Come utilizzare anfore e vasi rotti in giardino

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se abbiamo un giardino ed intendiamo arredarlo in modo originale e con gusto, possiamo sfruttare svariati oggetti magari riciclandoli. Un esempio sono anfore e vasi rotti, che possono ritornare utili per creare funzionali decorazioni. In riferimento a ciò, ecco una guida su come utilizzare questi tipi di materiali.

25

Occorrente

  • Frattazzo
  • Tavoletta di legno
  • Cemento
  • Terriccio
  • Piante in vasetti di torba
35

Creare delle fioriere

Un primo modo per utilizzare un'anfora che si presenta rotta ma non a pezzi, consiste nell'usarla come contenitore per alcune piante. Una serie di questi tradizionali vasi con un buco su un laterale, possono infatti risultare ideali per creare delle fiorire. Nello specifico si tratta di sagomare il foro con delle lime, dopodichè riempire l'anfora di terriccio ed inserirvi poi dei vasetti di torba con delle piante da fiore. In tal caso, è ovvio che la parte corrispondente all'imboccatura dell'anfora, va sigillata con dello stucco oppure definitivamente con una pietra mista a cemento.

45

Allestire un giardino roccioso

Se tra i vari suppellettili e materiali del giardino, abbiamo anche dei cocci di vasi rotti o le suddette anfore anch'esse visibilmente danneggiate ed apparentemente inutilizzabili, li possiamo sfruttare per allestire un giardino di tipo roccioso. In sostanza si tratta di creare un angolo dedicato, in cui dopo aver opportunamente recintato un'aiuola, la possiamo rifinire sui laterali con dei mattoni, mentre all'interno oltre al terriccio possiamo aggiungere anche della ghiaia e dei cocci di un vaso. Un'anfora invece può risultare utile, sia per contenere le piante che come punto di partenza di un laghetto eventualmente aggiunto al giardino roccioso. Anche per arredare il fondo del laghetto stesso, le anfore rotte possono ritornare utili, per inserirvi magari delle piante acquatiche o fungere da rifugio per eventuali pesci.

Continua la lettura
55

Decorare un muro di cinta

I cocci di un vaso oppure di un'anfora rotta anche se ridotti a brandelli, possono ritornare utili per decorare ad esempio un muro di cinta del giardino. Nello specifico si tratta di creare uno strato di cemento sulla superficie di una parete preesistente, e poi prima che si essicchi del tutto applicare a macchia di leopardo i cocci dei suddetti materiali. Di fondamentale importanza tuttavia per un fattore puramente estetico è livellarli tutti, per cui prima che il cemento si asciughi completamente, conviene provvedere a tale condizione usando un comune frattazzo oppure una tavoletta di legno perfettamente dritta e soprattutto ben levigata, che ci consentono di massimizzare il risultato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come ampliare lo spazio su balconi o terrazzi con vasi o cesti sospesi

In primavera ed in estate in particolar modo, siamo ben disposti ad organizzare gli spazi esterni e circondarci da verde. I più fortunati possono usufruire di un bel giardino o magari di un ampio terrazzo ma, anche coloro che possiedono spazi ristretti...
Giardinaggio

Come fare un sistema di irrigazione con i vasi di terracotta

Quando si coltivano le piante nei balconi o nei terrazzi, è opportuno disporle in maniera sistematico. Questo accorgimento servirà a mantenerle in ordine e irrigarle in modo perfetto. Nella coltivazione in contenitori il terreno è un ancoraggio e substrato...
Giardinaggio

Come Antichizzare I Vasi Con Lo Yogurt

Disporre di un'area verde privata, nella quale potersi rilassare è un lusso che pochi possono permettersi, a causa di diversi fattori. Nel caso in cui si avesse la possibilità di disporre di un ambiente esterno, allora è molto importante arredarlo...
Giardinaggio

Come creare composizioni di piante in vasi trasparenti con la ghiaia

È diventato sempre più di moda utilizzare vasi trasparenti che lasciano intravedere il substrato di una pianta, creando un effetto decorativo davvero meraviglioso da guardare. Questo sistema di composizioni non è soltanto questione di estetica ma è...
Giardinaggio

Come Proteggere I Vasi Dal Freddo Con La Juta

Con l’arrivo dell’inverno è bene proteggere i vasi dal gelo per preservare la salute delle piante. Anche se i fusti sono “abituati” ai freddi intensi, il gelo risulta estremamente dannoso per le radici, che potrebbero, nei peggiori dei casi,...
Giardinaggio

Come realizzare una composizione verticale con vasi

È vero che con la creatività si riesce a porre rimedio a molti fastidiosi problemi, ottenendone spesso anche dei risultati molto belli da guardare. Chi ama le piante e ne possiede parecchie, può talvolta avere dei problemi di spazio nei balconi per...
Giardinaggio

Come evitare i ristagni di acqua nei vasi

Tra le minacce piú diffuse nei giardini e nelle terrazze, ci sono i ristagni di acqua nei vasi. Questo fenomeno può causare diverse malattie alle piante e, in alcuni casi, può farle morire precocemente. Esistono tuttavia dei piccoli accorgimenti per...
Giardinaggio

Come coltivare le piante nei vasi da appendere

L'estate, si sa, porta voglia di rinnovamento e desiderio di avvicinarsi alla natura. Da anni la passione per il pollice verde ha raggiunto anche i centri urbani, e oggi il concetto di giardinaggio o orto cittadino è sempre più diffuso. Non è affatto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.