come tinteggiare una superficie con la tecnica della cenciatura

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Tinteggiare casa è un lavoro che con un po' di pazienza possiamo eseguire da soli, senza dover spendere grandi cifre per un imbianchino. Quando poi si è acquisita tecnica, si possono sperimentare anche metodi diversi dai classici pennelli e rulli. Per creare delle sfumature di colore irregolare si può sperimentare la tecnica della cenciatura, un metodo che utilizza delle pezze di stoffa appallottolate per stendere la vernice sulla superficie da tinteggiare. Vediamo insieme come procedere passo dopo passo.

26

Occorrente

  • Secchio per la vernice
  • Pennello largo 10 cm
  • Panno che non si sfilaccia
  • Colore emulsionato semi-opaco
  • Colore emulsionato opaco
36

La tecnica della cenciatura consiste nello stendere una vernice colorata trasparente su una parete sulla quale è già stato steso un colore base. La vernice superiore viene successivamente tolta premendo su di essa una pezza di stoffa appallottolata con dei colpetti sovrapposti. L'effetto che otterrete dipende dal modo in cui è sgualcita la stoffa e da quanto colore essa riuscirà ad assorbire, in ogni caso otterrete una parete che avrà un aspetto "grezzo" e particolare. La prima operazione da compiere consiste nello stendere il colore base.

46

La vernice da preferire è quella con colore emulsionato ad acqua, mentre per la seconda mano scegliete una vernice trasparente a base di acqua o a olio e scegliete un colore che sia di qualche tono più scuro di quello della base. Prima di stendere la seconda mano è però necessario lasciare asciugare bene le pareti, mentre per eseguire la cenciatura si deve agire su vernice fresca, perciò è bene stendere la seconda mano su una sola parete e quindi procedere con le pezze e, solo dopo aver terminato la cenciatura, tinteggiare un'altra parete. L'ideale è eseguire il lavoro in due: uno tinteggia e l'altro passa il "cencio".

Continua la lettura
56

Non appena avrete steso la seconda mano di vernice, prendete più pezze di stoffa pulite, preferibilmente di tessuti naturali, come cotone e lino e badate che non siano sfilacciate. Sgualcitene una e iniziate a passarla sulla superficie appena dipinta. Passatela tamponando più e più volte sulla superficie appena dipinta perché il vostro obiettivo è quello di rimuovere la vernice e facendo ciò si formeranno delle caratteristiche sfumature che dovete fare in modo che siano uniformi. Quando la pezza si copre di vernice, piegatela, accantonatela e prendete una nuova pezza pulita. Continuate a picchiettare finché non avete completato la parete e munitevi anche di un pennello con cui stendere gli eventuali accumuli di vernice che si possono essere formati. Quando le pezze utilizzate si sono completamente asciugate potete buttarle.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • L'ideale è eseguire il lavoro in due: uno tinteggia e l'altro passa il "cencio".
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come tinteggiare dopo un'infiltrazione d'acqua

I danni provocati da un'infiltrazione d'acqua, come le comuni macchie gialle sulle pareti, sono di solito il risultato di un tetto o di un apparecchio idraulico che perde. I danni di lieve entità e le macchie possono essere facilmente riparate attraverso...
Bricolage

Come tinteggiare il legno per mettere in evidenza la venatura

Alcune tipologie di legno, come ad esempio quello d'ulivo, quello di castagno, ed anche il legno di noce e rovere, presentano delle venature molto marcate che in alcuni casi, se opportunamente esaltate dalla lucidatura, conferiscono al manufatto un ottimo...
Bricolage

Come forare una superficie di ceramica

Dispiace sempre dover forare la ceramica, ma a volte bisogna farlo. Capita quando installiamo un lavandino, fissiamo una lampada alla parete del bagno o cucina e così via. La ceramica esiste in commercio con spessori differenti che ne determinano maggiore...
Bricolage

Come pulire e riempire le giunzioni di una superficie lastricata

Se abbiamo appena rivestito una superficie lastricata con piastrelle, è importante riempire le giunzioni non prima di averle pulite, in modo che lo stucco utilizzato successivamente, aderisca perfettamente e garantisca poi il top dal punto di vista...
Bricolage

Come sagomare l'impiallaccio di una superficie

I lavori di bricolage per molti rappresentano un vero e proprio tabù. In realtà basta avere un pizzico di impegno, un po' di sana iniziativa e la predisposizione verso i lavori manuali per ottenere davvero dei risultati davvero inaspettati. Ovviamente...
Bricolage

Come colorare con ossidi e pigmenti in polvere una superficie smaltata

Se in soffitta abbiamo trovato un vecchio vassoio smaltato oppure un piatto particolarmente decorato, possiamo colorarlo utilizzando invece delle tradizionali tempere o altre vernici acriliche, dei prodotti naturali ricavati dall'ossidazione di diversi...
Bricolage

Come eseguire un disegno con la tecnica del frottage

Generalmente per frottage si intende quella tecnica pittorica basata sullo sfregamento di una matita o di pastelli colorati su un foglio, accuratamente appoggiato sopra un oggetto che presenta dei rilievi: attraverso il ricalco, i rilievi della superficie...
Bricolage

Come avvitare su una superficie di legno

Senza ombra di dubbio, il legno è uno dei materiali più utilizzati per il fai da te, sia in casa che fuori, dal momento che ben si abbina non solo a qualsiasi tipo di arredamento, ma anche a qualsiasi tipologia di necessità ed è facile da lavorare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.