Come Usare Il Mastice Legno O Legno Fluido

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Chi ama dedicarsi ai lavori di bricolage e, in particolare quelli che prevedono l'utilizzo del legno, sicuramente conosce il mastice di legno o legno fluido: un preparato ottenuto impastando della finissima segatura ad un legante (come olio di lino, colla o vernice diluita con nitro). Questo prodotto generalmente viene utilizzato per riparare striature, solchi e, per poter tappare eventuali fori e imperfezioni varie presenti nel legname. Se non avete mai usato questo materiale e cercate delle utili informazioni su come usare il mastice legno o legno fluido allora vi basterà seguire attentamente i passi di questa guida.

26

Occorrente

  • mastice pronto
  • eventuali coloranti per modificarne la tinta
  • spatola
36

Molto spesso il legno di alcuni mobili presenta: crepe, buchi, venature e piccole fessure, magari causati dall'usura, oppure in seguito ad un trasloco o per altre varie motivazioni. Secondo il genere di danno, di essenza legnosa e di elemento da riparare, è possibile intervenire utilizzando stucchi o mastici adeguati, che riparano o comunque riducono le imperfezioni, rendendo nuovamente liscia la superficie del legno. Tuttavia, esistono gamme di paste colorate oppure incolori, da perfezionare con aniline o altri coloranti adatti e adeguati al legname trattato.

46

Innanzitutto ricordiamo che questo genere di mastice va sempre applicato con una spatola, le cui dimensioni variano a seconda dell'area da restaurare. Si dovrà procedere stendendo degli strati piuttosto sottili e sovrapposti, esercitando una decisa pressione (specialmente durante l'intera lavorazione) per far penetrare bene l'impasto in profondità. Questa procedura va effettuata anche per otturare i minuscoli e profondi forellini provocati dai tarli. Appena terminata l'operazione rimuovete anche il prodotto in eccesso e pulite la superficie circostante con un panno umido.

Continua la lettura
56

A questo punto è necessario lasciare asciugare per almeno dodici ore. Trascorso il tempo necessario, carteggiate la parte trattata servendovi di carta vetrata a grana fine, avvolgendola in una tavoletta di legno per non creare dislivelli. Successivamente eliminate ogni traccia di polvere e proseguite l'opera lucidando il legno con un apposito prodotto. Ricordate che, asciugandosi, questa tipologia di impasto 'tappabuchi', tende solitamente a diminuire il proprio volume, quindi è opportuno applicarne una piccola quantità in più (pressandola con decisione) di quella che appare necessaria per colmare la parte da riempire. Buon lavoro.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se non trovate la tinta adatta a quella del legno da trattare, non accontentatevi di una colorazione vagamente simile: meglio spendere una manciata di tempo e pazienza in più preparando in casa il mastice (come ndicato nel video)
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come unire due assi di legno

Unire due assi di legno è una procedura che richiede concentrazione ed impegno. Il lavoro va svolto con precisione, per evitare che si noti la giuntura. Inoltre, bisogna scegliere la giusta tecnica di giunzione, a seconda del tipo di mobile e del risultato...
Materiali e Attrezzi

Come fissare il vetro sul legno

Spesso a causa di sbadataggine o un po' di sfortuna, può accadere che si scheggi o peggio, si rompa il vetro del tavolinetto da caffè o semplicemente non ne avete uno e volete realizzarlo da voi. In queste circostanze si lavora su materiali molto diversi...
Materiali e Attrezzi

Come rifinire il legno con una raspa

In questa guida, vogliamo cercare di rifinire il legno, con l'aiuto di una buona raspa.Rifinire il legno con una raspa è una tecnica solitamente riservata per la realizzazione di oggetti d'arte; viene eseguita nella maggior parte dei casi quando è richiesta...
Materiali e Attrezzi

Legno lamellare: consigli per la scelta

Il legno lamellare è un materiale speciale che si presta a numerosissimi utilizzi creativi e di design nel campo dell'arredamento e della costruzione di mobili, oggetti e forniture fai da te. Il legno lamellare rappresenta una tipologia particolare di...
Materiali e Attrezzi

Come Trattare Il legno Compensato

Se nel nostro laboratorio abbiamo dei fogli di legno compensato perché lo abbiamo acquistato in previsione di alcuni lavori da fare, dobbiamo anche avere l'accortezza di mantenerlo nel migliore stato nell'attesa che venga usato. Facilmente infatti si...
Materiali e Attrezzi

Pregi e difetti del legno lamellare

Quando si parla di legno lamellare ci si riferisce a un tipo di materiale strutturale abbastanza solido e e resistente. Questo genere di materiale si ottiene incollando tra di loro delle tavole di legno che seguono a loro volta dei criteri di classificazione...
Materiali e Attrezzi

Come eliminare una bruciatura dal legno

Il legno è un materiale che non manca mai nelle nostre case. Tutti noi nelle proprie abitazioni abbiamo almeno un mobile antico, o una porta di legno, o il pavimento in parquet, o un tavolo di legno, o un piano di lavoro in cucina e tantissime altre...
Materiali e Attrezzi

Come costruire un portafiori in legno

In questo articolo vorrei spiegarvi come costruire un portafiori in legno. Con il legno possiamo costruire tantissimi oggetti utili e soprattutto decorativi per le nostre abitazioni. Il legno è un materiale facile da lavorare per la costruzione di oggetti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.