Come tinteggiare il corridoio

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Tra tutti i lavoretti di manutenzione casalinga, la tinteggiatura delle pareti delle varie stanze è forse l'attività più tediosa. Quando si fanno lavoretti di questo tipo è sicuramente necessario armarsi di pazienza e rendersi conto che anche per un piccolo cantuccio occorrono più giorni di lavoro, in quanto la tinteggiatura si compone di più fasi distanziate brevemente nel tempo. Uno degli ambienti più difficili da tinteggiare è il corridoio per le sue dimensioni spesso ridotte e il continuo viavai dei nostri familiari; proprio per questi fattori è spesso complicato riuscire a realizzare un lavoro discreto ed occorrono quindi delle specifiche contromisure: scopriamole insieme in questa guida su come tinteggiare il corridoio.

28

Occorrente

  • cartoni o fogli di giornali
  • carta vetrata a grana sottile
  • stucco da muro
  • spatola
  • pennellessa
  • rullo
  • pennello tondo grosso
  • vernice del colore desiderato
38

Il primo passo verso il rinnovamento è pensare a quale tinta vogliamo utilizzare. Per fare questa scelta in modo corretto dobbiamo valutare prima di tutto la posizione del corridoio: verifichiamo quindi, se sono presenti finestre che fanno filtrare luce naturale o se viceversa questo spazio è illuminato solo ed esclusivamente con luce artificiale; Altro importante fattore da considerare è anche l'ampiezza del corridoio, fattore che può risultare determinante nella scelta di un tipo di tinteggiatura piuttosto che un'altra. Fatte queste considerazioni, e scelto quindi il colore, possiamo cominciare i lavori.

48

Provvediamo ora a togliere tutti gli oggetti presenti nel corridoio, vale a dire quadri, mobili, decorazioni. Lo spazio deve risultare completamente libero, in maniera tale da poter lavorare sia in sicurezza che in comodità. Se alle pareti erano appesi quadri e noi vogliamo poi cambiare lo la disposizione, dobbiamo procedere ad eliminare anche i ganci di sostegno. Per prima cosa di chiudiamo i buchi lasciati dai ganci utilizzando l'apposito stucco. Stendiamo il materiale accuratamente, senza esagerare con la quantità e lasciamolo asciugare; una volta che esso si sarà asciugato eliminiamo il materiale eccedente carteggiando il punto con carta vetrata a grana sottile. Puliamo accuratamente lo spazio dalla polvere, sia sul pavimento sia sulle pareti.

Continua la lettura
58

Se il colore che abbiamo scelto è già pronto in appositi contenitori e quindi non abbiamo la necessità di modificarlo, allora possiamo cominciare. Se invece la tinta da noi scelta deve essere preparata al momento, in questo caso è opportuno fare una stima della quantità necessaria. Dopo aver stabilito le corrette proporzioni tra pittura e acqua, possiamo iniziare la fase preliminare del nostro lavoro. Per prima cosa prendete la pennellessa, intingetela nella pittura e iniziate a segnare con essa gli ostacoli: essi sono tutte quelle zone critiche che sono difficilmente raggiungibili con rulli e pennelli o, che sono in prossimità di altri materiali come porte e battiscopa; passate la pennellessa anche lungo i margini delle pareti e lungo gli angoli del soffitto, badando a non creare sgocciolamenti.

68

Dopo che avremo completato questa fase preliminare potremo procedere con la tinteggiatura vera e propria. Per lo svolgimento di attività di questo tipo, vale sempre la stessa regola: partire dall'alto. Pertanto iniziamo a tinteggiare le pareti procedendo dal soffitto. Stendiamo la prima mano su tutta l'ampiezza del locale, poi ripetiamo il tutto passandone una seconda, Cercando sempre di utilizzare pennellate molto ampie così da stendere in maniera omogenea e uniforme la tinta lungo tutta la parete del corridoio. Al termine lasciamo asciugare la vernice valutando se l'effetto del nuovo colore è di nostro gradimento.

78

Terminato il lavoro, lasciamo asciugare le pareti per una notte intera. Il giorno seguente controlliamo il risultato del nostro lavoro e procediamo alla stesura di una seconda mano di tinta così da ravvivare il colore e rimediare ad eventuali sbavature o piccole imperfezioni realizzate durante la prima mano. La procedura è pressoché identica a quella precedente con la sola eccezione che la seconda mano di pittura andrà stesa con lunghe pennellate incrociando più volte il pennello durante la stesura: così facendo eviteremo di togliere materiale ogni volta che diamo una pennellata e il colore sulla parete risulterà pieno ed uniforme.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • ricoprite il pavimento con del cartone e tutti gli accessori con dei figli di giornale per evitare che vangano macchiati con la tinta
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come tinteggiare una stanza con i pennelli

Tinteggiare una stanza non è soltanto un capriccio estetico, ma un importante aiuto all'igiene ed alla salute di tutta la casa: un muro pulito e verniciato da poco tende infatti a formare meno muffa e umidità, aumentando il livello qualitativo dell'aria...
Casa

Pistola a spruzzo: come tinteggiare

La tinteggiatura in origine si effettuava con un grosso pennello. Esso consentiva di dipingere una superficie piuttosto vasta e prendeva il nome di "pennellessa".In seguito si iniziò a notare che il rullo permetteva di risparmiare tempo. Inoltre si riusciva...
Casa

Come tinteggiare il parquet

Nel conferire uno stile alla nostra casa, la scelta dei pavimenti gioca un ruolo chiave. Esistono moltissime soluzioni, ognuna di esse con le proprie peculiarità. Ma se c'è un materiale che rende l'ambiente accogliente, questo è il legno. I pavimenti...
Casa

Come tinteggiare ed eseguire una velatura su di una parete

La tecnica della velatura nasce dalla necessità estetica di antichizzare le pareti sia interne che esterne degli edifici, imprimendo loro quella patina di "vissuto" che solo il tempo saprebbe donare. Essa può essere utilizzata su superfici differenti...
Casa

Come tinteggiare le pareti con lo smalto

Se non desiderate essere le ennesime persone che inseriscono le solite, abusate, piastrelle in cucina o in bagno, una soluzione potrebbe essere usare della vernice a smalto. La vernice a smalto è una pittura che permette di ottenere senza particolari...
Casa

Come tinteggiare il marmo con lo smalto

Se in casa abbiamo dei ripiani in marmo oppure dei mobili corredati di questo raffinato materiale naturale, possiamo personalizzarne il colore in base ai nostri gusti ed esigenze di arredo. Il marmo infatti si può tinteggiare usando dello smalto specifico,...
Casa

Come preparare le pareti da tinteggiare

Se dovete tinteggiare pareti e soffitto di casa senza ricorrere ad un professionista, è necessario avere un minimo di conoscenze sulle tecniche e sui materiale che serviranno per “rinfrescare” il vostro ambiente. Per ottenere un buon risultato ed...
Casa

Come tinteggiare le pareti con effetti speciali: colore a calce

L'arredamento di una casa è il primo biglietto da visita per ogni ospite e averne cura è il modo migliore per sentirsi a proprio agio all'interno di un ambiente in cui vivere. Tinteggiare le pareti con effetti speciali può essere un buon metodo per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.