Come trasformare dei centrini all'uncinetto in contenitori per oggetti

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Reinventare l'uso degli oggetti, utilizzandoli in un nuovo e originale modo, è quello che possiamo fare se disponiamo di una bella quantità di centrini. In ogni casa, nel cassetto che non apriamo da tempo, potremmo riscoprire tanti centrini della nonna o che noi stesse avevamo lavorato all'uncinetto da ragazze. Riposti tra la naftalina dopo l'ultimo ammodernamento di casa, perché poco utili alla logica dell'arredamento essenziale, è giunto il momento di rivalutarli e trasformare i centrini in contenitori per oggetti che si sposeranno anche col più moderno degli ambienti, creando un interessante contrasto dalla forte personalità. Seguite le istruzioni di questa guida e vi stupirete del risultato. Vediamo insieme come procedere.

26

Occorrente

  • vecchi centrini
  • contenitori di vetro o plastica
  • acqua
  • zucchero
  • spilli
36

Procuratevi i centrini più merlettati che avete in casa e alcuni contenitori che serviranno a dare la forma desiderata. Ovviamente più è grande il centrino e più grande deve essere il contenitore; quest'ultimo può essere sia di vetro che di plastica. Prendete una bacinella e preparate una soluzione composta da un quarto di tazza di acqua bollente e mezza tazza di zucchero. Le dosi consigliate in questa guida vanno bene per un centrino di circa venti centimetri di diametro, se il centro è più grande la dose aumenterà.

46

Mescolate per bene con un cucchiaio fino a che la soluzione non diventerà opaca. Immergete il centrino nella soluzione e fate in modo che il preparato permei perfettamente nella trama. Premete delicatamente con le dita affinché la soluzione imbeva completamente il centrino. Ripetete questo procedimento per circa tre volte e poi strizzate delicatamente. Servitevi adesso dei contenitori che avevate preparato per dare la forma al vostro centrino. Capovolgete il contenitore e appoggiateci sopra il centrino, facendolo aderire alla sua superficie.

Continua la lettura
56

Premete delicatamente con le mani, evitando che si formino grinze. Quando il centrino si è quasi attaccato alla superficie del contenitore, così capovolto, appoggiatelo su di una asciugamano e fissate i bordi con degli spilli. Mettete ad asciugare il lavoro al sole o in una camera soleggiata e, quando è quasi asciutto, passate un getto tiepido di asciugacapelli per completare l'opera. Capovolgete il contenitore dopo aver rimosso gli spilli e staccate delicatamente il centrino dalle pareti. Potete usare questi portaoggetti come porta-caramelle o come svuota-tasche. Per ridare al centrino la forma originale, basterà lasciarlo a bagno in acqua calda e poi lavarlo normalmente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come Trasformare Una Scatola In Un Pouf Porta Oggetti

Riciclare al giorno d'oggi è, fortunatamente, una pratica davvero molto diffusa. Non solo per bottiglie e vetro e carta, ma anche per gli oggetti che decidiamo di non buttare ed ai quali vorremmo dare nuova vita. Ad esempio una semplice scatola di cartone...
Bricolage

Come stirare i centrini

I centrini che abbiamo in casa servono per arredare i nostri mobili e tavoli. Si sa che il fai da te è ora mai un hobby molto diffuso tra di noi, perché non solo permette di creare degli arredamenti unici ma anche di poter risparmiare e realizzare tutto...
Bricolage

Come fare dei centrini di carta

I bambini da piccoli, in particolare le femmine, si divertono un mondo giocando a far finta di prendere il tè con gli amichetti o con le proprie bambole. Approfittatene in modo da poterli rendere partecipi di un passatempo davvero molto interessante...
Bricolage

Come riutilizzare i contenitori per le uova

Ci sono alcuni oggetti che, inevitabilmente dopo il loro utilizzo principale, finiscono nella spazzatura, come ad esempio accade per i contenitori in cui vengono vendute le uova. Essi possono essere di due tipi: di cartone o di plastica. È possibile...
Bricolage

Come Utilizzare I Contenitori Vuoti Del Latte

Invece di occupare spazio ingombrante nel riciclaggio o gettarli via nel bidone della spazzatura, i cartoni vuoti del latte usati quotidianamente, possono essere riutilizzati per usi pratici. Con diverse idee intelligenti si possono creare un'infinità...
Bricolage

10 idee fai da te per decorare i contenitori di plastica

I contenitori di plastica possono essere utilizzati per infiniti scopi, sia per isolare termicamente del cibo o per conservare liquidi o oggetti che non c'entrano nulla con la cucina. In commercio ne esistono di ogni tipo ma se quel che si trova non è...
Bricolage

Come creare un bracciale con perline all'uncinetto

L'uncinetto è uno strumento molto utile per realizzare creazioni d'alta moda. Con questa tecnica si possono fare numerose creazioni, adatte a tutti, grandi e piccini. Ad esempio, in base al materiale di cui si dispone, si possono fare delle tovaglie,...
Bricolage

Come creare dei contenitori ninfee

Le ninfee sono delle bellissime piante acquatiche, molto amate e diffuse, che con i dovuti accorgimenti possono essere ospitate anche nel proprio giardino o sul balcone.Non hanno bisogno di cure eccessive per essere mantenute in salute, ma con un piccolo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.