elementi che potrebbero rovinare il processo di tintura, poiché la tinta del caffè deve essere ben assorbita, in maniera uniforme, su tutto il tessuto.

Quindi, dopo che laviamo la stoffa, la lasciamo ad asciugare.

47

Preparare il caffè

Fatto ciò, possiamo andare a collocare una pentola sul piano cottura, riempiendola con dell'acqua. Poi prepariamo il caffè normalmente. Prepariamone quanto ne servirà per tingere la nostra stoffa. Quindi versiamo sempre tutto il contenuto nella pentola con l'acqua. Potrebbero servire molte tazze di caffè, che andremmo a versare man mano che lo prepariamo. A questo punto portiamo il tutto ad ebollizione. Una volta che l'acqua con il caffè dissolto comincerà a bollire, potremmo spegnere il fuoco.

Continua la lettura
57

Tingere il filato con il caffè

Una volta che avremmo spento il fuoco, e l'acqua con il caffè sarà ancora ben calda, potremmo cominciare ad immergere, una per una, le stoffe dentro la pentola. Dovremmo immergere la stoffa completamente, senza lasciare alcuna parte al di fuori. Intanto ricordiamoci di mescolare il tutto con un cucchiaio di legno, così che non si crei alcuna sacca d'aria.

Lasciamo la stoffa a lungo in ammollo, così da poter imprimere a fondo il colore. Potremmo lasciare così il filato nel caffè per ore (più tempo rimarrà in ammollo, più il risultato sarà garantito). Anche un'ora sarà sufficiente per avere dei buoni risultati. Una volta trascorse le ore richieste, possiamo togliere e sciacquare la stoffa colorata, con dell'acqua fredda. Facciamo scorrere l'acqua corrente sulla stoffa, finché tornerà limpida.

Infine lasciamo asciugare. Adesso il nostro filato avrà la sua nuova tintura, color caffè!
Ricordiamoci in seguito di lavarlo con delicatezza, poiché il colore potrebbe sempre sbiadire con il tempo.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per un colore più rossiccio potremmo usare il tè
  • Possiamo tingere tessuti come il cotone e il lino
  • Più caffè usiamo, più scura sarà la tinta
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come tingere la lana con la buccia di cipolla

In questo articolo vogliamo dare una mano, a tutti quei lettori, che sono dei veri e propri appassionati delle nostre guide sul fai da te ed anche sul bricolage. Nello specifico vogliamo aiutarli a capire come poter tingere la lana con la buccia di cipolla....
Bricolage

Come tingere la lana con i malli di noce

Ci sono diversi metodi naturali per tingere la lana, questi permettono di evitare l'uso delle comuni colorazioni chimiche. Uno di questi metodi è rappresentato dall'utilizzo del mallo delle noci, che è in grado di conferire alla vostra lana una bella...
Bricolage

Come utilizzare l'hennè per tingere la lana

L'hennè è semplicemente la polvere ricavata da una pianta chiamata Lawsonia Inermis. Le foglie di questa pianta vengono essiccate e subiscono un processo di lavorazione molto particolare. Il risultato è un prodotto che tinge e che può essere utilizzato...
Bricolage

Come tingere mobili di legno con metodi naturali

Se siete amanti dei prodotti naturali, molto probabilmente sapete che per colorare i mobili oppure un qualsiasi altro oggetto realizzato in legno esistono in commercio degli smalti ecologici. Questi ultimi, tuttavia, presentano un inconveniente che non...
Bricolage

Come tingere il muschio

Il muschio può essere tinto facilmente con i coloranti alimentari. Si tratta di un modo per creare tante decorazioni allegre e divertenti, utilizzabili per centrotavola, ornamenti per porte e finestre, e altro ancora. Tutto quello che ti serve sono un...
Bricolage

Come tingere le stoffe con frutta e verdure

Facendo un cambio di stagione o sistemando l'armadio, di tanto in tanto vi sarà capitato di trovare una serie di magliette che ormai non utilizzate più, o perché il colore non vi piace o perché le avevate messe nel dimenticatoio. Molti non sanno che...
Bricolage

Come costruire un barattolo ermetico per caffè

Dopo una giornata stressante al lavoro, tornando a casa, spesso la prima cosa che tutti noi facciamo e prendere la nostra moka, versarci dentro dell'acqua e caffè, aspettare che la moka emetta il solito gorgoglio inconfondibile, per poi sederci sul tavolo...
Bricolage

Come riparare il fusibile termico su una macchina da caffè

Il fusibile termico è un congegno elettronico che sostiene e protegge il circuito, dell'apparecchio di cui fa parte, dalle sovracorrenti. In poche parole è una cartuccia conduttrice di energia. Da qui passa la corrente di alimentazione della macchina....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.