Come trovare una perdita d'acqua nella piscina

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se la vostra piscina perde acqua avete bisogno prima di tutto di trovare il punto in cui si sta verificando la perdita. Successivamente potete risparmiare denaro, riparando il danno da soli, oppure assumere dei professionisti che facciano il lavoro al posto vostro. Svolgere tale operazione vi consentirà di essere informati in tal proposito, slegandovi dalla dipendenza di persone qualificate nel settore. In ogni caso, vediamo insieme come trovare una perdita d'acqua nella piscina.

26

Occorrente

  • Carta e penna
36

Come prima cosa monitorate la perdita della piscina per almeno ventiquattr'ore, prima con la pompa in funzione e successivamente con il sistema di circolazione dell'acqua spento, annotando queste informazioni su un registro. Se la piscina perde più acqua con la pompa accesa, probabilmente la perdita è situata nel sistema idraulico. Le zone più comuni in cui si verificano questo tipo di perdite sono frequentemente nella zona in cui il ritorno incontra la parte posteriore nel foro situato nella parete della piscina, nello skimmer del sistema di aspirazione, dove il tubo si collega alla parte inferiore di quest'ultimo, oppure nel filtro, in cui l'acqua fuoriesce dalla guarnizione.

46

Se la piscina perde più acqua con la pompa spenta, oppure la quantità di perdita di liquido è identica in entrambi i casi, la falla si trova nella struttura della vasca. Nel caso di piscine in cemento è probabile che si sia creata una crepa sulle pareti, mentre in quelle in vinile generalmente si formano dei fori. Dopo aver identificato se la perdita è nell'impianto idraulico o nella struttura della piscina, potete assumere un professionista o in alternativa riparare la falla da soli. Per le perdite nell'impianto idraulico avrete bisogno di una prova di pressione del sistema, mentre per la tenuta strutturale avrete bisogno di un ispezione visiva subacquea all'interno della vasca.

Continua la lettura
56

È molto probabile che si verifichi nella zona della valvola limitatrice idrostatica, che si trova negli scarichi principali, sul fondo della piscina. È una valvola unidirezionale che ha un collegamento meccanico che può usurarsi, con il passare del tempo. Svolgere questi compiti preventivamente sarà decisamente più conveniente rispetto a ingaggiare qualcuno per iniziare a risolvere il vostro problema. Potete eseguire questa tipologia di test da soli, prima di assumere un professionista, per ridurne il costo ed aumentare la vostra credibilità come cliente informato. Fornire note dettagliate sulla perdita d'acqua verificatasi, ridurrà le probabilità di venire truffati da imprenditori senza scrupoli. Buon lavoro!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se la piscina perde più acqua con la pompa accesa, probabilmente la perdita è situata nel sistema idraulico.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come realizzare una piscina in vetroresina

Una piscina è una piscina, come un diamante è un diamante: ambedue oggetti del desiderio ed emblemi inossidabili di lusso. Ma a parte lo status che evoca, una piscina detiene anche il pregio di essere rinfrescante, vivibile e adatta a praticare il più...
Materiali e Attrezzi

Come riparare una piscina in vetroresina

Le piscine in vetroresina sono molto resistenti e perciò durano per molti anni se ci si prende cura di esse. In caso contrario saranno più suscettibili a danneggiamenti e richiederanno molto tempo per la loro riparazione. Se possedete una piscina in...
Materiali e Attrezzi

Come risanare una piscina in vetroresina

Le piscine di vetroresina hanno la caratteristica di essere molto resistenti, perciò se la loro manutenzione è curata bene possono durare per molti anni. Se invece vengono trascurate saranno molto inclini a danneggiamenti e potrebbero richiedere lavori...
Materiali e Attrezzi

Smalti ad acqua: come usarli nel modo giusto

Gli smalti ad acqua: perché sceglierli?. I motivi sono tanti. Per prima cosa, non hanno bisogno di solvente, spesso tossico. Si possono utilizzare su qualsiasi tipo di superficie, dalla più liscia a quella più irregolare. Inoltre, hanno una capacità...
Materiali e Attrezzi

Come Ottenere L'Acqua Di Calce

Ci sarà sicuramente capitato, di aver bisogno di un particolare composto e generalmente in questi casi preferiamo acquistarlo in appositi negozi, già pronto per essere utilizzato. Una valida alternativa è quella di provare a prepararlo con le nostre...
Materiali e Attrezzi

Come collegare un tubo dell'acqua a una grondaia

Collegare il tubo dell'acqua alla grondaia può essere utile per molteplici scopi. Ad esempio può essere importante per drenare l'acqua e farla scorrere verso una zona adibita per tale scopo; un altro fine può essere quello di utilizzare l'acqua che...
Materiali e Attrezzi

Come costruire un mulinello ad acqua

Uno dei più antichi motori costruito dall'uomo è il motore ad acqua. Questo veniva alimentato dall'energia idraulica posseduta dall'acqua corrente. Utilizzando dei fiumi o dei ruscelli con una forte pendenza. A sua volta convogliata in un canale stretto,...
Materiali e Attrezzi

Come usare il flatting ad acqua

Per proteggere o rinnovare una superficie in legno, uno dei metodi più innovativi e pratici è quello che prevede l'utilizzo del flatting ad acqua. Questo tipo di vernice è ideale sia per mobili o strutture interne come infissi o serramenti, sia per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.