Come utilizzare correttamente il martello

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Esistono diverse tipologie di martello e queste variano in base al tipo di lavoro che viene svolto: il falegname, il muratore o anche in casa per piccole lavorazioni. Poi esistono anche quelli elettrici che sono più facili da trovare nei cantieri, in quanto utilizzati per lavori di grossa portanza e prevalentemente per la demolizione di qualche parte. In generale però il martello viene conosciuto come quel piccolo strumento da manico in legno e testa in ferro che viene utilizzato per piccole opere, da affiggere un chiodo in casa a rompere qualche componente. Vediamo quindi come utilizzare correttamente quest'attrezzo.

25

È inutile negarlo: utilizzare il martello sembra una cosa assolutamente facile agli occhi di qualsiasi osservatore (sia piccolo che adulto). In realtà utilizzare un martello non è affatto semplice e questo lo si può constatare subito dopo averne preso uno in mano. La difficoltà risiede prima di tutto nel peso specifico dello strumento stesso, questo oltre a limitarne i movimenti fa perdere di precisione e accuratezza. Inoltre se non si misura la forza si rischia di recare danni sulla superficie, quindi bisogna prestare molta attenzione a misurare la propria forza.

35

La cosa più pericolosa e complessa tra le azioni da svolgere con il martello è quella di piantare un chiodo tenendolo fermo con le dita della mano. Vediamo in realtà come piantare un chiodo senza arrecare alcun danno alle nostre dita. Ci muniamo di chiodo (quanto più lungo possibile) e di un martello (di un peso equilibrato e corretto per l'utilizzo che ne dobbiamo fare, escludendo a priori il mazzuolo poiché troppo pesante e con la "testa"/base troppo larga). Una volta presi gli strumenti giusti si può procedere.

Continua la lettura
45

Per piantare un chiodo occorre mettere il chiodo in verticale e perpendicolare al piano da lavoro e quindi anche alla superficie in cui piantare il chiodo stesso. Una volta messo il chiodo in verticale, lo teniamo fermo con le dita in un punto quanto più basso rispetto alla testa stessa del chiodo. Poi dobbiamo iniziare a picchettare (non martellare con forza) affinché la punta del chiodo penetri leggermente dentro la superficie facendolo sorreggere da solo. Continuiamo a picchettare fino a penetrare 1/4 di chiodo sulla superficie. A questo punto il chiodo sarà ben saldo e non ci sarà più bisogno di tenerlo; potendo finalmente iniziare a martellare con più forza sulla testa del chiodo (non ci dovremmo più preoccupare per le dita perché esse non saranno più nel raggio d'azione del chiodo).

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prestare attenzione a dove disporre le dita prima di iniziare a picchettare

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come scegliere un martello demolitore

All'interno della guida ci andremo a occupare di darvi qualche indicazione utile che vi aiuti a comprendere come scegliere un martello demolitore. Cominciamo immediatamente.State pensando di demolire la macchina nuova fiammante del vostro partner fedifrago...
Materiali e Attrezzi

Come piantare chiodi e graffette con il martello elettrico

La prima cosa che dovete sapere è che appendere e fissare al muro sono due cose diverse, che però all'apparenza possono sembrare simili, soprattutto nelle attività che si devono eseguire, ma in realtà richiedono diversi accorgimenti.Infatti appendere...
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare correttamente il cricchetto reversibile

Tra gli strumenti utilissimi e più utilizzati nell’arte del fai da te esiste il cricchetto reversibile. Questo strumento riduce i tempi e semplifica di molto alcuni movimenti basilare. Ovviamente questo utensile può venire utile per tante occasioni...
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare correttamente il compressore

Frequentemente può capitare di avere a che fare con strumenti difficili da utilizzare, almeno in apparenza. Si può trattare di apparecchi come smartphone di ultima generazione o di elettrodomestici fino ad arrivare a macchinari complessi per i meno...
Materiali e Attrezzi

Come Conservare Correttamente I Panetti Di Fimo E Cernit Aperti

Chiunque utilizzi il fimo o il cernit per la messa in opera di creazioni uniche ed originali, conosce bene questo tipo di materiali. In particolare, il fimo è una pasta sintetica modellabile. Con la dote di divenire malleabile al calore. Dopo averla...
Materiali e Attrezzi

Come Utilizzare Correttamente Gli Stampini In Silicone Per Fimo

La realizzazione di piccoli oggetti decorativi può essere fatta attraverso l'utilizzo di paste modellabili, come ad esempio il fimo. Creare questi graziosi oggetti interamente con le vostre mani, non solo vi consentirà di apprendere delle tecniche davvero...
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare correttamente il silicone

I lavori domestici fai da te, anche a causa della crescente crisi economica, sono sempre più diffusi e con questi la voglia di apprendere tecniche sempre nuove. Nei passi successivi scoprirete come utilizzare correttamente il silicone che è un adesivo...
Materiali e Attrezzi

Come usare correttamente la brugola

Spesso siamo soliti effettuare piccoli lavori di riparazione all'interno delle nostre case, oppure montare e smontare oggetti che richiedono particolari strumenti come ad esempio i cacciaviti o le chiavi a brugola. La chiave a brugola o semplicemente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.