Come trasformare un cappello in un lampadario

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

L' idea del fai da te prende ormai il sopravvento oggi: il concetto del recupero è un tema molto sfruttato, in quanto, usando un po' di fantasia, si è in grado di riprodurre oggetti di qualsiasi natura sfruttando cose impensabili, spesso ritenuti inutili e senza alcun valore. Quello che inoltre aiuta questo tema del riciclaggio è sicuramente lo stile vintage, uno stile moderno che però sfrutta elementi rivisitati considerati inutili e vecchi. Altro aspetto importante che sfrutta è sicuramente l'inventiva: un oggetto di cui si pensa non sia più utile con un po' di idee possono trovare nuova utilità e collocazione, in uno stile completamente rivisitato. Un cappello di vecchia data può essere tra questi: vecchio e logoro ha la possibilità tdi tornare utile trasformandolo in un lampadario. Vediamo quindi come fare.

27

Occorrente

  • Lampadina
  • Cappello
  • Cacciavite
37

Il cappello

Il primo passo da fare riguarda sicuramente la scelta di un cappello che sia adeguato a questa tipologia di lavorazione. Questo deve essere dalla conca abbastanza larga in modo tale che il cono di luce non venga racchiuso in un breve raggio, ma che ansi sia ben largo così da fare maggiore illuminazione. Questa scelta si può concentrare sui capelli da donna ben grandi, oppure sui modelli a bombetta dell'uomo. Per un effetto più prolungato della luce si può invece optare per il famoso cappello a cilindro.

47

La lavorazione

Procurati dei cappelli ideali da poter trasformare in lampadari ora bisogna procurarsi dei fili da collegare al punto di accensione al soffitto. Per far ciò chiudere il contatore della luce e procedere all'ingresso del vaso all'interno del cappello. Per far ciò bisogna aprire con un cacciavite il vaso così da poter entrare all'interno. Fare quindi un foro, di piccole dimensioni, per far passare i fili, quindi riprendere il vaso contenitore e procedere alla sua chiusura all'interno del capello. Stringere bene la vite per evitare che si possa riaprire.

Continua la lettura
57

La lampadina

Eseguito questo passaggio bisogna proseguire all'ultimo fase del nostro lampadario: mettere la lampadina. Quindi avvitarne una per ottenere così il proprio lampadario. Il consiglio che si può dare in questi casi è quello di inserire una lampadina che possa fornire una grande quantità di luce senza andare in escandescienza, fattore importante che non causi il surriscaldamento della lampada con il conseguente rischio di bruciare la stoffa del capello. Delle lampadine al led con luce bianca sono ideali per questo tipo di problema e forniscono una buona quantità di luce al posto di quelle calde.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Utilizzare lampadine a basso consumo energetico per evitare il surriscaldamento eccessivo
  • Non tenere molto il cappello acceso per evitare il surriscaldamento
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come Realizzare Un Lampadario Con Cristalli

Ogni casa ne ha uno, di piccole o di grandi dimensioni. Spettacolare o molto semplice che sia, il lampadario, oltre ad avere la funzione di portare le lampadine che illuminano le stanze, può essere un bellissimo componente d'arredo che dona un tocco...
Bricolage

Come realizzare un lampadario con spago e palloncino

Se volete creare un'atmosfera misteriosa, basterà che realizzate un effetto luce speciale con un lampadario particolare. Questa è un'idea che può rendere l'ambiente illuminato, ma allo stesso tempo regalare un'aria festosa per tutta la casa. Il lampadario...
Bricolage

Come riparare un lampadario di vetro e cristalli

Il lampadario è il complemento d'arredo che meglio di ogni altro completa ed abbellisce le nostre case. La scelta del lampadario, ovviamente, varia in base allo stile che si è scelto per le nostre abitazioni. Per gli arredamenti più classici quelli...
Bricolage

Come costruire un cappello conico asiatico

Tutti conosciamo il tradizionale cappello asiatico. Si tratta di quel cappello conico costruito intrecciando fibre vegetali. Le fibre maggiormente utilizzate sono quelle di bambù e di palma. Un elemento distintivo del cappello asiatico è la fascia sottomento....
Bricolage

Come collegare i fili elettrici di un lampadario

Il lampadario di casa fa parte di quegli oggetti che tendono ad essere sostituiti con maggior frequenza nelle case delle persone. Per risparmiare qualche soldo evitando di chiamare un professionista elettricista e per pura soddisfazione personale, seguite...
Bricolage

Come realizzare un lampadario con la corda

Avere nella propria abitazione un oggetto originale e unico è da sempre il sogno di ogni persona, in questo caso si parla di un lampadario quindi un elemento di grande impatto alla vista di parenti e amici. Realizzarlo non è difficile, basta avere un...
Bricolage

Come nascondere i fili di un lampadario

Scegliere un lampadario comporta diverse valutazioni oltre ad un esborso economico spesso di non poco conto. La scelta, che va fatta in maniera assolutamente ponderata e non impulsiva, non deve essere vanificata da un montaggio del lampadario approssimativo...
Bricolage

Come realizzare un lampadario in cartongesso

Il cartongesso consiste in un materiale che viene sempre più utilizzato nel campo dell'edilizia, dal momento che consente di realizzare numerosi oggetti e progetti. Con esso, infatti, è possibile costruire pareti, controsoffitti, porte provvisorie,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.