Come utilizzare al meglio la lacca cristallo

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Quando si praticano dei piccoli lavoretti con la tecnica del fai da te, dobbiamo in un certo senso sapere bene ciò che stiamo facendo. Questo per evitare nella maniera più assoluta di produrre dei risultati scadenti con una qualità veramente infima. Per lavorare in maniera ottimale occorre utilizzare soprattutto in modo appropriato i giusti strumenti ma soprattutto adottando le giuste metodiche. Lo scopo di questa guida è quello di illustrare in maniera semplice e soprattutto efficace come utilizzare al meglio uno di questi strumenti, adoperati soprattutto nella lavorazione di superficie di diverse tipologie di materiale. Vedremo infatti come utilizzare al meglio la lacca di cristallo.

24

È bene sapere che la lacca cristallo va applicata su superfici perfettamente asciutte e non è adatta su oggetti dipinti con colori ad olio, a meno che questi non siano stati trattati con colla per decoupage. Lo stesso discorso vale per le decorazioni in carta. La lacca cristallo in commercio si presenta come due prodotti distinti che vanno poi miscelati. I due prodotti che si trovano all'interno della scatola vanno mescolati bene per circa cinque minuti con un bastoncino. Nel mescolare di due prodotti, facciamo attenzione affinché non si formino bolle d'aria. Nel caso si formassero, queste andranno punte con un ago o uno stuzzicadenti.

34

Quando la lacca cristallo è ben amalgamata, si inizia a stenderla con l'aiuto di un pennello piatto. Questa è unì'operazione da fare con molta attenzione. Se dovessero formarsi delle zone di vuoto, dobbiamo correggerle subito, sempre aiutandoci con il pennello. Finito di passare tutto l'oggetto con la lacca cristallo, aspettiamo che asciughi per circa quindici minuti. Dopo un quarto d'ora bisogna controlliamo che l'oggetto trattato con lacca cristallo non abbia zone opache.

Continua la lettura
44

Per la laccatura verticale, badiamo a realizzare un composto un po' più duro, altrimenti colerebbe. Se desideriamo un risultato particolarmente omogeneo, possiamo anche capovolgere e scuotere l'oggetto trattato. La lacca cristallo è un prodotto che risente delle condizioni atmosferiche, per cui è meglio evitare di usarla nelle giornate particolarmente umide. La presenza di umidità nell'ambiente in cui si lavora, causerebbe un rallentamento dell'asciugatura e quindi della vetrificazione dell'oggetto. Non rimane altro da fare che mettere in pratica quanto esposto in questa guida.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come dipingere l'auto con la lacca acrilica

Molto spesso capita di avere dei piccoli graffi che rovinano l'aspetto estetico delle proprie auto. I costi per le riparazione, anche di piccole aree della carrozzeria, possono risultare piuttosto elevati. Lo scopo di questa guida è quello di capire...
Materiali e Attrezzi

Come applicare la lacca sul legno

Il fai da te è un hobby molto gratificante che permette anche di risparmiare un po' di soldi. Potete personalizzare la vostra casa in base ai vostri gusti e alla vostra creatività. Il modo più semplice per abbellire il vostro arredamento è ridipingere...
Materiali e Attrezzi

Come cristallizzare il vetro

Come avrete potuto già verificare leggendovi il titolo in allegato a questa breve guida, l'obiettivo che seguiranno i tre passi che la comporranno sarà quello di spiegarvi, in maniera sintetica ma chiara, come cristallizzare il vetro. Incominciamo le...
Materiali e Attrezzi

Vetro di boemia: tecniche di lavorazione

Il vetro di Boemia, chi non ha mai avuto modo di ammirarne la trasparenza in suppellettili di produzione artigianale alzi la mano? Splendido vetro-cristallo decorativo e trasparente, i cui resti più antichi ritrovati in Boemia sono datati intorno al...
Materiali e Attrezzi

Come satinare il legno

Il tipo di legno scelto per eseguire la satinatura, determina la bellezza e la forza del pezzo finito. Molte varietà di legno sono disponibili i commercio; ognuno presenta proprietà differenti. Le conifere fanno parte per via delle caratteristiche,...
Materiali e Attrezzi

Come Riconoscere I Vari Tipi Di Vetri E Cristalli Per Bicchieri D'Epoca

Vi è mai capitato che mentre passeggiate per mercatini dell’antiquariato vi addentraste nella parte in cui ci sono i venditori di bicchieri d'epoca? E bene, a questo punto vi sorgerà un problema se non siete esperti nel campo dei bicchieri, infatti...
Materiali e Attrezzi

Come tagliare il compensato o la faesite/masonite con un cutter

Quando si vogliono tagliare dei pannelli di compensato o faesite/masonite, solitamente si utilizza una sega circolare oppure un seghetto alternativo. In mancanza di questi strumenti però è possibile anche adoperare un cutter (o taglierino). Eseguire...
Materiali e Attrezzi

Come creare un fermacarte personalizzato

Abbiamo più volte toccato ed approfondito l'argomento del fai-da-te in svariati settori: dall'arredamento all'abbigliamento, dagli accessori agli utensili. La bellezza di creare un oggetto con le proprie mani e con la propria fantasia sta nella soddisfazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.