Come togliere l'odore della laccatura dai mobili nuovi

Tramite: O2O 12/07/2016
Difficoltà: media
16

Introduzione

Nonostante a qualcuno piaccia, l'odore rilasciato da un mobile appena acquistato può rivelarsi fastidioso. Soprattutto se si trova in ambienti della casa molto frequentati. Per fortuna, esistono degli espedienti per togliere l'odore della laccatura dai mobili nuovi. Inoltre, il legno viene spesso sottoposto a trattamenti chimici per preservare lucidità e contro l'umidità. Queste sostanze volatili (chiamate anche VOC) possono continuare a disperdersi nell'aria anche molto tempo dopo l'acquisto: molte di queste sono nocive e responsabili della comparsa di sintomi come nausea, bruciore agli occhi, cefalee e vertigini. Per questo togliere l'odore diventa fondamentale non solo perché è sgradevole, ma anche per la nostra salute.

26

Occorrente

  • Lavanda o altre erbe aromatiche (es. menta)
  • Aceto
  • Agrumi come limone o arancia
  • Sacco di plastica spessa
  • Phon
36

Ventilare i locali. Come primo e fondamentale passo per togliere l'odore di laccatura bisogna cambiare aria alla stanza in cui si posizioneranno i mobili. Sono necessarie almeno 72 ore affinché gran parte dell'odore svanisca e le sostanze volatili si disperdano all'esterno. Quindi aprite porte e finestre, ed evitate di soggiornare in quella camera se non per brevi periodi. Se disponete di una veranda, un balcone o uno spazio all'aperto in cui poter lasciare i mobili, è preferibile lasciarlo all'aperto.

46

Se l'odore della laccatura persiste, proviamo a coprire l'odore con il profumo. Esistono molte alternative naturali ai diffusori chimici che si trovano nei supermercati. Basta preparare degli infusi a base di erbe profumate, che lasceremo finché il profumo non coprirà l'odore sgradevole della laccatura. Tra le piante più profumate sicuramente la lavanda, con l'aggiunta di qualche goccia d'aceto. Ottimi pure gli agrumi come limone ed arancia. Per preparare l'infuso, lasciamo le piante o i frutti a mollo in una pentola d'acqua. Aspettiamo che raggiunga il bollore e continuiamo la cottura per una decina di minuti. Sistemiamo gli infusi in vari recipienti, ed appoggiamoli sulle superfici più vicine al mobile.

Continua la lettura
56

Se l'odore persiste, è dovuto probabilmente a una insufficiente asciugatura della laccatura, col risultato che al minimo cambiamento di temperatura e umidità il legno rilascerà il caratteristico odore. Per ovviare al problema, occorrono un fon e un grosso sacco di plastica spessa. Spostiamo il mobile all'esterno, e dopo averlo chiuso nel sacco pratichiamo un'apertura nella parte bassa. Infiliamo il fon nella parte alta del sacco, e mettiamolo in funzione a potenza media per una ventina di minuti.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per prevenire la comparsa di cattivi odori e l'emissione di sostanze volatili, è preferibile acquistare mobili con superfici e bordi laminati.
  • Verificare che i mobili siano certificati secondo gli standard di bassa emissione di VOC.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come togliere l'odore di fritto dalla tua casa in modo ecologico

La cucina di casa, come si sa, è un luogo molto vissuto e per alcuni una vera e propria passione.Si inventa, si sperimenta e... Si frigge!Uno dei disagi più frequenti è che dopo averlo fatto la casa si impregna di odore di fritto che persiste nonostante...
Casa

10 consigli per togliere l'odore di pittura da una stanza

Avete appena pitturato casa ma un forte odore di vernice invade ogni stanza rendendo gli ambienti nauseanti. L'aria che respirate, oltre ad essere ipoteticamente nociva (dipende dalla tipologia della pittura. Non tutte le marche producono vernici tossiche)...
Casa

Come realizzare l'effetto di rigatino su mobili in legno

L'effetto rigatino è una finitura che viene applicata ai mobili in legno nel momento in cui vengono dipinti, è molto classica ma sempre di moda, tanto che la ritroviamo anche in una vasta gamma di mobili d'arredamento moderno, nelle versioni rovere,...
Casa

Come rimuovere la finitura in lacca dai mobili

Certe volte si ha la necessità di dover fare qualche intervento di manutenzione o ristrutturazione di qualche mobile antico, ma prima di poter procedere più a fondo ed arrivare alla parte viva del materiale è necessario rimuovere lo strato di finitura...
Casa

Come ravvivare i mobili di legno

Bastano semplici accorgimenti per ravvivare i mobili di legno e farli tornare come nuovi. Premessa necessaria restano la cura e la manutenzione costanti, imprescindibili per superfici lucide e legni ben nutriti. I mobili di legno subiscono l'azione del...
Casa

Come eliminare l'odore di fumo dai vestiti

L'odore del fumo come ben sappiamo generalmente si diffonde inesorabilmente nell'ambiente in cui si fuma e, si attacca ai vestiti di chi fuma e di chi vi sta accanto. L'odore o puzza del fumo persiste se non facciamo arieggiare la stanza o il locale a...
Casa

Come eliminare il cattivo odore dalle scarpe

Molto spesso capita che il cattivo odore possa impregnare le vostre scarpe preferite, dopo di che diventa un cruccio e ci si comincia ad interrogarsi su come eliminare questo cattivo odore, al quanto fastidioso. Di solito capita con le scarpe da ginnastica...
Casa

5 consigli per verniciare i mobili

Se avete appena costruito alcuni mobili, è importante sapere che per verniciarli ci sono svariati modi tutti in grado di ottimizzare il risultato, e nel contempo renderli consoni al vostro gusto personale. Si tratta tra l'altro di un lavoro non difficile,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.