Come togliere i segni dal legno

Tramite: O2O 30/11/2016
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il legno è senza dubbio uno dei materiali più delicati, poiché molto facilmente il calore e le scalfitture lo possono rovinare. Se avete un mobile danneggiato, prima di intervenire, osservatelo con attenzione e valutate le cause di tali segni. Tuttavia, se sono mobili di antiquariato o è il vostro parquet, affidatevi ad un esperto. Leggendo questa guida, scoprirete come togliere i segni dal legno. Vediamo quindi come procedere.

26

Occorrente

  • olio di lino
  • trementina
  • aceto
  • tampone di cotone
  • lucidante per metalli
  • carta assorbente
  • pellicola
  • panno umido
  • ferro da stiro
  • gommalacca
  • carta smerigliata
  • Cera d'api
  • pastelli a cera
36

Prima di iniziare a togliere i segni dal legno, munitevi di un paio di guanti in plastica. Se il legno presenta dei segni lasciati dai bicchieri o dalle tazze calde, dovrete semplicemente strofinare la parte interessata con olio di lino e trementina (oleoresina). Mescolate i prodotti in parti uguali e passateli sulla superficie, dopodiché rimuovete i residui lasciati dai prodotti con l'aceto. Per togliere i segni lasciati da bruciature leggere, passate un tampone di cotone dopo aver impregnato quest'ultimo con un lucidante per metalli. Fatto ciò, mettete della carta assorbente bagnata sul legno, quindi coprite la superficie con una pellicola aderente. Lasciate agire la soluzione per circa una notte.

46

Se i segni da togliere dal legno sono ammaccature, dovrete agire repentinamente, poiché nel legno, potrebbero formarsi delle crepe. Stendete un panno umido e premete con la punta calda del ferro da stiro: l'incavo si solleverà e un po' di umidità entrerà nelle fibre del legno. Non eseguite tale operazione con il ferro troppo caldo, ed inoltre, non lasciatelo a lungo sulla superficie. Se dovrete togliere dei graffi dal legno, dovrete pulire il graffio e successivamente dovrete riempire il graffio. A tal proposito, acquistate la gommalacca, versatela in un recipiente e fatela indurire. In seguito, con la carta smerigliata, livellate i bordi del graffio. Oltre a ciò, munitevi di un pennellino e fate colare nel graffio un po' di lucido.

Continua la lettura
56

Terminata l'operazione, passate sulla superficie la carta smerigliata bagnata nell'olio di lino. I graffi lievi, li potrete eliminare strofinando sulla zona la cera d'api e l'olio di lino. Inoltre, potrete togliere i segni dal legno anche utilizzando i pastelli a cera. Scioglieteli a bagnomaria, ed appena si raffredderanno, amalgamateli ed applicate l'impasto nella scalfittura. Fate indurire il tutto e strofinate la superficie con la carta smerigliatrice, quindi terminato ciò, passate la cera. Con questa tecnica, otterrete l'esatto colore del legno e non ricorderete più il punto dove avrete tolto i segni dal legno!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come Sverniciare Un Mobile Di Legno

Con il passare del tempo anche un mobile può invecchiare e deteriorarsi. Il legno è un materiale naturale, quindi un mobile di questo tipo risente maggiormente del trascorrere degli anni. Per prima cosa dovremo togliere lo strato superficiale deteriorato...
Bricolage

Come eliminare ammaccature e bruciature nel legno

Il legno è un materiale che viene utilizzato tantissimo nella produzione dei mobili, ed è comunque molto presente nelle nostre abitazioni. Può capitare nel corso del tempo che alcuni elementi del legno della nostra casa possano subire dei piccoli...
Bricolage

Come togliere la cera dalle superfici

Se avete in casa delle candele poste sui mobili, vi sarà di certo capitato assai di frequente che la cera sia caduta sopra di questi. Con conseguente enorme fatica provata nel tentativo di togliere gli aloni e le macchie. Ma non disperate, perché i...
Bricolage

Come dipingere i mobili in legno massello

La verniciatura dei mobili in legno massello è un'operazione che richiede molto tempo, pazienza e delicatezza. Il trattamento e la preparazione del legno alla verniciatura dipende dalle condizioni del legno massello. Infatti se si tratta di legno già...
Bricolage

Come smontare un bancale di legno

Un bancale di legno è una struttura portante costituita da una serie di pezzi di pellet che serve quasi spesso a sostenere degli oggetti posati sulla sua parte superiore. Infatti, sono spesso usati nelle fabbriche, nelle industrie, nei depositi e nei...
Bricolage

Come togliere la colla dai capelli

Svolgendo dei lavori di edilizia o soltanto dei ritocchi fai da te, a volte può capitare che la colla finisca accidentalmente tra i capelli. Le cose si complicano se il collante è a presa forte. Anche se non è un'impresa facile, prima di pensare a...
Bricolage

Come fare sculture fai da te con i dischi di legno

Il legno, con il suo profumo, le sue venature e la sua gamma di colori è elegante, gradevole e soprattutto si presta a varie utilità. Esso può essere plasmato per creare nuovi oggetti degni di un appartamento all'insegna del design. Ma cosa serve per...
Bricolage

Come sverniciare il legno con la soda caustica

Sverniciare il legno significa togliere le vernici chimiche, come smalti o coloranti per riportare il materiale alla liscia e naturale superficie originaria. Per non rovinare il legno, bisogna compiere questo lavoro al meglio, scegliendo il giusto metodo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.