Come tinteggiare le pareti di cartongesso

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il cartongesso è sicuramente il materiale che più di tutti viene utilizzato per rifinire le pareti interne. La sua composizione è frutto di una miscela di acqua, cartone, gesso e altri elementi. La fase di tinteggiatura delle pareti di cartongesso è semplice e richiede pochi e funzionali occorrenti, come i rulli, la vernice, i pennelli, del nastro adesivo e alcuni teli di plastica. Scopriamo insieme come tinteggiare le pareti di cartongesso.

24

Il primo passo che dovreste seguire ancora prima di tinteggiare le pareti di cartongesso è quello di sistemare le pareti del vostro muro. La pulizia generale delle pareti è necessaria in quanto solitamente nelle pareti e nel soffitto con il tempo vanno concentrandosi polvere, ragnatele e altre manifestazioni di sporco. Durante questa fase, per ottenere un ottimo risultato, potreste utilizzare un aspirapolvere o in alternativa un panno, che vi permetteranno di raccogliere tutte le manifestazioni più ostiche di sporcizia. Procedete la fase di pulizia, utilizzando un telo di plastica per ricoprire i mobili e coprite anche il pavimento facendo attenzione a non utilizzare teli in plastica.

34

Un altro consiglio molto importante che dovreste seguire prima di tinteggiare con il cartongesso, è sicuramente quello di applicare sulla superficie una passata di primer. La scelta del primer più adatto ai vostri scopi, è uno degli aspetti più importanti che non dovrete mai trascurare. Scegliere e utilizzare un primer di qualità risulterà molto utile, in quanto vi permetterà di diminuire le mani di finitura da tre a due. Questa fase è molto importante anche nel caso stiate cercando di coprire una finitura lucida per tinteggiare il cartongesso delle vostre mura. Un ulteriore aspetto che dovreste considerare è quello di utilizzare un primer che si avvicini a quello della vostra tinteggiatura. Questa soluzione tiene fin quando non si tratti di un colore più profondo. Nel caso si trattasse di un colore troppo profondo, potreste utilizzare anche un tono sul grigio per la tinteggiatura delle vostre pareti in cartongesso.

Continua la lettura
44

Adesso è il momento di passare alla vera fase di tinteggiatura. Per favorire la fase di tinteggiatura dovrete innanzitutto assicurarvi di avere tra gli occorrenti necessari una quantità di vernice che sia sufficiente per due abbondanti mani di pittura e pennelli e rulli che siano di ottima qualità. A questo punto passate a preparare i rulli avvolgendovi intorno abbondante nastro adesivo. Procedete procurandovi un secchio da almeno venti litri e versatevi dentro la vernice. La fase di tinteggiatura con il cartongesso potrebbe essere facilitata e resa meno pesante dalla presenza di un aiutante, il quale potrebbe occuparsi di perfezionare alcune parti della parete, rifinendole e tinteggiandole, in questo modo voi potrete dedicarvi a stendere la vernice sul resto della parete. A lavoro ultimato, prima di applicare la seconda mano di vernice, è fondamentale che ricordate di lasciare asciugare per un lasso di tempo di almeno due o tre ore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

5 errori da evitare nel tinteggiare le pareti

A volte, quando si attraversando periodi economici non proprio felici, o semplicemente se si ha intenzione di mettersi in gioco e dimostrare le proprie capacità pratiche e manuali, si può decidere di ritinteggiare le pareti di casa. Per chi è esperto...
Casa

Come preparare le pareti da tinteggiare

Se dovete tinteggiare pareti e soffitto di casa senza ricorrere ad un professionista, è necessario avere un minimo di conoscenze sulle tecniche e sui materiale che serviranno per “rinfrescare” il vostro ambiente. Per ottenere un buon risultato ed...
Casa

Pareti in cartongesso: consigli di tinteggiatura

Il cartongesso, spesso conosciuto come muro a secco,, pare essere uno dei materiali più usati per il rivestimento delle parete interne delle abitazioni, ciò è dovuto alle sue proprietà termoacustiche e la sua estetica liscia e levigata. La tinteggiatura...
Casa

Come tinteggiare le pareti con lo smalto

Se non desiderate essere le ennesime persone che inseriscono le solite, abusate, piastrelle in cucina o in bagno, una soluzione potrebbe essere usare della vernice a smalto. La vernice a smalto è una pittura che permette di ottenere senza particolari...
Casa

Come tinteggiare le pareti con effetto puzzle

Pitturare le pareti, il soffitto, o anche gli infissi della propria casa costituisce l’elemento più importante per un generale rinnovamento degli ambienti, oltre a donare un senso di pulizia e di nuovo. L’arte della pitturazione, o, più propriamente,...
Casa

Come tinteggiare le pareti con effetti speciali: colore a calce

L'arredamento di una casa è il primo biglietto da visita per ogni ospite e averne cura è il modo migliore per sentirsi a proprio agio all'interno di un ambiente in cui vivere. Tinteggiare le pareti con effetti speciali può essere un buon metodo per...
Casa

Come tinteggiare le pareti con la pistola a spruzzo

La tinteggiatura delle pareti inizialmente veniva effettuata con la pennellessa, che era un grosso pennello capace di ricoprire in una sola passata una vasta superficie. Successivamente è stata sostituita dal rullo in quanto si era visto che sporcava...
Casa

Come Graffettare Il Tessuto Sulle Pareti In Cartongesso

Quando si deve andare a scegliere la finitura delle pareti della propria abitazione, molto spesso ci si orienta automaticamente verso un intonaco di finitura. Quest'ultimo può essere colorato oppure no, decorativo, effetto sabbiato, spugnato e di altri...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.