Come usare mastice da vetri o stucco

Tramite: O2O 06/12/2016
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il mastice da vetri chiamato anche stucco, è una sorta di collante molto forte che può essere usato per vetri, finestre o anche parabrezza. Ha molte caratteristiche comuni con i collanti comuni, sia per la composizione chimica, che per la funzione che è tenuto a svolgere. Per essere utilizzabile al meglio, deve risultare liscio e plastico. Di marche specializzate in stucco ne potrete trovare molte nei negozi di fai da te e hobbistica. Ecco come usare al meglio questo tipo di collante, per ottenere il miglior risultato.

27

Occorrente

  • Spatola, mastice da vetro, olio di lino
37

Creare il mastice da vetro

Il mastice da vetro o stucco si può anche creare da soli. Saranno necessarie 85 parti di bianco di Spagna e 15 parti di olio di lino. È usato (come anticipato nell'introduzione) specialmente per montare i vetri alle finestre, ma anche nella lavorazione del legno. Se si dovesse indurire troppo, potrete utilizzare uno dei suoi ingredienti per farlo tornare alla fluidità necessaria (l'olio di lino). Sarà così ben malleabile. Una volta finito il lavoro, potrete conservare lo stucco da voi creato per diverso tempo. Basterà chiuderlo in un barattolo di vetro, immergendo poi quest'ultimo in acqua.

47

Eliminare lo stucco precedente

Che abbiate creato voi il mastice da vetro, o che lo abbiate preso già fatto il procedimento che dovrete seguire sarà più o meno identico. Prima di procedere vi dovrete essere accertati che il precedente stucco non sia più in sede, altrimenti dovrete eliminarlo con uno scalpellino e un martello. Fatto ciò, per eseguire piccole applicazioni sarà sufficiente utilizzare una mano. Vi dovrete bagnare leggermente le dita e cominciare a maneggiare una minima quantità di stucco per renderlo malleabile e quindi lavorabile.

Continua la lettura
57

Applicare il mastice con la spatola

Quando il lavoro richiesto è la stuccatura di fori o fessure di notevole dimensione dovrete allora lavorare con una spatola. Immergete la spatola in acqua perché lo stucco non è compatibile con essa. In questo modo così, il mastice non si attaccherà alla lama. Adesso potrete partire con la stuccatura. Essendo una superficie più grande noterete che il mastice da vetrai, essiccandosi, si contrae. Pertanto dovrete applicarlo non a livello della superficie trattata, ma leggermente in eccesso. Una volta che si sarà asciugato potrete livellarne la superficie con la spatola, prima di effettuare un eventuale ritocco e poi dare l'eventuale mano di fondo.

67

Preparare il mastice prima dell'applicazione

Si ricorda infine, che se si riparano vecchie finestre, è necessario prima di raschiare la superficie del legno con la carta vetrata e rimuovere la vernice. Applicare una buona quantità di mastice o stucco, non è importante se si utilizza un primer a base di olio a base di acqua. La vetratura a mastice, è importante non solo perché tiene il vetro fisso della finestra, ma anche perché serve come un eccellente sigillante. Prima di applicare il mastice, è necessario prepararlo per l'applicazione. Poiché il mastice freddo non funziona bene, lo scopo principale di questa fase è quello di riscaldare il mastice e renderlo malleabile. È possibile farlo lavorandolo nelle mani, fino a che non si ammorbidisce e inizia ad essere appiccicoso. In alternativa, è possibile immergere la lattina di stucco in acqua calda e scioglierlo a bagnomaria.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come scegliere lo stucco per mobili

Qualora i vostri mobili avessero i segni classici prodotti dai tarli, oppure il vostro gatto avesse graffiato il vostro armadio, allora dovrete correre ai ripari, utilizzando dello stucco per mobili, al fine di sistemare i danni prodotti. La procedura...
Materiali e Attrezzi

Come preparare lo stucco in polvere

Di tanto in tanto capita di dover eseguire dei lavoretti di manutenzione all'interno della propria abitazione, come stuccare dei buchi nel muro, o qualcos'altro del genere. Se dovete restaurare pareti interne o esterne, mobili in legno, o del ferro potrete...
Materiali e Attrezzi

Come addensare lo stucco

Lo stucco è un impasto a base prevalentemente di gesso, ma anche di calce e cemento. In molti stucchi attualmente in commercio oltre al gesso però sono aggiunti vari altri composti chimici (che si differenziano a seconda dell'uso che se ne dovrà fare)...
Materiali e Attrezzi

Come applicare lo stucco sintetico

Anche se la maggior parte delle persone ha molta più familiarità con il normale stucco a base di cemento, quello sintetico è in circolazione dagli anni '50. Si tratta di un composto creato per isolare la superficie dove esso viene applicato, anche...
Materiali e Attrezzi

5 modi per simulare lo stucco veneziano

Lo stucco veneziano è una particolare tecnica di decorazione che permette di abbellire ed arricchire le pareti di un ambiente. Questa tecnica pittorica proviene dal Medio Oriente ed è stata adottata prevalentemente a Venezia dove sussiste il problema...
Materiali e Attrezzi

5 errori da evitare nell'utilizzo dello stucco

Se l'estetica delle pareti è compromessa da crepe e fessure e volete provvedere voi stessi alla sua riparazione e verniciatura il prodotto di cui non potrete fare a meno è sicuramente lo stucco. Ampiamente utilizzato nell'edilizia per coprire fessure,...
Materiali e Attrezzi

Come rimuovere lo stucco veneziano dalle pareti

Lo stucco veneziano, conosciuto in alcuni casi come "spatolato", è una particolare e pregiata tecnica di pitturazione murale che ha come effetto finale quello di ricreare un muro simile ad una parete di marmo liscia e lucente. Grazie alla possibilità...
Materiali e Attrezzi

Come realizzare uno stucco fatto in casa

Fare dei lavoretti nella propria casa a volte è un piacere, ed altre volte una necessità. Aggiustare un tubo rotto, riverniciare un cancello, ridipingere un muro e tante altre piccole operazioni simili, possono essere un ottimo passatempo oltre che...