Come trasformare una vecchia padella in un portafiori

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La padella è un tipo di pentola che si utilizza in cucina per vari scopi. Generalmente è di forma circolare, raramente quadrata con angoli arrotondati. Essa ha un solo manico lungo, i bordi sono bassi e arrotondati ed il fondo è largo e piatto. Può essere di: metallo, ferro, acciaio inox, rame, alluminio con rivestimento antiaderente in teflon oppure in alluminio con rivestimento in ceramica. In origine il termine indicava una padella larga e poco profonda, generalmente in ferro. Essa era munita di due impugnature opposte e si utilizzava per cucinare vari piatti a base di riso. Leggendo il tutorial si possono avere alcuni utili consigli su come è possibile trasformare una vecchia padella in un portafiori.

25

Occorrente

  • Trapano, punta di trapano, spazzola semi-rigida, pittura lucida spray, prodotto antiruggine, terriccio
35

La prima cosa da fare è quella di mettere la padella sul piano di lavoro e controllare che non ci sono ammaccature vistose. Successivamente con la punta di un trapano grossa bisogna praticare al centro della padella un foro per favorire il drenaggio dell'acqua. In seguito, utilizzando una spazzola semi- ruvida, si devono togliere le eventuali incrostazioni che sono sul fondo, sulle pareti e all'esterno della padella. Poi, si deve pulire il contenitore con uno straccio umido; a questo punto bisogna passare, sia all'interno che all'esterno della padella, un velo di prodotto antiruggine.

45

In qualsiasi brico center è possibile trovare delle vernici spray lucide del colore che si preferisce. Bisogna comprarne una bomboletta e verniciare con piccoli e diretti spruzzi la superficie interna ed esterna della casseruola. Successivamente si deve mettere ad asciugare in un luogo ventilato; quando il tegame è completamente asciutto si deve riempire con del terriccio. Se si desidera si possono anche rifinire le pareti esterne della padella con dei disegni utilizzando la tecnica del bricolage. Così facendo si rende l'opera più originale.

Continua la lettura
55

A questo punto bisogna recarsi dal fioraio di fiducia ed acquistare delle piantine fiorite che non necessitano di eccessivo terreno. Le primule sono l'ideale in quanto danno un tocco primaverile e sono coloratissime. Poi, si deve comprare un pacco di terriccio universale e mischiarlo a della argilla espansa oppure alla sabbia per favorire un ottimo drenaggio. In seguito si deve cospargere la padella di questo miscuglio, senza pigiare troppo. Adesso bisogna sistemare le piantine di primule non troppo ravvicinate tra loro. Ora il portafiori è pronto e si può collocare su un muretto oppure in un angolo del giardino.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come trasformare una vecchia trapunta in un pannello decorativo

L'arte del riciclo è un modo straordinario per far rivivere oggetti caduti in disuso trasformandoli in qualcosa di nuovo e utile per la casa e non solo. Sono tantissimi gli oggetti che possono essere utilizzati per creare qualcosa di nuovo, e uno di...
Bricolage

Come trasformare una vecchia scarpiera in una libreria

Recuperare un'oggetto che non si utilizza più o che si è irrimediabilmente rotto, può davvero farci recuperare del denaro da investire poi in qualcosa che ci piace, o semplicemente farci risparmiare per il futuro. Tra gli oggetti che si utilizzano...
Bricolage

Come trasformare una vecchia cassettiera in una libreria

Trasformare una vecchia cassettiera in una libreria, potrebbe essere un buon metodo per non buttare un mobile a cui si è particolarmente affezionati e ricavarne anche un nobile scopo, come quello di contenitore per il meraviglioso mondo della letteratura....
Bricolage

Come trasformare una vecchia valigetta in un comodo cestino da picnic

Con l'arrivo della primavera le giornate si allungano, il tempo migliora e le temperature si alzano. Tutto questo ci spinge a trascorrere più tempo all'aperto e a goderci la natura. Perché non farlo organizzando un bel picnic nel parco più vicino?...
Bricolage

Come Trasformare Una Vecchia Pentola In Un Sottovaso

Da vecchie pentole a padelle, si possono ricavare vasi per i fiori, sottovasi, lampade, specchi ed altro ancora. In questa guida, con pochi e semplici passaggi, vi mostrerò come trasformare una vecchia pentola in modo facile e veloce, realizzando un...
Bricolage

Come trasformare una vecchia cassetta di legno in un tavolino rustico

Molte volte ci troviamo per casa degli oggetti che si sono degradati con il tempo o che non vanno più bene con l'arredamento esistente. In alcuni casi potremo evitare di buttarli cercando di sistemarli, personalizzarli e adattarli al nostro arredamento....
Bricolage

Come trasformare una vecchia scarpiera in una casa delle bambole

Le cantine ed i solai sono da sempre un ottimo "negozio dell'usato", da cui poter attingere vecchi oggetti, trasformarli e dare loro nuova vita. Per esempio: avete mai pensato come una scarpiera possa diventare una casa delle bambole? A prima vista sembrerebbe...
Bricolage

Come Trasformare Una Vecchia Carriola In Un Barbecue

Molto spesso si pensa che un qualcosa che si è rotto debba necessariamente essere buttato via, ignorando che invece può trasformarsi in qualcosa di nuovo ed originale utilizzando solo un poì di fantasia. Anche una carriola che non usate da molto tempo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.