Come usare l'argilla espansa in giardino

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

L'argilla espansa è un materiale largamente utilizzato nel giardinaggio. Deriva dalla cottura di diversi tipi di argilla che vengono poi macinati e ridotti in sfera, per poi essere infornate nuovamente a temperature elevatissime. Tante sono le qualità di queste palline d'argilla: leggerezza, porosità, capacità di trattenere l'acqua. Per tale motivi, frequente è il loro impiego in diversi settori, dall'edilizia alla cura del giardino e dell'orto. Nella seguente guida, in particolare, vi forniremo delle indicazioni dettagliate su come usare l'argilla espansa nell'attività di giardinaggio.

25

Impiego contro i ristagni

Le palline di argilla espansa possono essere utilizzate innanzitutto per creare un sottofondo drenante per le piante. Creando infatti uno strato di pochi centimetri sul fondo del vaso, sarà possibile proteggere le radici delle piante da eventuali ristagni d'acqua. Potrete altresì mescolare tali palline con il terriccio: si tratta di una soluzione ottimale per far sì che l'aria circoli correttamente tra le radici. Il vantaggio sarà quello di favorire la crescita delle radici, le quali non risentiranno dei ristagni idrici o del calore eccessivo. Si consiglia di versare nel terreno una piccolissima quantità di palline di argilla espansa.

35

Utilizzo contro l'umidità

L'argilla espansa è inoltre un'ottima alleata contro l'umidità. A tal fine, le palline di argilla dovranno essere utilizzate in modo da creare uno strato superiore nei contenitori. Se poste infatti sulla superficie del terreno, saranno in grado di mantenere un equilibrato tasso di umidità. In alternativa, collocatele nel sottovaso: esse tratterranno l'umidità ogni volta che annaffierete il contenitore. Le piante avranno così a disposizione l'acqua ogni volta che vorranno: si tratta dunque di una soluzione perfetta quando ci si allontana da casa per lunghi periodi, per evitare che le piante possano seccare.

Continua la lettura
45

Uso decorativo

Un altro impiego frequente è il ricorso all'argilla espansa come pacciamatura. Le palline proteggeranno le piante, specie nei mesi più freddi, dando vita ad uno strato isolante che consentirà di mantenere una temperatura adeguata alle radici. Ricordiamo infine che le palline d'argilla vengono utilizzate anche come elementi decorativi. L'aspetto e la colorazione particolarmente piacevole ne determinano un largo utilizzo, soprattutto nei vasi delle piante da appartamento. I benefici dunque nel giardinaggio dell'argilla espansa sono davvero innumerevoli.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come creare un giardino in terrazzo

Il sogno di un verde e rigoglioso giardino a volte non lo si può realizzare. Purtroppo si deve fare i conti la carenza di un giardino nella propria abitazione. In realtà questo ostacolo, seppur apparentemente invalicabile, lo si può aggirare facilmente....
Giardinaggio

Come Costruire Un Giardino Pensile

Il giardino pensile si costruisce sul terrazzo; bisogna collocare in questo spazio diverse piante per realizzare un ambiente verde interessante. Le sue origini risalgono a molti secoli fa; le prime testimonianze furono ritrovate in Babilonia. Questi giardini...
Giardinaggio

Come curare le siepi da giardino

Le siepi da giardino sono dei veri e propri "muri naturali", utilizzate per delimitare confini e per proteggere le proprietà private da occhi indiscreti. Ci sono moltissime tipologie di siepe, ciascuna con proprie caratteristiche e peculiarità. Le più...
Giardinaggio

Come sistemare la ghiaia in giardino

Se si ha un giardino da rendere vivibile ed esteticamente piacevole, alcune parti dovranno essere destinate alla semina di piante e fiori, mentre altre saranno dedicate alla pavimentazione. Pavimentare un giardino, soprattutto se grande, può essere un'operazione...
Giardinaggio

Come trasferire le piante del giardino

Se possiedi un giardino, ti sarà capitato a volte, di dover trasferire alcune piante, grandi o piccole, da un terreno ad un altro, senza saper bene come fare. È importante stare attenti poiché si rischia di rendere la pianta inefficiente al suo lavoro...
Giardinaggio

Come progettare un giardino roccioso in pendenza

Un terreno ampio e soleggiato è ideale per la creazione di un giardino roccioso, specie se presenta la giusta inclinazione; infatti, la naturale pendenza del suolo garantisce un buon drenaggio. I giardini costruiti su dei pendii soleggiati, consentono...
Giardinaggio

Come pianificare e scegliere il materiale per la pavimentazione in giardino

Chi possiede un giardino sa bene, soprattutto durante le stagioni più calde, quanto sia importante saperne godere appieno. Ovviamente però un giardino affinché sia piuttosto accogliente, necessita di alcuni accorgimenti e di attenzioni specifiche....
Giardinaggio

Come piantare un castagno in giardino

Come piantare un castagno in giardino non è una procedura complessa. Invece è difficile e complicato che tale pianta possa essere curata e seguita durante la sua crescita. Infatti l'albero di castano è una pianta alquanto imponente che raggiunge altezze...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.