Come usare l'intonaco a cappotto

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Una casa se perfettamente isolata consente di ridurre sensibilmente le spese energetiche, oltre che donare un comfort abitativo ideale. Un buon isolamento termico, si può eseguire con diversi materiali tra cui il cemento. In riferimento a ciò, vediamo come usare questo prodotto per fare un intonaco a cappotto.

25

Occorrente

  • Intonaco termico
  • Acqua
  • Listelli in legno o in alluminio
  • Cazzuola e frattazzo
  • Carta abrasiva
  • Stucco murale
35

L'intonaco usato per fare i capotti termici, offre notevoli vantaggi; infatti, è molto leggero ed utile se le pareti sono irregolari, e dal punto di vista estetico richiede pochissimi interventi di finitura. In presenza di svariate tipologie di clima ossia caldo, secco o molto ventilato, è ideale per essere applicato su superfici poco assorbenti, ed inoltre in modo facile come si stende il comune calcestruzzo.

45

Una volta acquistato l'intonaco termico prima di applicarlo, bisogna innanzitutto pulire accuratamente la parete da rivestire eliminando eventuali bozze o residui di calcestruzzo, dopodiché conviene usare dell'isolante, lasciandolo asciugare per circa 24 ore. Trascorso tale tempo, possiamo impastare l'intonaco per il cappotto termico, sciogliendolo in acqua pulita e usandolo ovviamente in base alla grandezza della parete. A questo punto vanno utilizzate delle fasce con dei listelli in legno o anche in alluminio, in modo da delimitare bene le superfici da intonacare, e nel contempo (in base all'altezza del listello) stabilire anche lo spessore finale del rivestimento. Una volta applicato, bisogna attendere almeno 12 ore in caso di temperature basse, mentre in caso di quelle alte allora sono necessarie almeno 24 ore. Tuttavia una volta completata la posa, l'intonaco si può già lisciare e livellare, e poi alla fine oltre al suddetto tempo di asciugatura è importante farlo seccare, e ciò richiede circa due giorni per raggiungere il top dal punto di vista dell'efficacia.

Continua la lettura
55

A questo punto si può procedere con due mani di rasatura con del normale stucco murale, interponendo tra la prima e la seconda una speciale armatura realizzata con fibre di vetro, indispensabile quest'ultima per garantire l'isolamento termico, ma anche elasticità e resistenza a svariate tipologie di sollecitazioni. Dopo circa una settimana si controlla lo stato finale della posa dell'intonaco, ed eventualmente si provvede a fare qualche stuccatura su eventuali crepe che si sono create, e poi si procede alla fine con la tinteggiatura, scegliendo la colorazione in sintonia con le altre pareti della stanza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come applicare un intonaco al soffitto

Le pareti della nostra casa, come di qualsiasi edificio, sono sottoposte al deterioramento e a usura che rendono necessarie opere di restauro. Spesso è l'intonaco, con il passare del tempo, il primo materiale a subire dei danni e a cadere da un momento...
Casa

Come scegliere fra i diversi tipi di intonaco

Prima o poi in ogni casa arriva il momento di eseguire dei lavori di ristrutturazione, sia per ragioni di necessità strutturali, sia per migliorare l'aspetto estetico dell'appartamento. In ogni caso, questi lavori richiedono molto spesso uno sforzo economico...
Casa

Come asportare il vecchio intonaco

La rimozione dell'intonaco da una parete è un progetto di miglioramento della casa che può richiedere più o meno tempo, a seconda del modo in cui viene eseguito il lavoro. Ci sono molte case, specialmente quelle più vecchie, che hanno un intonaco...
Casa

Come applicare l'intonaco isolante

Nel campo dell’edilizia sono divenute di essenziale importanza due aspetti: da un lato, il risparmio sui consumi energetici e, dall'altro, una progettazione intelligente ed ecosostenibile. Per tale ragione si presta molta attenzione non soltanto alle...
Casa

Come eliminare l'intonaco da una parete Di Mattoni A Vista

Quando si acquista una casa non proprio nuova, è necessario talvolta svolgere degli interventi di ristrutturazione, anche piccoli. Molte persone decidono in questo caso di adottare il metodo del fai da te e risolvere il problema con le proprie forze....
Casa

Come Stendere L'Intonaco Di Malta Sulle Fasce A Muro

L'intonaco è un rivestimento composto dalle malte che si utilizzano per le murature, ma esse hanno una dose maggiore di leganti. L'intonaco oltre ad avere una funzione estetica, protegge ed assicura la necessaria traspirabilità della muratura. Infatti,...
Casa

Come riparare l'intonaco

L'intonaco è un materiale che forma lo spessore di copertura della muratura in mattoni ed è formato da due strati: uno in malta a base di cemento o di calce di due o tre centimetri di spessore e uno molto più sottile, di due o tre millimetri, che forma...
Casa

Come eliminare l'intonaco vecchio

L'intonaco della vostra parete sta iniziando a screpolarsi, macchiarsi di muffa oppure a gonfiarsi fino ad arrivare a distaccarsi dalla base? Se si, è necessario prendere alcuni provvedimenti. Finché si tratta di semplice muffa, e l'intonaco è ben...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.