Come usare gli attrezzi per l'orto

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Se nella vostra abitazione possedete un piccolo (o grande) spazio e volete dedicarvi alla coltura di ortaggi, allora potrebbe esservi utile una guida come questa. Quest'oggi, non imparerete come coltivare un'orto ma quali attrezzi servono per realizzarlo e come usarli nella maniera corretta. Ultimamente molte persone, anche a causa della crisi, coltivano parte della verdura di cui si cibano, ma non tutti sono veri agricoltori, quindi alcuni consigli possono essere utili. Vediamo quindi come usare gli attrezzi per l'orto.

27

Occorrente

  • vanga
  • zappa
  • badile
  • falce e falcetto
  • rastrello
37

Innanzitutto, per la preparazione di un orto, l'uso della vanga e della zappa risultano assolutamente importanti, se non addirittura indispensabili. In particolare, si ricorre all'azione della vanga per incorporare la sostanza organica nel suolo e la zappa per pulire il terreno da radici e sassi. L'attrezzatura tradizionale prevede, appunto, la vanga nelle due versioni a rebbi o a lama. La prima risulterà utile per lavorare i terreni argillosi, la seconda per quelli sabbiosi o, comunque sciolti. La zappa, contrariamente alla vanga, non effettua un completo rivoltamento degli strati, ma solo uno sminuzzamento del terreno lavorato.

47

Successivamente, un badile può essere utile ai fini del semplice arrangiamento del terreno, per raccogliere i sassi oppure per distribuire la terra. La falce e il falcetto servono principalmente ad eliminare piante infestanti di una certa consistenza ed osticità, come per esempio i rovi. Il rastrello, invece, si impiega per affinare e pareggiare il terreno, ma può anche essere utilizzato per rimuovere piccole quantità di erba o per controllare se vi è la presenza di piccoli sassi. Oltre a ciò, potrà essere utile per tutte quelle colture che necessitano di un cambio frequente di terreno per favorire la crescita delle piante. Per esempio, questa tecnica è molto usata nella coltivazione delle patate.

Continua la lettura
57

Prima di iniziare la coltivazione vera e propria, si dovrà "vangare" il terreno, per rimuovere l'erba nella superficie e smuovere il terreno; questa rappresenta l'operazione più faticosa e impegnativa. Per fare ciò, poggiate la vanga sul terreno verticalmente e premete con il piede sulla staffa facendo penetrare l'intera superficie della vanga nel terreno. Rivoltate, quindi, il terreno nella vanga sulle altre zolle già vangate ed allargatelo distribuendolo, togliete eventuali radici molto grosse e/o sassi. A questo punto, aspettate alcuni giorni e passate alla semina.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come affilare le zappe e attrezzi agricoli

Arrivata la primavera, giunge anche il momento di prepararci a coltivare il nostro amato orto. Infatti gli strumenti per poterlo coltivare al meglio quali, zeppe, rastrelli roncole e vanghe devono essere super efficienti per essere pronte all'uso. Può...
Giardinaggio

La manutenzione degli attrezzi da giardino

Avere un giardino con la vegetazione sana e rigogliosa, ingentilito dai colori e dai profumi dei fiori e ben curato, sono gli obiettivi che persegue chiunque abbia la fortuna di possederne uno. Per raggiungerli si sa, però, quanto duro lavoro, passione...
Giardinaggio

I lavori da effettuare nell'orto in inverno

Anche in inverno l'orto va curato con pazienza e dedizione per garantirsi un florido raccolto. Uno dei lavori più importanti da eseguire è preparare il terreno al riposo della stagione fredda. Ma ci si deve anche dedicare alla coltivazioni invernali:...
Giardinaggio

Come concimare l’orto

La concimazione del terreno è un'operazione fondamentale e necessaria al mantenimento, in buona salute, del nostro orto e delle piante che lo compongono. Naturalmente, praticando noi stessi questa utile e necessaria operazione, avremo la reale opportunità...
Giardinaggio

10 buoni motivi per coltivare un orto con i bambini

Una bella idea per stare a contatto con la natura e magari ricavando pure qualche buon ortaggio o frutto, è quella di avere la possibilità di coltivare un orticello anche con i bambini. Potremo coinvolgerli nei lavoretti da svolgere oppure semplicemente...
Giardinaggio

Come realizzare un orto rialzato

Una casa che abbia accanto uno spazio verde più o meno ampio, permette sempre di realizzare molte idee carine in fatto di organizzazione degli ambienti esterni. Un bel giardino di solito ci ispira per inserire un piccolo orto. Questo elemento però va...
Giardinaggio

Come coltivare un piccolo orto in giardino

Quando si ha un piccolo spazio da dedicare al giardinaggio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di creare un piccolo orticello. In questo modo potremmo coltivare qualche piante che può darci qualche piccolo ortaggio o frutto. Basta veramente...
Giardinaggio

Come realizzare un orto verticale in terrazzo

Sei un amante del verde ma non hai abbastanza spazio in casa per poter tenere un orto? Preferisci coltivare da solo le piante e le erbe aromatiche, anziché comprarle al supermercato? Bene, questa guida è rivolta a te! Infatti, negli ultimi anni si stanno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.