Come usare il Kombucha per le piante

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Se siamo amanti delle piante e ci piacerebbe riuscire ad imparare tutte le varie tecniche per riuscire a curarle alla perfezione, dovremo per prima cosa ricercare delle guide che ci forniscano tutte le informazioni sulle piante che abbiamo intenzione di coltivare.
Su internet troveremo tantissime guide che ci insegneranno le varie tecniche e tutti i prodotti necessari per avere delle piante sempre verdi e rigogliose.
In questi articoli potremo inoltre conoscere moltissimi elementi che ci consentiranno di nutrire e curare le nostre piante in modo del tutto naturale evitando l'utilizzo di pesticidi ed insetticidi.
Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire ad usare correttamente il kombucha o “fungo del te' per le nostre piante.

25

Occorrente

  • kombucha
  • frullatore
  • fertilizzante organico
  • cucchiaio
  • ciotola
  • paletta
  • guanti
35

Kombucha per i fiori recisi

Se ci accorgiamo che i nostri fiori recisi stanno reclinando il capo e desideriamo dare loro un’iniezione di vitalità, aggiungiamo circa cento grammi di kombucha all'acqua contenuta nel vaso e vedremo che si riprenderanno rapidamente. Indossiamo dei guanti ed operiamo in condizioni di massima igiene, per non danneggiare il nostro kombucha.

45

Kombucha come fertilizzante per piante da fiore e da frutto

Per nutrire le piante, sia da fiore che da frutto, sia in vaso che interrate, potremo tranquillamente produrre un fertilizzante organico molto efficace versando nel frullatore una parte di kombucha ed una di concime organico. Frulliamo fino ad amalgamare bene gli ingredienti, poi versiamo in una ciotola ed integriamo il composto ottenuto nel terreno. È ideale per piante acidofile quali rododendro, azalea, camelia, gardenia, ma anche per vegetali quali pomodori, peperoni ed avocado ed è un ottimo ricostituente per i terreni indeboliti o poco fertili.

Continua la lettura
55

Modalità di utilizzo del fertilizzante a base di Kombucha

Con l’aiuto di una paletta scaviamo e spostiamo lo strato superficiale di terreno, poi distribuiamo uniformemente il composto attorno e sotto alle radici di fiori e piante. Successivamente ricopriamo nuovamente con il terriccio. Il kombucha ha un’azione rapida e ricostituente, inoltre funge da barriera contro lumache e chiocciole, in quanto svolge anche un'eccellente funzione repellente nei confronti di questi gasteropodi infestanti. A questo punto non ci resta che provare subito ad utilizzare il Kombucha per nutrire le nostre piante da fiore e da frutto in maniera del tutto naturale, semplicemente seguendo tutte le indicazioni riportate nei passi predenti. Tutte le procedure sono molto semplici da eseguire e ci permetteranno di ottenere ottimi risultati in breve tempo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come curare le piante carnivore in inverno

Le piante carnivore sono piante erbacee che si nutrono di insetti e piccoli artropodi. Il motivo di questo comportamento è dovuto all'adattamento agli ambienti ostili in cui si sviluppano quali paludi o rocce. Questi risultano poveri di azoto ed altri...
Giardinaggio

10 piante adatte a zone con poco sole

Per rendere un terrazzo o un balcone decorativo è essenziale aggiungere delle piante. Questo, infatti, diventa un problema per chi vive in zone con poco sole. Ma, occorre sapere che esistono piante che vivono bene, anche con questo clima. Infatti, la...
Giardinaggio

Come propagare le piante di caprifoglio

Le piante di caprifoglio sono dei rampicanti facilmente riconoscibili per la loro folta presenza di foglie. Essendo dei generi di pianta che crescono spontaneamente, è possibile trovarle nelle siepi di tutto il nostro paese. Queste piante sono originarie...
Giardinaggio

Come concimare le piante acquatiche

Proprio come tutte le altre piante, anche quelle acquatiche hanno bisogno di essere concimate per essere in grado di prosperare in un giardino d'acqua. E proprio come le piante normali, ci sono diversi modi in cui si possono fertilizzare, con diversi...
Giardinaggio

Come accelerare la crescita delle piante

Coltivare le piante e farle crescere al meglio non è semplice e richiede sia pazienza sia passione. Per tutti gli amanti del verde far crescere le proprie piante è sempre motivo di orgoglio, ma bisogna conoscere profondamente le caratteristiche delle...
Giardinaggio

10 motivi per tenere delle piante in casa

Ci sono molti preconcetti sul tenere delle piante in casa, ma in realtà sono tutti da sfatare. Non è pericoloso e non è nocivo, anzi, tenere delle piante in casa aiuta a migliorare il nostro benessere psico fisico. Oltre appunto a un fatto puramente...
Giardinaggio

Come annaffiare e concimare correttamente le piante di casa

Oggi abbiamo deciso di proporre una guida, del tutto interessante e molto utile, nei confronti dei lettori che amano avere nel proprio appartamento delle piante, che donano colore, vivacità e profumo, a tutti gli ambienti. In particolare vogliamo approfondire,...
Giardinaggio

Come allestire un giardino con piante grasse

La bellezza suggestiva di un giardino curato e in fiore è sempre uno spettacolo capace di sbalordire. Romantici e delicati, i fiori rendono gli open space piacevoli da vivere in ogni periodo dell'anno. Per rendere però il nostro giardino davvero particolare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.