Come utilizzare gli utensili per la lavorazione del legno

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La lavorazione del legno è un'attività artigianale che porta grande soddisfazione a chi la pratica. I benefici più significativi sono da ricercare nel contatto diretto con un materiale naturale, nelle infinite possibilità di modellazione e nell'acquisizione di competenze di falegnameria utili anche nei lavori in casa. Gli utensili per svolgere questa attività sono infiniti, dai più tradizionali ai più moderni. Questa guida suggerirà come utilizzare correttamente i più comuni: sega, scalpello, mazzuolo, sgorbia e pialletto.

25

Occorrente

  • Qualsiasi attrezzo si adoperi, è fondamentale indossare occhiali in plastica e guanti per proteggersi da tagli accidentali o schegge.
35

Gli attrezzi

Lo scalpello ed il mazzuolo sono attrezzi per l'intaglio del legno. Il primo si compone di un'impugnatura a cui è fissata una barra in ferro dall'estremità curva e tagliente. Il mazzuolo invece è una sorta di martelletto dalla testa voluminosa. Per l'utilizzo, bisogna fissare il pezzo da intagliare mediante una pressa e abbozzare a matita il contorni della parte che si intende incidere; con una mano appoggiare lo scalpello al pezzo, rivolgendo la pancia di curvatura verso l'oggetto; con la mano libera afferrare il mazzetto e colpire l'estremità superiore dell'impugnatura dello scalpello; questo farà penetrare la lama nel materiale. Bisogna procedere molto gradualmente, asportando porzioni ridotte di materiale per mantenere il controllo delle forme. Un particolare scalpello è la sgorbia, caratterizzata da una punta di incisione a forma di V.

45

Il pialletto

Il pialletto si presenta come un parallelepipedo con un'impugnatura curva, nella cui parte inferiore è inserita una lama affilata. Passando questo utensile su un pezzo di legno, si asportano porzioni sottili e continue di materiale. Esso è utilizzato nel caso di assi o plance la cui superficie deve essere uniformata e lisciata, mantenendo un'estetica artigianale.
La sega consiste di una lama dentata e un'impugnatura in legno o in plastica. Per utilizzarla bisogna afferrare saldamente il pezzo che si vuole tagliare e muovere la lama avanti ed indietro esercitando una costante pressione. Se il pezzo da tagliare è molto grande, è necessario fissarlo mediante pinze o presse.

Continua la lettura
55

La lavorazione

L'arte della lavorazione del legno è antichissima e altrettanto lunga è la storia degli utensili utilizzati. Comunemente questo tipo di lavorazione agisce per sottrazione di materiale: attraverso degli utensili (alcuni dei quali descritti precedentemente) vengono asportate porzioni da un pezzo iniziale, fino a conformare l'oggetto secondo i propri desideri. Le modalità in cui esso viene lavorato sono specifiche per ciascun attrezzo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Consigli e utensili per la piallatura del legno

La vocazione al mestiere di artigiano è una dote innata ma state certi, un po’ pratici si diventa! Sì, soprattutto se siamo un po’ ambiziosi nel voler imparare, curiosi di capire come si possono autonomamente trasformare gli oggetti, se abbiamo...
Materiali e Attrezzi

Come Realizzare Una Dima Guida Per La Lavorazione Al Tornio

La dima è una sorta di calco di un piano che deve essere riprodotto nella realtà nello stesso identico modo. Il lavoro richiede l'uso di particolari strumenti oltre che di specifiche tecniche. In riferimento a ciò, ecco una guida con alcuni consigli...
Materiali e Attrezzi

Come Realizzare uno strumento per la pulizia di piccoli utensili

Se per la casa oppure per i nostri hobby utilizziamo dei piccoli utensili, è importante dopo l'uso pulirli accuratamente per preservarli a lungo, soprattutto dalla ruggine e dalle incrostazioni, specie se si utilizzano sostanze appiccicose. Per ottimizzare...
Materiali e Attrezzi

Come scegliere il vetro per la lavorazione

La lavorazione del vetro è un'arte antichissima grazie alla quale è possibile realizzare dei manufatti di ottima qualità, essendo il vetro un materiale naturale al 100%. Infatti, le sostanze che lo compongono sono tutte materie prime, come la sabbia...
Materiali e Attrezzi

Vetro di boemia: tecniche di lavorazione

Il vetro di Boemia, chi non ha mai avuto modo di ammirarne la trasparenza in suppellettili di produzione artigianale alzi la mano? Splendido vetro-cristallo decorativo e trasparente, i cui resti più antichi ritrovati in Boemia sono datati intorno al...
Materiali e Attrezzi

Vetro temperato: tecniche di lavorazione e taglio

Il vetro temperato è un tipo di vetro di sicurezza elaborato con trattamenti termici o chimici, eseguiti per aumentarne la resistenza. Durante questi trattamenti le superfici esterne e interne del vetro vengono messe in compressione. Grazie alla sue...
Materiali e Attrezzi

Come Scegliere Gli Utensili Adatti A Cucire E Stringare Oggetti Di Cuoio

Il cuoio si presta a tantissime lavorazioni come borse, cinte, portachiavi, agende e tanto altro. Se avete il desiderio di creare qualcosa di particolare da abbinare con un abbigliamento elegante o rockettaro, l'ideale è usare il cuoio. Le tecniche di...
Materiali e Attrezzi

Come Realizzare Lo Swirl Nella Lavorazione Col Fimo

Vi state avvicinando adesso al mondo dei fimo e desiderate allargare i vostri orizzonti creativi? Allora dovrete assolutamente provare ad effettuare la meravigliosa tecnica dello swirl, con la quale potrete facilmente creare degli oggetti caratterizzati...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.