Come trasformare un vecchio mobile in una cucina per bambini

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Fare felici i bambini accontentandoli in tutti i loro desideri sarebbe fantastico, solo che è anche molto dispendioso, considerati i prezzi che hanno raggiunto i giocattoli negli ultimi decenni. Se avete un po'di praticità nella tecnica del fai da tee avete a disposizione un vecchio mobile da cucina da potere utilizzare per questo progetto, ecco una guida che potrebbe farvi risparmiare un bel po' di soldini e, nello stesso tempo, potrà fare felici i vostri bambini. Nello specifico, vedremo come trasformare un vecchio mobile in una simpaticissima e originalissima cucina per bambini.

24

Quale tipo di comodino adoperare

Cominciamo con l’occorrente. La prima cosa di cui dobbiamo dotarci per creare la nostra cucina giocattolo è uno di quei vecchi comodini alti e stretti, con un’unica anta. Può andare bene anche la versione dotata di cassetto nella parte superiore. Se il nostro comodino è in legno, dovremmo prima pulirne bene tutta la superficie con carta vetrata. Eliminiamo quindi tutti i residui di polvere di legno rimasti e ridipingiamo l’intero mobile con un colore allegro, adatto alla camera dei nostri bimbi. I più creativi potranno poi arricchirlo con ulteriori decori.

34

Come raffigurare una pietanza nel forno

Procuriamoci un’immagine abbastanza grande, che raffiguri una qualsiasi pietanza in fase di cottura come ad esempio un pollo, una pizza o una torta. Possiamo utilizzare un ritaglio di giornale oppure, se siamo un po’ più abili, realizzare un disegno personalizzato fatto da noi. L’importante è che l’immagine si adatti bene alle dimensioni dell’anta del comodino, che dovrà diventare lo sportello del nostro forno. Incolliamo quindi l’immagine realizzata utilizzando la colla spray, avendo cura di spruzzarla sull’intera superficie della figura, soprattutto ai bordi.

Continua la lettura
44

Come raffigurare il piano cottura

Per quanto riguarda la rappresentazione del piano cottura possiamo fare esattamente come abbiamo fatto con la rappresentazione della pietanza nel forno. Dovremo, cioè, recuperare una immagine da un giornale che abbia la giusta dimensione oppure, se non la dovessimo trovare, potremmo disegnarla direttamente sul ripiano adibito al piano cottura oppure, ancora, potremo scegliere di usare degli adesivi che rappresentino il piano cottura. Una volta che avrete scelto la modalità preferita, potete finalmente definire la vostra cucina, personalizzarla come meglio credete o come meglio rappresenta la vostra bimba e consegnarla, impacchettata esattamente come fosse un regalo. Vedrete che bella cucina di qualità che avrà la vostra bimba!!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come recuperare un vecchio mobile

Anche tu hai un mobile vecchio, un po' malandato e che è proprio brutto da vedere? Non accantonarlo in soffitta e tanto meno non gettarlo via. Devi sapere che è possibile recuperare un vecchio mobile con pochi e semplici passi. Seguendo questa guida...
Casa

Come riutilizzare un vecchio mobile

Se avete un mobile vecchio, o uno malandato, ma vi dispiace buttarlo o darlo via, potreste provare a recuperarlo. Riutilizzare un vecchio mobile non è un'operazione che comporta molte spese, o richiede tanta abilità, l'unica cosa di cui avrete bisogno...
Casa

Come personalizzare un vecchio mobile

Trasformare vecchi mobili in nuovi pezzi funzionali è un modo intelligente ed economico per arredare la propria casa in maniera originale e personalizzata. Attraverso delle semplici tecniche di pittura, ad esempio, è possibile dare nuova vita a credenze,...
Casa

Come ridare vita a un vecchio mobile

Per chi è appassionato di riciclo creativo, oggettistica e arredamento vintage e, soprattutto, del fai da te, visitare dei mercatini dell'usato può costituire un'occasione unica per trovare, a poco prezzo, mobili o complementi d'arredo. Una volta acquistati,...
Casa

Come Eliminare La Biacca Da Un Mobile Vecchio

Molto rinomata ed utilizzata sin dall'antichità la biacca è una pittura speciale a base di piombo (da qui anche il nome bianco piombo), La vendita di quest'oggetto è proibita sotto forma di polvere in particolare nella comunità europea ed anche negli...
Casa

Come trasformare un vecchio comodino in uno nuovo elegante effetto marmo

Così come capita per i vestiti, gli atteggiamenti e le acconciature, anche per i mobili della vostra casa il tempo passa e le mode cambiano, mostrandoci continuamente nuovi modi per svecchiare il vecchio arredamento e mantenersi al passo. Tuttavia non...
Casa

Come trasformare la cucina in un laboratorio creativo

Essere creativi è più o meno come imparare ad andare in bicicletta, non si scorda mai. La società e in particolare l'istruzione e l'ambiente di lavoro, calpestano allegramente la nostra originalità; infatti la maggior parte della gente mette da parte...
Casa

Come ricavare un piano d'appoggio pieghevole da un mobile

Fare la scelta di inserire un piano pieghevole in cucina o in una qualsiasi altra stanza può rappresentare sicuramente un'ottima soluzione d'arredo per tutti coloro che hanno poco spazio in casa e desiderano sfruttarlo al meglio. Un tavolo di questo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.